Finalmente la fama: risolto il mistero del relitto di Poole

archivio – Finalmente Diving NewsFame: risolto il mistero del relitto di Poole

Dopo anni di ricerche, lo storico relitto dello Swash Channel è stato finalmente identificato come una nave mercantile armata olandese chiamata Fame, affondata durante una tempesta vicino al porto di Poole nel Dorset nel marzo del 1631.

Il relitto fu notato per la prima volta quando una draga lo colpì su Hook Sands nel 1990, e la Wessex Archaeology iniziò a indagare sul sito nel 2004. Il lavoro è stato condotto da subacquei archeologici marini dell'Università di Bournemouth. 

Situata a una profondità compresa tra 7 e 9 metri con circa 40 metri del lato sinistro dello scafo rimanente, e ora sepolta sotto la sabbia, la nave è stata designata come sito protetto del relitto in riconoscimento del suo significato storico.

L’annuncio dell’identificazione è stato programmato per coincidere con l’esposizione al Museo di Poole a marzo del timone decorato lungo 8 metri della nave.

Questo è stato rialzato – insieme al bowcastle, parte della struttura superiore e vari manufatti – negli anni fino al 2013 e conservato dallo York Archaeological Trust. L'analisi delle travi sollevate ha aiutato a identificare il relitto come il Fama.

"È il nome giusto alla data giusta e con l'età giusta dei legni", ha commentato Dave Parham, archeologo marino dell'Università di Bournemouth. "Tutto quadra, anche se non puoi mai esserne sicuro."

Incaricato dall'università di intraprendere la ricerca storica sul relitto, il dottor Ian Friel afferma di aver vagliato più di 15,000 pagine di manoscritti nel Dorset e a Londra prima di trovare finalmente resoconti contemporanei del relitto. Fama essere dichiarato pericoloso per la navigazione dopo essersi sfasciato su un banco di sabbia. 

Si credeva che la nave fosse salpata in zavorra da Hoorn nei Paesi Bassi nel gennaio 1631, diretta ai Caraibi con 45 membri dell'equipaggio sotto il capitano John Jacobson Botemaker. Cercando riparo da una tempesta nella baia di Studland a febbraio, trascinò l'ancora e si frantumò a Hook Sands.

L'equipaggio è sopravvissuto, ma il contenuto e il cannone sembravano essere stati saccheggiati. Il dottor Friel ritiene che le armi mancanti potrebbero indicare che un celebre salvatore olandese noto come Jacob the Diver era attivo sul posto dopo l'affondamento.

Il resoconto del dottor Friel del lavoro investigativo necessario per identificare il Fama può essere letto qui

 Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

28-Mar-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x