La svolta mentre i sub esplorano Neapolis

archivio – Diving NewsLa svolta dei subacquei esplora Neapolis

Extensive underwater remains of the lost Roman city of Neapolis, discovered by maritime archaeologists off Tunisia’s north-eastern coast, have confirmed that it was engulfed by a catastrophic tsunami in 365 AD.

Antichi testi ricordano che lo stesso tsunami del Mediterraneo che sommerse gran parte della città causò gravi danni fino a Creta e all'Egitto.

The 20-hectare remains, found off the town of Nabeul, have been surveyed by a dive-team formed by Tunisia’s National Heritage Institute and the University of Sassari in Sardinia.

Le indagini sul sito sono andate avanti per sette anni, ma solo le condizioni meteorologiche favorevoli di quest'estate hanno reso possibile la scoperta.

The archaeologists have now explored the remains of a network of streets, statues and some 100 fermentation tanks used to produce garum – reinforcing the belief that Neapolis was Rome’s major producer of this spicy fish sauce used to flavour food, and expanded through its trade in the condiment.

The present town of Nabeul developed on the former site of Neapolis (“new city” in Latin), and tourists have long visited the few ruins of the Roman colony that remain on land, consisting of the foundations of a single villa and what’s left of a garum factory.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

01-set-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x