I sub trovano un relitto del XVII secolo nel sito di Poldark

archivio – Diving NewsDivers trovano un relitto del XVII secolo nel sito di Poldark

I subacquei hanno riscoperto un relitto del XVII secolo al largo di Gunwalloe Church Cove in Cornovaglia, nel punto esatto in cui è stata girata la scena del naufragio per la serie TV Poldark nel 17.

Visto per la prima volta da un subacqueo locale nel 1971 e designato ai sensi del Protection of Wrecks Act del 1973, il Schiedam Il relitto era stato a lungo sepolto sotto sabbie mobili fino a quando non fu riscoperto dai subacquei locali David Gibbins, un archeologo e romanziere, e Mark Milburn di Atlantic Scuba a Penryn.

“Avevamo cercato nella baia molte volte il Schiedam, ma ho visto solo sabbia", hanno riferito i subacquei in un comunicato. “Poi la svolta è arrivata un giorno dopo una tempesta.

“Facendo snorkeling a nord della baia, abbiamo visto non solo un cannone, ma tre. È stato incredibilmente emozionante. Uno dei cannoni era tra i più lunghi che avessimo mai visto su un relitto, eretto orgoglioso del fondale marino su una sporgenza rocciosa con la canna che sporgeva, quasi come se fosse su un affusto.

“Esplorando le barriere coralline intorno ai cannoni, abbiamo visto altri manufatti sorprendenti: canne di moschetto di cemento, palle di cannone, moschetti di piombo e colpi di pistola, e persino una bomba a mano di ferro, con il tappo di legno per la miccia ancora intatto.

"Sapevamo che la maggior parte di ciò che stavamo vedendo era carico trasportato dalla colonia inglese di Tangeri, rendendo il relitto un'affascinante finestra su un angolo dimenticato della storia."

Le Schiedam andò perduto nell'aprile 1684 mentre faceva parte di una flotta che trasportava ordigni, attrezzi, cavalli e persone in Inghilterra da Tangeri nell'attuale Marocco, mentre gli inglesi evacuavano il porto dopo anni di assedio da parte dei Mori.

Originariamente un mercantile olandese, il Schiedam era stata catturata dai pirati barbareschi al largo della Spagna l'anno precedente e il suo equipaggio ridotto in schiavitù. Poco dopo fu nuovamente catturata, questa volta da una nave della Royal Navy comandata dal giovane Cloudesley Shovell (più tardi notato come l'ammiraglio perduto con la sua flotta nel 1707 nelle Isole Scilly).

Shovell ha portato il Schiedam a Tangeri, dove il diarista Samuel Pepys, allora funzionario dell'Ammiragliato inviato per aiutare a supervisionare l'evacuazione, scrisse della nave.

Il grosso cannone visto dai sommozzatori era una semiculverina, una delle tante registrate tra gli ordigni di Tangeri ma l'unica della colonia conosciuta sopravvissuta.

La bomba a mano è uno dei primi esempi conosciuti rinvenuti archeologicamente.

I “granati a mano” furono utilizzati dai reggimenti inglesi solo per pochi anni ma furono tra le prime armi richieste a Tangeri nel 1662 per essere utilizzate nella difesa contro i Mori.

Quando i Mori conquistarono un forte periferico nel 1680, sequestrarono un grande deposito di bombe a mano e altri armamenti, volgendo l'assedio a loro favore e influenzando la decisione inglese di abbandonare la colonia pochi anni dopo.

Sebbene l' Schiedam risale a un secolo prima dell'ambientazione di Poldark "avresti visto la gente del posto costeggiare la riva proprio come lo era la troupe cinematografica quel giorno del 2014, e relitti arrivare a riva esattamente nello stesso posto", ha detto Gibbins.

Una lettera scritta subito dopo il naufragio a Lord Dartmouth, ammiraglio della flotta, suggerisce che la gente del posto salvò ciò che poteva, ma era lontana dai leggendari sabotatori assassini della Cornovaglia: "Tutti i cannoni e i pezzi di mortaio possono essere salvati, ma palizzate, moschetti , manovre, ecc., sono per lo più sottratti, sebbene i giudici e i signori del paese siano estremamente civili e risparmino ciò che possono; e il paese è molto gentile con la povera gente”.

Historic England (HE) è responsabile della gestione del sito del relitto. "Siamo lieti di lavorare con subacquei come Mark e David per contribuire a garantire che i siti di relitti protetti dell'Inghilterra siano goduti e protetti per gli anni a venire", ha affermato l'archeologa marittima Alison James.

"Stanno contribuendo a garantire che la storia del sito non vada persa e sia conosciuta da un pubblico più ampio."

Ulteriore esplorazione del Schiedam è previsto per il prossimo anno. 

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

14-dic-16

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x