Immergersi come un professionista: come mantenersi in forma

Mettersi in forma

Tutti vogliono essere “in forma per l’immersione” – il gruppo di esperti del settore subacqueo ha moltissimi consigli su come raggiungere questo obiettivo al meglio

John Kendall della GUE: “Sento spesso persone parlare di “dive fit” e di come questo escluda la necessità di essere semplicemente “fit” – purtroppo si sbagliano. La forma fisica generale è una componente vitale della preparazione per le immersioni. 

“Ci mettiamo regolarmente in situazioni in cui tutto il nostro corpo lavora di più per sopravvivere (ad esempio, respirare a 30 metri richiede uno sforzo quattro volte maggiore rispetto a respirare in superficie) e le nostre capacità fisiche e fitness mentale influenzerà enormemente la facilità e i risultati dell’immersione. Il fitness non è qualcosa che può essere fatto all’ultimo minuto, ma richiede uno sforzo consapevole e continuo per mantenerlo e migliorarlo. 

“Maggiore è l’esposizione dell’immersione, maggiore deve essere il livello di forma fisica. Quindi per me non è solo questione di prepararmi per la stagione, è più una questione di ottenere e mantenere un buon livello di forma fisica tutto l'anno. Se non fai già parte di questo campo, inizia oggi e cerca di diventare più attivo. 

“Salire le scale invece di usare l'ascensore; verificare se è possibile andare al lavoro a piedi o in bicicletta. In caso contrario, allenamenti di breve durata e ad alto impatto possono essere un ottimo modo per guadagnare rapidamente forma fisica e perdere peso. I miei preferiti sono T25 e Insanity, ma ce ne sono molti là fuori. 

“Infine, considera di sottoporti a una visita medica subacquea adeguata. I professionisti sono comunque tenuti a farlo ogni anno nel Regno Unito, ma è una buona idea sottoporsi a un check-up adeguato e assicurarsi che non ci siano problemi nascosti. Ogni anno si verificano numerosi decessi e altri incidenti dovuti a problemi medici e migliorare la propria forma fisica può solo aiutare a ridurre il rischio.

Una passeggiata durante il periodo autunnale
Una passeggiata autunnale, idealmente veloce

Phil Alberts del British Sub-Aqua Club: “Un consiglio semplice ma efficace quando si tratta di salute subacquea è quello di considerare la propria forma fisica come una parte importante della routine generale di manutenzione del kit, tutto l’anno! 

“Anche se da alcuni l'immersione non è necessariamente vista come una forma di esercizio aerobico, il tuo livello di forma fisica è essenziale sia per la tua sicurezza che per la partecipazione allo sport. Il tuo livello di forma aerobica e di forza avrà quasi certamente un impatto sul tuo divertimento: tutti abbiamo notato, a volte, quanto sia più facile immergersi e andare avanti con l'attività di immersione verso la fine della stagione piuttosto che quando ci si rilassa cigolantemente fuori dai mesi invernali all'inizio.

“La chiave per iniziare bene è guardare il proprio livello di forma fisica all’inizio di ogni stagione e pianificare di migliorarlo e mantenerlo regolarmente. Ciò non significa che devi iniziare all'improvviso formazione come un "Ironman", ma le attività che aumentano la tua capacità aerobica e aumentano la tua forza dovrebbero far parte della tua routine regolare. 

“Durante i mesi invernali, quando il tempo in acque libere è ridotto, potresti anche sfruttare al meglio le serate in piscina non solo per mettere in pratica le tue abilità ma anche per aumentare l'esercizio. Molti club incorporano sfide e sport di squadra, come la spinta del polipo, per intrattenere i membri. 

“Il fitness subacqueo deve tenere conto anche dell’ambiente – l’acqua fredda in particolare può sottoporre il corpo a uno stress ulteriore – così come degli sforzi in superficie mentre ci si prepara all’immersione. Sii consapevole della tua salute e comprendi il tuo corpo, il che è particolarmente importante quando invecchiamo. I controlli sanitari, proprio come i controlli regolari dei kit, possono essere un vero toccasana.

“E quando finalmente arriva il momento di immergerti pinna di nuovo in acqua aperta, vai al ritmo adatto a te e assicurati che tu e il tuo corpo siate fisicamente all'altezza del tipo di immersione che volete fare.”

Ciclismo
Ciclismo

Garry Dallas, direttore di Training RAID Regno Unito e Malta: “Non è necessario essere un Hercules o una Wonder Woman, basta essere in perfetta forma. È un buon momento per perdere qualche caloria dopo il periodo natalizio e, così facendo, prepararsi per l’anno a venire. 

“No, non spingere sulla panca quanti più cilindri possibile sopra la testa, coinvolgi semplicemente un po' di fitness di base, magari nella palestra locale, o fai jogging, nuoto o ciclismo. Anche semplici esercizi che utilizzano il proprio peso corporeo a casa saranno molto gratificanti. Ciò che serve è una buona resistenza e un po' di forza.

“Per quanto pensiamo di essere in forma, semplicemente girandoci goffamente per prendere qualcosa a casa, possiamo tirare, allungare o addirittura strappare quel gruppo muscolare inutilizzato o dormiente. Quando ti immergi, indossi più di un semplice muta, lo stesso può accadere senza prevederlo, ma ora indossare attrezzature ingombranti potrebbe aumentare questo fattore.

“Mantenersi al caldo durante le immersioni, soprattutto nei climi freddi, mantiene i muscoli più caldi, più flessibili e meno soggetti a problemi.

“Anche se eri un appassionato subacqueo ma ti sei preso una pausa, rilassati durante le tue prime immersioni e ritorna a farlo. Non esagerare mai. Le immersioni in acque fredde e la vita sott'acqua sono molto piacevoli, ma respirare troppo o saltare la respirazione può renderla un'immersione meno piacevole, causando mal di testa. Rilassa il respiro e scegli alcuni siti di immersione facili – e amici! 

“Se prima hai bisogno di un po’ di tempo in piscina, vai al tuo club e sistema la cosa con loro – magari fai anche un ripasso per aumentare anche la tua sicurezza.

"A parte questo, stai attento e consapevole di ciò che ti circonda sopra e sotto l'acqua."

Fotografie di Mark Evans
Jogging

PADI EMEA Training Supervisore Vikki Batten in una vita precedente si è formata in una scuola di danza classica, è diventata una ballerina contemporanea e ha lavorato come pilates istruttore in una palestra di Londra, quindi sa una o due cose sul fitness: “Non è necessario essere un olimpionico per immergersi, ma una migliore forma fisica rende le immersioni più facili e riduce il rischio di incidenti legati alla salute.

“Se non ti piace la palestra, camminare è un ottimo modo per esercitarti e goderti la vita all'aria aperta allo stesso tempo. Se hai voglia di un po' più di attività, sali in bicicletta e dirigiti verso le colline. 

“Consiglio anche tonificazione e stretching. Oggi ci sono tanti modi per farlo, con lezioni di danza per adulti, yoga, pilates e molto altro. Rafforza il tuo core e allunga i tuoi muscoli e renderà più facile trasportare, entrare e uscire dal kit da immersione senza ferirti. E se pensi che sia un po’ femminile, dai un’occhiata al tuo calciatore o giocatore di rugby preferito: la flessibilità è assolutamente fondamentale per le loro abilità”.

Fotografie di Mark Evans
In forma e pronto

Il ricco Somerset, PADI EMEA Direttore del Territorio, è un appassionato corridore (ha corso la sua prima maratona sette anni fa): “Non tutti possono andare in palestra per rinforzare i muscoli, ma questo non è molto importante per la maggior parte di noi subacquei. Tuttavia, un buon sistema cardiovascolare è fondamentale e non c’è niente come una corsa regolare e leggera per raggiungere questo obiettivo. Per liberare il corridore che è in te, basta seguire alcuni semplici passaggi:

  • Stabilisci obiettivi raggiungibili: bastano solo 20 minuti di corsa intorno all'isolato due o tre volte a settimana. Prova a utilizzare le numerose app "da divano a 5k" per incoraggiarti
  • Una volta che ti senti a tuo agio, usa il tuo locale Corsa al parco per motivarti ulteriormente
  • Cerca ispirazione nei gruppi Facebook (guarda L'insetto della corsa come esempio)
  • Ottieni una colonna sonora killer per farti sentire epico! (Amazon ha playlist dedicate alla corsa)

“La parte più difficile di ogni corsa è il primo passo fuori dalla porta: nessuno si pente mai di una corsa una volta terminata!”

Le scale
Prendete le scale

Dave Protheroe, consulente di marketing per PADI EMEA e un entusiasta giocatore di squash amatoriale: “Per coloro che trovano difficile mettere la suola sull'asfalto e battere i marciapiedi per cinque miglia, includere uno sport per integrare una spinta di fitness generale è fondamentale. 

“Qualsiasi sport che richiede un certo livello di sforzo fisico aiuterà, ma trovane uno che costruisca i muscoli, rafforzi il core, migliori l’agilità e la flessibilità e sarai un vincitore. Lo sport che pratico regolarmente durante le sere invernali è lo squash. 

“Una partita dal ritmo serrato di oltre 45 minuti mi farà sudare più di quanto possa mai fare una corsa. La bellezza dello squash è che non devi necessariamente essere bravissimo per divertirti. 

“Il risultato è un ottimo allenamento cardiovascolare e, in definitiva, questo riduce il rischio di stiramenti e allungamenti eccessivi quando si risale sulla pista. barca per immersioni. "

Mettersi in forma
Allenamento sul tappetino

Tim Clements di IANTD: “Mettersi in forma per le immersioni ha senza dubbio i suoi vantaggi ed è fondamentale per godersi in sicurezza il proprio sport. Come farlo dipende da dove inizi e dove vuoi andare. Per un programma ambizioso e diretto, consiglierei sicuramente di lavorare con un preparatore atletico. 

“È importante assicurarsi che l’allenamento e il condizionamento riflettano ciò di cui hai bisogno che il tuo corpo faccia. Il pompaggio indiscriminato di ferro potrebbe rafforzare le spalle, ma non sempre aiuta con la flessibilità per le chiusure.

“Il miglior consiglio per sostenere un programma fisico riguarda un regolare esercizio fisico intenso, una buona dieta e altro ancora fitness mentale. Cogliere ogni opportunità per essere un po’ più attivi può contribuire a immergersi meglio – scale invece dell’ascensore, camminare o andare in bicicletta invece dell’auto, un giro in più dell’isolato portando a spasso il cane – tutto sommato. Gennaio secco potrebbe aiutare, ma un certo equilibrio a lungo termine nella dieta e nell’indulgenza rendono le estati migliori. 

“Le serate invernali sono ideali anche per sognare le immersioni, ma se puoi sognare, puoi elaborare un piano di erogazione del gas e immaginare te stesso durante l'immersione. Gli scenari "E se" aiuteranno le tue risposte e la tua preparazione. Oppure prova a Fattori umani micro lezione di Gareth Lock: un'ottima serata per migliorare le tue immersioni.

“L’ultima parola spetta alla definizione degli obiettivi: potremmo tutti desiderare di trasformarci in una farfalla tecnologica ab-indurita, ma gli obiettivi devono essere realistici. Raggiungili, sentiti bene per quel risultato, quindi aggiornali e vai avanti. Molti miglioramenti nelle dimensioni dei morsi possono portarti molto lontano verso un subacqueo migliore e più sicuro”.

Fotografie di Mark Evans

Anche su Divernet: Hai bisogno di essere in forma per immergerti?, Sei in forma per le immersioni?

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Tony Davis
Tony Davis
1 anno fa

“ad esempio, respirare a 30 metri richiede uno sforzo quattro volte maggiore rispetto a respirare in superficie”. Procurati un set di balanced regolatori!

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x