Gli archeologi esplorano il Golfo di Aqaba

archivio – Diving NewsGli archeologi esplorano il Golfo di Aqaba

Localizzare i resti sommersi della città di Ayla sarà l'obiettivo degli archeologi giordani ed egiziani a luglio, mentre effettueranno il loro primo scavo sottomarino nel Golfo di Aqaba.

Si dice che Ayla sia stato il primo porto del Mar Rosso e la prima città islamica ad essere costruita al di fuori della penisola arabica.

Oggi si possono vedere le rovine a nord-ovest della città di Aqaba, ma dopo aver esaminato i primi testi e le immagini, la Royal Marine Conservation Society of Jordan (JREDS) ritiene che ulteriori resti si trovino sott'acqua.

Ayla fu fondata a metà del VII secolo d.C. e prosperò fino al periodo crociato della fine del XII secolo, quando soffrì non solo di assedi ma anche di terremoti.

Se si dovesse accertare che altri resti si trovano nel mare, l'intenzione è quella di proteggerli e promuoverli come patrimonio turistico e culturale.

"La scoperta di siti archeologici sottomarini aiuterà anche a proteggere le fragili barriere coralline di Aqaba indirizzando l'interesse dei subacquei verso altri siti sottomarini", ha detto al Jordan Times Ihab Eid, direttore esecutivo di JREDS.

Il progetto è finanziato dal progetto Sustainable Cultural Heritage Through Engagement of Local Communities dell'USAID.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

08-mag-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x