Teaser per il Fotografo Naturalista dell'Anno

Sconfitta nella competizione NHM
Custodia Octopus (Samuel Sloss/Fotografo naturalista dell'anno)

I risultati del concorso Wildlife Photographer of the Year sono sempre molto attesi, ma ogni anno l'organizzatore, il Natural History Museum, pubblica un teaser con un'anteprima delle immagini valutate come Altamente Commendate dai giudici. 

Leggi anche: Il concorso sulla fauna selvatica mette in scena il gioco

E tra le 14 fotografie pubblicate in anticipo per il concorso del 2022 ci sono tre suggestivi scatti subacquei, tra cui quello della noce di cocco polipo sopra, scattata da Samuel Sloss (Italia/USA) e inserita nella categoria “15-17 anni”.

Sloss was muck-diving in Lembeh Strait in Indonesia when he noticed the polipo peeking out from its clamshell. He reduced his strobe power to avoid distressing it and, although the polipo chiuse il coperchio mentre si avvicinava, poi lo riapri lentamente per rivelarne i colori e le spire (Nikon D300 with 105mm f2.8 lens in a Nauticam housing with two Inon Z-240 strobes, 1/320th @ f/6.3, ISO 200).

Wildlife Photographer of the Year è sviluppato e prodotto dall'NHM di Londra e la sua 58a mostra riprogettata, che aprirà al museo il 14 ottobre, presenta 100 immagini vincitrici selezionate tra le proposte di fotografi di tutti i livelli di esperienza provenienti da 93 paesi. 

Ogni progetto è stato giudicato in modo anonimo per creatività, originalità ed eccellenza tecnica da una giuria internazionale di esperti del settore, afferma l'NHM. Le immagini vincitrici, inclusi i prestigiosi Grand Title e Young Grand Title Awards, saranno annunciate l'11 ottobre durante una cerimonia ospitata dal presentatore televisivo e ambientalista Chris Packham. 

“Queste immagini stimolanti trasmettono l’impatto umano sul mondo naturale in un modo che le parole non possono – dall’urgenza del declino della biodiversità all’incoraggiante ripresa di una specie protetta”, ha commentato il direttore dell’NHM, Dr Doug Gurr.

NHM Lo sguardo giusto
Lo sguardo giusto (Richard Robinson/Fotografo naturalista dell'anno)

Per il suo tiro Lo sguardo giusto, Richard Robinson (Nuova Zelanda) ha avuto la fortuna di diventare oggetto di fascino per una giovane balena franca australe al largo di Port Ross, Auckland. Mentre lo indagava, la sfida di Robinson era quella di nuotare abbastanza lontano da poterlo fotografare (con un permesso del Dipartimento di Conservazione). 

L'incontro è durato 30 minuti, poiché il vitello gli girava intorno e nuotava via prima di tornare per un'altra occhiata. La popolazione si è ripresa dopo essere stata cacciata quasi fino all’estinzione e ora conta più di 2,000 individui. L'immagine ha ricevuto una menzione speciale nella categoria "Ritratti di animali" (Canon EOS 5DS R with 8–15mm f4 lens at 15mm in an Aquatica housing, 1/500th @ f/4.5, ISO 640). 

NHM Pesce persico nel lago di alghe
Il Paese delle Meraviglie Sottomarine (Tiina Törmänen/Fotografo naturalista dell'anno)

Il paese delle meraviglie sottomarino was Highly Commended in the “Under Water” category and resulted from photographer Tiina Törmänen (Finland) floating through sheets of pink-tinged algae on her annual lake snorkel at Posio before running into a school of inquisitive European perch.

Nei tre anni precedenti aveva trovato solo pesci morti, riflettendo il fatto che, sebbene la scena potesse sembrare attraente, le fioriture algali possono causare grossi problemi alla fauna acquatica (Canon EOS R5 with 15–35mm f2.8 lens at 15mm in a Nauticam housing, 1/250Th @ f/8, ISO 500

A less attractive fish subject was captured by Srikanth Mannepuri (India) and Highly Commended in the “Oceans: The Bigger Picture” category. Shocked to see so many recently caught marlin and sailfish in a single place in one morning, he used a drone to photograph the market at Kakinada in Andhra Pradesh (DJI Mavic 2 Pro with Hasselblad L1D-20c & 28mm f2.8 lens, 1/500th @ f/5.6, ISO 100)

NHM Marlin e pesce vela
Just One Day's Catch (Srikanth Mannepuri/Fotografo naturalista dell'anno)

"Ciò che mi è rimasto impresso non è solo lo straordinario mix di soggetti della collezione di quest'anno - un vasto panorama del mondo naturale - ma la forza emotiva di così tante immagini", ha commentato il presidente della giuria Roz Kidman Cox. 

Dopo il lancio della mostra londinese, che durerà lì fino al 2 luglio 2023 e co-sponsorizzata dalla società di energia verde Ørsted, intraprenderà un tour nel Regno Unito e internazionale. Prenota i biglietti qui.

Iscrizioni al concorso 2023 sono accettati dal 17 ottobre 2022 fino all'8 dicembre. È possibile inviare fino a 25 immagini pagando una tariffa di £ 30, ma i partecipanti di età pari o inferiore a 17 anni possono inviare fino a 10 immagini gratuitamente.

Le Portfolio del fotografo naturalista dell'anno 32 il libro sarà in vendita dal 12 ottobre, al prezzo di £ 25. 

Stage retribuiti in TV sulla conservazione della fauna selvatica

I subacquei più giovani provenienti da ambienti sottorappresentati che desiderano intraprendere una carriera in TV e nella conservazione della fauna selvatica potrebbero essere interessati a un nuovo programma creato da un ente di beneficenza per la conservazione con sede a Bristol.

Sostenuto dal WWF-UK, il Wildscreen Storytelling Internship Scheme offre stage retribuiti a sei ragazzi di età compresa tra i 18 e i 25 anni con sede nel Regno Unito e sei con sede a livello internazionale. Dodici società di produzione televisiva sulla fauna selvatica e organizzazioni di conservazione forniranno competenze ed esperienze professionali pratiche agli aspiranti narratori e creatori di contenuti, promettendo di coprire aspetti "dall'uso della telecamera al montaggio, e dallo sviluppo della storia alla sceneggiatura". 

I conduttori forniranno tutoraggio individuale e l'offerta comprende un anno di abbonamento alla Wildscreen Network, ritenuta la più grande comunità professionale al mondo per il genere televisivo e cinematografico sulla fauna selvatica.

Il programma è rivolto in particolare a quei giovani che, secondo Wildscreen, potrebbero normalmente incontrare barriere sistemiche all’ingresso “tra cui individui etnicamente diversi, talenti locali, individui LGBTQIA+, coloro che vivono con disabilità, donne, individui che si identificano come neurodiversi e individui provenienti da condizioni socio-economiche basse”. -contesto economico”. 

“Per far crescere e diversificare il pubblico che guarda contenuti sulla fauna selvatica e partecipa alle campagne delle organizzazioni ambientaliste, è fondamentale affrontare la mancanza di rappresentanza in coloro che creano i contenuti”, afferma Lucie Muir, CEO di Wildscreen. “Ci auguriamo che questo progetto dimostri gli enormi vantaggi derivanti dalla democratizzazione di chi racconta le storie della natura”.

Planta Alta in Argentina e Big Wave Productions con sede a Brighton sono i primi host registrati e le candidature sono ora aperte Sito web Wildscreen.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x