Lo sbiancamento influisce sulla capacità dei pesci di identificare i predatori

archivio – Diving NewsLo sbiancamento influisce sulla capacità dei pesci di identificare i predatori

Secondo una nuova ricerca, l’odore del corallo sbiancato ricoperto di alghe può mettere in pericolo i pesci della barriera corallina impedendo loro di identificare i predatori.

Scienziati australiani e svedesi hanno scoperto che i danni ai coralli hanno impedito alle castagnole comuni di rispondere alle sostanze chimiche che normalmente indicherebbero l’avvicinarsi di predatori affamati.

"I cuccioli di pesce utilizzano segnali di allarme chimici rilasciati dalla pelle degli individui attaccati per apprendere l'identità di nuovi predatori", ha affermato il professor Mark McCormick dell'ARC Center of Excellence for Coral Reef Studies presso la James Cook University in Australia.

“Mescolano il segnale di allarme del loro compagno ferito con l’odore o la vista del predatore responsabile, permettendo loro di apprendere quali individui sono pericolosi e dovrebbero essere evitati in futuro.

“Abbiamo scoperto che l’allarme chimico funzionava solo con le castagnole sui coralli vivi. Le loro controparti sui coralli morti non sono riuscite a captare l’odore”.

La dott.ssa Oona Lönnstedt dell’Università di Uppsala in Svezia, con la quale James Cook ha collaborato allo studio, ha dichiarato: “Se il processo di catalogazione ed evitamento dei predatori è ostacolato in alcune specie dalla degradazione e dalla perdita dei coralli, allora gran parte della diversità dei pesci della barriera corallina potrebbe essere ridotta”. perso anche lui. Molti pesci della barriera corallina necessitano di habitat specifici che solo le barriere coralline sane possono fornire”.

“La Grande Barriera Corallina sta attualmente vivendo il peggiore evento di sbiancamento di massa dei coralli della sua storia e la copertura corallina sulla maggior parte delle barriere coralline sta diminuendo drasticamente”, ha affermato il professor McCormick. “Se corallo morto maschere Segnali chimici chiave utilizzati per apprendere nuovi predatori, la ricostituzione delle barriere coralline potrebbe essere seriamente minacciata”.

Lo studio è pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B.

17-mag-16

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x