I delfini visti come vedono se stessi

archivio – Diving NewsI delfini visti come vedono se stessi

Osservare il comportamento naturale della vita marina senza essere inibito dalla presenza umana può essere una sfida per gli scienziati, ma un gruppo di ricerca internazionale afferma che collegando metodi non invasivi video telecamere per i delfini scuri ha catturato circa nove ore di riprese di attività raramente viste.

L'interazione madre-vitello, il gioco con le alghe e lo sfregamento delle pinne sono stati tra i comportamenti sociali intimi osservati e analizzati dai biologi marini delle Università di Sydney e dell'Alaska Southeast.

Il su misura video le telecamere, ciascuna con una durata della batteria di sei ore, erano dotate di schede di memoria, trasmettitori VHF e satellitari e registratori di profondità temporale. Sono stati attaccati a otto delfini scuri selvatici al largo della costa della Nuova Zelanda con l'aiuto di lunghi pali e ventose.

"Una sfida nel fare questa ricerca su animali piccoli e veloci come i delfini scuri è che c'è una superficie limitata sul corpo del delfino per attaccare la targhetta, quindi c'è solo una piccola finestra di tempo per dispiegare effettivamente la targhetta mentre il delfino nuota oltre," ha affermato il dottor Peter Jones dell'Università di Sydney.

Si sostiene che il filmato ottenuto offra nuove informazioni sulle prede e sugli habitat dei delfini selvatici. "Per la prima volta, queste telecamere ci hanno dato l'opportunità di vedere cosa fanno i delfini alle loro condizioni", ha affermato il dottor Gabriel Machovsky-Capuska dell'Università di Sydney.

“Non c’erano equipaggi naturalisti, né alloggiamenti subacquei invasivi – e i delfini sono rimasti in gran parte inalterati dalle nostre telecamere”.

La specialista dei delfini Heidi Pearson dell'Università dell'Alaska sud-orientale ha affermato che la ricerca ha un grande potenziale per la protezione delle specie in via di estinzione.

"Con questi video telecamere, possiamo "vedere" dal punto di vista degli animali e iniziare a comprendere le sfide che affrontano mentre si spostano nel loro habitat", ha affermato.

“Ad esempio, nelle aree marine soggette a livelli elevati di disturbo antropico, come la navigazione marittima o lo sviluppo costiero, la capacità di raccogliere dati dal punto di vista dell’animale sarà fondamentale per comprendere come e in che misura questi fattori di stress influenzano la capacità di un animale di nutrirsi, accoppiarsi , e crescere giovani.

I ricercatori sperano di sviluppare ulteriormente le videocamere, da utilizzare con altre specie di cetacei e squali. Si possono vedere esempi del tipo di riprese ottenute qui

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

04-Mar-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x