Il ritrovamento della mascella di un subacqueo ha dato il via a una svolta archeologica

Il ritrovamento della mascella di un subacqueo ha dato il via a una svolta archeologica
Il ritrovamento della mascella di un subacqueo ha dato il via a una svolta archeologica

Notizie sulle immersioni

Gli archeologi subacquei hanno scoperto un sito di sepoltura ancestrale dei nativi americani "senza precedenti" risalente a 7000 anni fa al largo della costa occidentale della Florida, dopo che un subacqueo sportivo ha riferito di aver trovato lì una mascella completa di un singolo dente nel giugno 2016.

Il sito ben conservato di Manasota Key Offshore si trova nel Golfo del Messico, al largo della contea di Sarasota, a circa 300 metri dalla costa e a 6 metri di profondità, e finora sono stati ritrovati i corpi di almeno sei persone, ha annunciato il Dipartimento di Stato della Florida.

Leggi anche: L'archeologo statale muore durante un'immersione di riscaldamento

Negli Stati Uniti esistono siti di sepoltura molto più antichi, ma gli scienziati sono entusiasti della scoperta perché non si sarebbero mai aspettati di trovare qualcosa di organico conservato nel Golfo del Messico, che ha un fondale marino sabbioso.

In questo caso il fondo di uno stagno di torba d'acqua dolce interno era stato utilizzato per seppellire i morti in epoca preistorica, ed era rimasto intatto anche con l'innalzamento del livello del mare, sopravvivendo a millenni di erosione e tempeste.

I siti di sepoltura preistorici sommersi in mare aperto si trovano raramente, alcuni degli unici altri esempi si trovano in Israele e Danimarca.

Inizialmente il ritrovamento della mascella portò le autorità a sospettare che il sito fosse una moderna scena del crimine, ma le indagini forensi indicarono che il dente apparteneva a qualcuno che seguiva una dieta preistorica.

La vera natura del sito di 3000 mq è stata confermata attraverso un lavoro di indagine non invasivo condotto da un team di sub guidato dal supervisore di archeologia subacquea Dr Ryan Duggins del Bureau of Archaeological Research (BAR), parte della Divisione delle risorse storiche della Florida.

L'insolito livello di conservazione del sito è stato illustrato dalla scoperta di pali di legno affilati, dentellati e carbonizzati. Il legno è normalmente il primo materiale a decomporsi, ma la datazione al carbonio ha dimostrato che sono stati scolpiti 7200 anni fa.

I morti sarebbero stati avvolti in sudari di fibra, di cui sono stati ritrovati anche i resti, prima di essere affondati nello stagno con i pali temprati al fuoco che ne segnavano la posizione.

I luoghi di sepoltura degli antenati dei popoli nativi americani come Miccosukee e Seminole della Florida sono sacri per le tribù e protetti dalla legge statale, pertanto il lavoro di indagine è stato svolto in consultazione con le tribù e il sito viene monitorato e la sua ubicazione tenuto segreto per tenere lontani i subacquei non autorizzati.

La BAR sta sviluppando un piano di gestione a lungo termine incentrato sulla protezione e conservazione del sito, dove prevede di trovare molti più corpi. Spera anche di esplorare altre aree vicine per vedere se il luogo di sepoltura fa parte di una comunità antica più ampia.

"Vedere un sito di 7000 anni così ben conservato nel Golfo del Messico è impressionante", ha affermato il dottor Duggins. “Ora sappiamo che questo tipo di sito esiste sulla piattaforma continentale: questo cambierà per sempre il modo in cui ci avviciniamo all’archeologia offshore”.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x