Gli archeologi subacquei trovano mezza dea

archivio – Diving NewsGli archeologi subacquei trovano mezza dea

La statua in terracotta di 2700 anni fa di quella che si pensa sia una dea cipriota è stata scoperta in un antico sito di naufragio al largo della costa sud-occidentale della Turchia, vicino a Bozburun, Marmaris.

Si dice che la statua, raffigurante una donna a piedi nudi che indossa un abito lungo, sia la figura più grande mai trovata nelle acque turche, ma rappresenta solo la metà inferiore della dea.  

Le cattive condizioni meteorologiche hanno impedito ulteriori scavi dopo che il ritrovamento è stato effettuato a una profondità di 43 metri, ma poiché tali figure erano solitamente realizzate in due parti, i subacquei sperano di trovare la metà superiore corrispondente nel sito.

Il team di immersioni archeologiche, guidato dal professor Harun Özda, proveniva dal Marine Science & Technology Institute dell'Università Dokuz Eylül. Stavano perlustrando il sito del relitto di 300 metri quadrati, scoperto lo scorso novembre, quando si sono imbattuti nella statua che era stata nascosta nella sabbia, insieme a una serie di piatti di ceramica e anfore che sembravano essere di origine cipriota.

Si ritiene che la figura completa, scolpita probabilmente nel VII secolo aC, fosse alta 7 m.

Il lavoro di conservazione sui manufatti recuperati dal sito finora è in corso presso il laboratorio del Museo di archeologia subacquea di Bodrum. 

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

25-gen-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x