Squali di 400 anni: “capsule del tempo viventi”

Il professor Praebel dell'UIT, l'Università Artica della Norvegia, ha detto ad un pubblico di scienziati marini dell'Università di Exeter che crede che i geni degli squali, noti per vivere per 400 anni o più, potrebbero contenere il segreto della lunga vita di altri vertebrati. compresi gli esseri umani.

Leggi anche: Cosa ci fa uno squalo della Groenlandia nei Caraibi?

Il team del professor Praebel ha studiato il DNA prelevato dagli squalifini durante le operazioni di etichettatura nell’ambito del progetto “Old and Cold”, che coinvolge anche ricercatori provenienti da Danimarca, Groenlandia, Stati Uniti e Cina.

Gli scienziati hanno ora sequenziato i dati completi del DNA mitocondriale di quasi 100 squali della Groenlandia, ma devono isolare i geni della “lunga vita” che potrebbero spiegare cosa determina l’aspettativa di vita delle diverse specie.

Lo squalo della Groenlandia si trova nelle profonde acque del Nord Atlantico, comprese quelle al largo della Gran Bretagna settentrionale, e fa parte della famiglia degli squali dormienti di 110 milioni di anni.

Lo squalo più vecchio studiato finora era una femmina di 5 metri che si stima avesse 392 anni (più o meno 120 anni, o tra 512 e 272 anni).

"Poiché lo squalo della Groenlandia vive per centinaia di anni, ha anche abbastanza tempo per migrare su lunghe distanze, e i nostri risultati genetici hanno dimostrato esattamente questo", ha affermato il professor Praebel.

“La maggior parte degli individui nel nostro studio erano geneticamente simili a individui catturati a migliaia di chilometri di distanza”.

Si riteneva possibile che l'accoppiamento fosse avvenuto nei profondi fiordi artici, ha detto.

Considerando gli squali vivi oggi che precedono la rivoluzione industriale, il professor Praebel li ha descritti come “capsule del tempo viventi” e ha affermato che i loro tessuti, ossa e dati genetici potrebbero aiutare a misurare l’impatto del cambiamento climatico, dell’inquinamento industriale e della pesca commerciale sulle loro popolazioni. e sugli oceani.

Nel frattempo un altro gruppo di scienziati ha notato che gli squali della Groenlandia hanno una frequenza cardiaca insolitamente lenta, con un solo battito ogni 10 secondi. L'osservazione è arrivata durante una recente spedizione di marcatura in Groenlandia guidata dal professor Steffensen dell'Università di Copenaghen a bordo della nave da ricerca Sanna.

Divernet segnalato per la prima volta sull'attuale collaborazione Programma di ricerca sugli squali della Groenlandia.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x