I conservazionisti condannano gli sbarchi turchi dei raggi del diavolo

archivio – Diving NewsI conservazionisti condannano gli sbarchi turchi dei raggi del diavolo

Gruppi di conservazione marina hanno condannato lo sbarco in Turchia di 30 razze giganti, che secondo loro viola gli accordi del Mediterraneo per proteggere le specie in via di estinzione. Chiedono alle autorità turche e regionali della pesca come è stato consentito il prelievo e come si può evitare che un simile incidente si ripeta.

Secondo notizie turche, i pescatori hanno catturato inaspettatamente le razze l'11 marzo e le hanno sbarcate a Izmir, con l'intenzione di esportare la carne in Grecia.

In base a una misura adottata nel 2012 dalla Commissione generale per la pesca nel Mediterraneo (CGPM), è vietato sbarcare e vendere tutte le specie di squali e razze elencate in un protocollo speciale della Convenzione di Barcellona. Turchia e Grecia sono entrambe firmatarie della convenzione e della CGPM.

Le razze del diavolo partoriscono solo un cucciolo ogni uno o tre anni, quindi sono particolarmente suscettibili alla pesca eccessiva. Il gigantesco raggio del diavolo (Mobula mobile) del Mediterraneo è classificata come in pericolo di estinzione nella Lista rossa delle specie minacciate della IUCN.

“Siamo profondamente preoccupati che questa palese ignoranza o disprezzo delle misure vincolanti sia in contrasto con i rapporti della GFCM secondo cui l’attuazione della misura relativa agli squali e alle razze del 2012 è progredita bene, anche in Turchia e Grecia”, ha affermato Ali Hood, direttore della conservazione per lo Shark Trust.

“I subacquei sono particolarmente affezionati al diavolo e alle mante a loro strettamente correlate, e abbiamo lottato duramente per ottenere la protezione di loro secondo i trattati sulla fauna selvatica”, ha osservato Ania Budziak, direttrice associata di Project AWARE.

“Siamo particolarmente ansiosi di vedere l’entrata in vigore degli elenchi CITES nelle prossime settimane, poiché sono fondamentali per impedire che il commercio delle razze del diavolo contribuisca a ulteriori diminuzioni della popolazione e potrebbero aiutare a rimuovere l’incentivo per le razze terrestri che vengono catturate accidentalmente in pesca mirata ad altre specie”.

I gruppi di conservazione, che includono anche Shark Advocates International, stanno anche guardando a una riunione di conformità della GFCM di giugno e a una strategia globale di conservazione dell’IUCN recentemente pubblicata per il diavolo e le mante come strade chiave per affrontare le carenze politiche.

Ciò include l’adozione delle migliori pratiche per rilasciare con attenzione le razze dalle reti da pesca, come avviene nel Pacifico per aumentare le loro possibilità di sopravvivere alla cattura accidentale.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

16-Mar-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x