Sparando a Nemo

I pesci pagliaccio sono soggetti utili per i ritratti di pesci: metti a fuoco l'occhio e sei a metà strada.
I pesci pagliaccio sono soggetti utili per i ritratti di pesci: metti a fuoco l'occhio e sei a metà strada.

SUBACQUEO FOTOGRAFICO

Cosa rende i pesci pagliaccio dei soggetti fotografici così eccellenti?

RICCARDO ASPINALL trova la risposta negli anemoni che li ospitano – e nella biologia

0319 nemo principale
Sparando a Nemo 5

I PESCI PAGLIACCIO SONO TRA il pesce più amato dei mari; popolare tra i subacquei, in particolare i fotografi subacquei, e ovviamente tra il pubblico più ampio, in gran parte a causa delle buffonate animate di un particolare pesce.

Come fotografo ho trascorso molto tempo con questi personaggi affascinanti e carismatici. In effetti, potrebbe essere stato un certo anemone di clown a darmi fotografia la spinta di cui aveva bisogno.

Immagina di realizzare che la tua fotocamera, sigillata nella sua custodia, non è impermeabile come speravi.

Immagina che le parti interne della fotocamera si dissolvano rapidamente nella salamoia. È una sensazione profondamente disgustosa.

Ero a Mauritius, a fotografare specie rare e in via di estinzione, dai parrocchetti agli scinchi, e il pesce pagliaccio mauriziano era sulla mia lista, avevo un corpo Nikon e un obiettivo macro in meno, ma alle 2 del mattino ho escogitato un piano per inserire una Nikon leggermente diversa nella mia alloggi ormai prosciugati.

Dovrei manipolare il flash e poi avrei la possibilità di utilizzare l'autofocus e azionare il grilletto, ma sarebbe tutto, se la custodia non mi deludesse.

Il giorno dopo, mi sono tuffato provvisoriamente nelle acque dell'Oceano Indiano, scendendo come un principiante, dolcemente, dolcemente verso una barriera corallina poco profonda. Non sono mai stato così nervoso sott'acqua.

Sembrava tutto a posto. L'acrilico trasparente dell'alloggiamento è rimasto trasparente, senza acqua sporca che scorreva al suo interno (acqua di mare e componenti elettronici si mescolano per formare un orribile colore brunastro) e c'era un grande anemone, con una tonalità leggermente verdastra sui tentacoli e una gonna rosso vivo.

A osservarmi da quelle braccia cariche di pungiglione c'era la mia preda, Amphiprion chrysogaster. Ho sparato ripetutamente, riempiendo la mia scheda di memoria con gli scatti di ogni pesce e piangendo il mio obiettivo macro lasciato pieno di acqua salata sulla terraferma.

Tuttavia, ho fatto qualche scatto e ho iniziato una sorta di storia d'amore con questi pesciolini esuberanti che, cinque anni dopo, non mostra segni di cedimento.

HO SCRITTO QUELLA STORIA, aggiungendo il resto dei dettagli, descrivevo i pesci e come si sarebbero fatti strada attraverso la barriera corallina da un anemone all'altro, tenendosi fuori dalla portata di un pesce leone che sperava che la mia presenza li spaventasse nel suo menu. Sorprendentemente, un editore, Steve Weinman di DIVER, ha detto "sì", e sono diventato un fotografo subacqueo pubblicato e piuttosto soddisfatto di me stesso, iniziando uno dei capitoli più gratificanti della mia vita.

Da allora ho fotografato forse un quarto delle specie riconosciute di pesci pagliaccio: ce ne sono 30, ma mi aspetto che questa cifra cambi man mano che ulteriori studi affinano la loro tassonomia. Ho anche imparato qualcosa in più sulla loro biologia, dalla pratica di cambiare sesso alla loro caratteristica distintiva: l'alleanza con gli anemoni.

Gli anemoni sono animali intriganti. Attaccati alle rocce, sembrano innocenti e simili a fiori, eppure possono pungere, uccidere e inghiottire facilmente i pesci incauti. Al centro del disco di tentacoli si nasconde una cavità che possiamo chiamare “bocca”, ma svolge molte più funzioni, tra cui la dispersione dei gameti (sperma e uova) e l'espulsione dei rifiuti – i pezzetti indigeribili dei pesci del reef!

Allora come possono i pesci pagliaccio, e un numero limitato di altre specie di pesci, come le damigelle domino, essere così intimamente associati a predatori voraci e mortali?

La risposta è mucosa. I clown hanno spessi strati di muco che li proteggono e sembrano in grado di “prendere in prestito” il muco dell’anemone per mask il loro aspetto dal loro ospite. Ci sono prove che le mucose dei pagliacci abbiano una chimica caratteristica che avvisa l’anemone di non pungere.

Anche l'anemone deriva molto da questo rapporto. Alcuni studi recenti indicano che i microbi potrebbero essere condivisi tra i pesci e gli anemoni.

Questo pesce del Mar Rosso (A bicinctus) sta proteggendo le sue uova rosso vivo, ma il suo ospite anemone si è ritirato in una fessura nella roccia, esponendole. Gli anemoni tendono a rimanere fermi in un posto ma sono capaci di movimenti lenti, utilizzando il disco di attacco muscolare.
Questo pesce del Mar Rosso (A bicinctus) sta proteggendo le sue uova rosso vivo, ma il suo ospite anemone si è ritirato in una fessura nella roccia, esponendole. Gli anemoni tendono a rimanere fermi in un posto ma sono capaci di movimenti lenti, utilizzando il disco di attacco muscolare.

È noto che dieci specie di anemoni ospitano pesci pagliaccio e, così come i pagliacci si sono evoluti per vivere nei 'nem, così i 'nem si sono evoluti per beneficiare della presenza dei pagliacci.

Non solo proteggono l’anemone dai predatori, ma la loro attività può aumentare il flusso di acqua ossigenata verso l’anemone, che può anche utilizzare i prodotti di scarto dei pesci. Alcune osservazioni di clown in cattività suggeriscono che i pesci effettivamente nutrono i loro ospiti, ma può darsi che i pesci abbiano abitudini alimentari disordinate e occasionalmente perdano un boccone.

Per i pesci pagliaccio un fotografo subacqueo è un predatore, e la loro stoica capacità di restare fermi e persino di fare brevi affondi verso una macchina fotografica è la prova del loro rapporto incredibilmente forte con il loro ospite. Posso sempre contare su un pesce pagliaccio per un buon tiro, ma la loro tenacia sembra variare da una specie all'altra.

Il clown del Mar Rosso è una specie esuberante che ti morderà le dita se sei un subacqueo a cui piacciono questo genere di cose: cerco di infastidirli il meno possibile. Essendo un animale così duro, è facile avvicinarlo mentre si accuccia nella sua casa di anemoni, tra brevi sortite fatte nella tua direzione nella speranza di salutarti.

ALCUNE SPECIE sono piuttosto ombrosi e si nasconderanno lontano da te sul lato opposto dell'anemone, quindi dovrai inseguirli per casa con scarso successo.

Con queste specie un obiettivo macro è meno utile, e potrebbe essere meglio riprenderle con un obiettivo più ampio e catturare l'anemone per intero, mostrando questa relazione mutualistica nella sua totalità.

In questo scenario, la simbiosi pesce pagliaccio/anemone diventa un unico soggetto fotografico e puoi sfruttare la capacità degli obiettivi grandangolari di mettere a fuoco molto vicino a un soggetto.

La tecnica del grandangolo a fuoco ravvicinato dal nome un po' goffo potrebbe essere stata inventata per anemoni e pagliacci.

Ci sono alcune cose che devi considerare con questi scatti. In primo luogo, ti avvicinerai al soggetto ed è facile danneggiare i coralli e altre creature sulla barriera corallina, quindi devi fare attenzione.

Un'inquadratura ampia per mostrare una coppia del Mar Rosso nel contesto, utilizzando la regola dei terzi per posizionare il pesce nell'inquadratura lasciando abbastanza "blu" per contrastare con il colore dei pesci.
Un'inquadratura ampia per mostrare una coppia del Mar Rosso nel contesto, utilizzando la regola dei terzi per posizionare il pesce nell'inquadratura lasciando abbastanza "blu" per contrastare con il colore dei pesci.

In ogni caso, non vuoi sollevare sabbia e sedimenti che degraderanno la tua immagine e ti lasceranno con un sacco di lavoro in Photoshop, rimuovendo la retrodiffusione con lo strumento di correzione delle macchie.

L'altra tecnica (temperata dalle avvertenze di cui sopra e non sempre possibile) è cercare di andare al di sotto, o almeno allo stesso livello, del soggetto. Vedo regolarmente subacquei fotografare soggetti così come sono pinna lungo la barriera corallina, scattando verso il basso per produrre immagini nella migliore delle ipotesi poco interessanti.

Abbassarsi e scattare verso l'alto includendo parte del blu rafforza l'impressione delle acque tropicali illuminate dal sole.

Spesso è possibile includere uno sprazzo di sole, anche se potrebbe essere necessario selezionare un'apertura stretta per garantire che il "blu" non venga sbiadito: f11-16 è l'ideale.

Tali soggetti si affidano ad un uso attento dei flash per aggiungere luce artificiale per far risaltare i colori “reali” dell'anemone e dei pesci.

Mentre la maggior parte degli anemoni sono piuttosto opachi, alcuni hanno colori spettacolari, con gli anemoni dalla punta a bolla rossa soggetti superbi.

Non esistono regole ferree su come impostare i flash, ma è probabile che dovrai "ridurre" l'output dell'uno o dell'altro per evitare che una parte del soggetto venga sovraesposta.

Probabilmente dovrai riorganizzare anche i flash sui bracci, per limitare le ombre e garantire un'illuminazione uniforme.

Suggerirei, come punto di partenza, di posizionare i flash con la testa verso la parte posteriore dell'estremità della cupola e leggermente angolati. Potrebbe essere necessario ruotarne uno e ridurre l'emissione del flash più vicino al soggetto.

Prima ho fatto riferimento agli avventurosi pesciolini della Disney, e oggigiorno le guide subacquee dell'Indo-Pacifico si riferiscono ai clown come Nemos nei loro briefing. Questo aiuta sempre a stanare i pedanti che non possono fare a meno di osservare che “il papà di Nemo si trasformerebbe in una femmina”, e “Come mai Nemo è finito in quello stesso anemone, mentre si disperdevano nel plancton…?” Questi personaggi sono affascinanti o profondamente noiosi, a seconda del punto di vista, ma hanno ragione.

I pesci pagliaccio si schiudono dalle uova e vanno alla deriva

come larve nel plancton, e man mano che i pesci si sviluppano si depositano e trovano anemoni.

Questo processo non è del tutto compreso, anche se la ricerca ha dimostrato che possono utilizzare il rumore di una barriera corallina sana (le barriere coralline sono luoghi sorprendentemente rumorosi) e le sostanze chimiche emesse dagli anemoni per orientarsi. Ciò significa che è improbabile che i pagliacci trovati in un anemone siano imparentati.

L'osservazione degli anemoni in natura rivela solitamente una coppia di pesci dominante, ma anche molti esemplari giovani, che sono particolarmente attraenti e spesso mostrano colorazioni diverse rispetto agli adulti.

TIRO AL novellame si basa su un obiettivo macro e devi avvicinarti. A tali distanze qualsiasi movimento sarà visibile, quindi è necessario utilizzare un tempo di posa abbastanza veloce e posizionare i flash con cura.

Tendo a disporre i miei quasi puntati l'uno verso l'altro, utilizzando il bordo più lontano dei coni di luce prodotti per illuminare il soggetto ma non lo sfondo. Ci vuole un bel po’ di pratica, ma è una tecnica utile da padroneggiare.

Un giovane pesce pagliaccio dell'Oman: man mano che matura, perderà molto del suo fascino.
Un giovane pesce pagliaccio dell'Oman: man mano che matura, perderà molto del suo fascino.

Man mano che i clown maturano, il pesce più grande dell'anemone si trasformerà da maschio in femmina, il secondo pesce più grande diventerà il suo compagno e diventeranno piuttosto territoriali e spesso espelleranno altri pesci dall'anemone.

Questo può essere piuttosto rischioso. Vedi spesso anemoni senza pesce, ma raramente vedi un pesce pagliaccio senza anemone. Da soli, non durano a lungo.

I clown sono ottimi soggetti per i ritratti, ma è sorprendente quanto spesso ne ho scattato uno e poi ho notato che l'anemone è occupato anche da un sottoinsieme di altri piccoli personaggi che potresti riuscire a riprendere contemporaneamente.

Vengono ospitati altri pesci, alcuni solo nella fase giovanile, ma all'interno dei tentacoli si annidano anche numerosi piccoli crostacei, spesso addetti alla pulizia degli anemoni.

I più comuni sono i piccoli gamberetti, che rappresentano una vera sfida da fotografare.

Più ti avvicini, anche con un'apertura ridotta, che normalmente massimizza la profondità di campo, scoprirai che diventa sempre più difficile catturare tutto l'animale, il che può risultare in immagini molto belle e quasi astratte, che mostrano forse solo il volto dell'animale. occhi all'interno di un campo sfocato.

Gli abbinamenti clown/anemone offrono la possibilità di scattare foto anche dei subacquei. Per anni ho cercato di escludere i subacquei dalle mie foto, ma ultimamente (e quando riesco a trovare un amico/guida disponibile) cercherò di ottenere uno scatto "questo potresti essere tu" come quello all'inizio di questa caratteristica.

Ovviamente, questo richiede del tempo per perfezionarsi. Ci sono almeno tre esseri viventi che si muovono in tre dimensioni, ma la natura relativamente statica dei pesci pagliaccio ti offre una possibilità che potresti non avere con la maggior parte della vita marina.

Come sempre nelle immersioni e fotografia subacquea, comprendere il mondo e la vita intorno a te non è del tutto necessario per divertirti, ma conoscere un po' di più i tuoi argomenti non può far male.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x