Sparatoria ad Anilao

I MUCK-DIVER SONO una razza interessante, e quale posto migliore per osservare questi maghi sottomarini al lavoro se non il concorso Anilao Photo Shoot-Out nelle Filippine?

Non solo la posizione rende questa competizione desiderabile ed esotica a cui partecipare, ma alcuni nomi famosi adornano anche le porte degli “spogliatoi” dei giudici. David Doubilet e sua moglie Jennifer Hayes dagli USA, Tobias Friedrich dalla Germania, Scott Tuason dalle Filippine, William Tan di Singapore e Yoshi Hirata dal Giappone possono vantare tra loro innumerevoli premi, libri e anni di brillante visibilità mediatica.

Più di 7000 isole formano l'arcipelago delle Filippine e la mia destinazione nella “perla dei mari d'oriente” è Anilao Bay di Mabini, nella parte occidentale del paese nella provincia di Batangas. Atterrando a Manila e devastato dal jet-lag, dormo per la maggior parte delle tre ore di trasferimento dall'aeroporto all'Aiyanar Beach & Dive Resort. Sono qui per osservare la lotta titanica.

I concorrenti della sparatoria provenienti da tutto il mondo, 173 in tutto, sono sparsi negli alloggi intorno alla baia, con Aiyanar e la vicina Acacia che fungono da base per la maggior parte delle attività in superficie come registrazione, briefing, workshop fotografici, conferenze stampa e ricevimenti.

I concorrenti sono divisi nella categoria Compact Camera e Open Class, che accoglie fotografi di qualsiasi livello con qualsiasi tipo di fotocamera e accessori.

In entrambe le categorie, i partecipanti potranno competere nelle sezioni Macro e Super Macro, Comportamento marino, Nudibranchi, Ritratto di pesce e Cefalopodi.

NUOVE CATEGORIE PER gli eventi del 2017 sono Black Water & Bonfire e Phone Camera & GoPro. Nelle immersioni in acque nere, una linea zavorrata viene lasciata cadere sul lato di una barca con una luce attaccata. I subacquei trascorrono l'immersione sotto la barca a mezz'acqua fotografando tutto ciò che è attratto dalla luce dalle profondità, per quanto piccolo, e utilizzando un obiettivo macro per comporre il soggetto sullo sfondo nero simile allo spazio.

Anche il falò utilizza una luce fissa per attirare le creature della notte, ma in acque poco profonde e solitamente dalla riva. In ogni caso, i risultati possono essere strabilianti e ogni notte frotte di concorrenti ad Anilao si dirigono verso l'acqua per cercare le creature più belle mentre il sole scompare rapidamente all'orizzonte.

Nessuno sa cosa appariranno nelle categorie Fotocamera telefono e GoPro, ma in ogni campo sono in palio il primo, il secondo e il terzo posto.

Uno degli aspetti più importanti di questo e, sono sicuro, di molti altri servizi fotografici che coinvolgono soggetti macro è lo “spotter” del fotografo. Gli organizzatori del concorso Anilao hanno messo in fila circa 200 guide subacquee locali pronte per essere assunte dai partecipanti entusiasti. Senza la conoscenza locale, si perderebbe tempo prezioso e molte delle specie più pregiate potrebbero scomparire completamente.

Jun de Leon, residente nelle Filippine, un principiante della fotografia subacquea con cui condivido una barca durante la settimana, mi dice che pensa che avrebbe "solo metà delle possibilità di trovare soggetti senza uno spotter professionista". Sono interessato a vedere come se la cava.

Due code crescono costantemente al resort Acacia poiché i partecipanti arrivano la mattina della registrazione per far cancellare le loro schede SD e timbrare l'ora da un funzionario. Viene consegnato loro un cartellino identificativo verde e numerato da apporre sul proprio corpo regolatore- il loro osservatore indosserà una targhetta numerata rossa corrispondente.

DURANTE LA CODA, Jun mi spiega di aver preparato la sua macchina fotografica per la competizione tre giorni prima dell'evento “per assicurarsi che non ci fossero brutte sorprese in arrivo quel giorno”.

Durante un incontro di spotter a cui ho partecipato la sera prima della gara, gli organizzatori avevano sottolineato che, qualora qualcuno fosse stato testimone di comportamenti distruttivi nell'ambiente sottomarino, la targhetta identificativa del concorrente avrebbe dovuto essere denunciata e il trasgressore sarebbe stato successivamente squalificato.

Apprendo che in passato i concorrenti sono stati visti spostare le creature per ottenere composizioni più desiderabili, introdurre la fauna selvatica in una scena e persino danneggiare la barriera corallina per catturare "quello scatto".

Non ho motivo di pensare che la maggior parte dei subacquei si comporti male durante l'evento, ma sarebbe solo questione di giorni prima che vidi alcune pinne molto "mal posizionate" durante un'immersione nel reef. Anche molti altri subacquei hanno notato questo comportamento e il numero della targhetta identificativa dell'autore del reato è stato debitamente preso e il subacqueo è stato ammonito più tardi quel giorno.

Con oltre 170 fotografi in acqua, la maggior parte con spotter e tutti in lizza per i soggetti più fotogenici, mi chiedo come andrà a finire la competizione.

Assisterò a scene che ricordano gli acquirenti che litigano per televisori economici durante il Black Friday? Oppure ogni sub si troverà comodamente al suo posto sulla barriera corallina, con tanto spazio per divertirsi e competere insieme in questo luogo magico?

Giunti sul fondale alla prima immersione dalla barca, la guida/osservatore si gratta il cappuccio quando vede che sono venuto equipaggiato solo con un obiettivo grandangolare.

Cerco di spiegare il mio obiettivo attraverso alcuni segnali manuali improvvisati, che penso facciano il lavoro.

Jun si allontana velocemente con il suo osservatore, lasciandoci ad osservare pesci pagliaccio che si prendono cura di migliaia di piccole uova, gamberetti scheletro, ghiozzo giallo, granchi canditi e una selezione di altri animali strani e divertenti, che spesso incorporano la parola "peloso" nei loro nomi popolari.

Le immersioni sono un mix di letame e giardino di corallo e il sistema di barriera corallina sembra essere in buone condizioni, brulicante di vita ittica e con gran parte del corallo in ottimo stato.

Le immersioni nel fango di solito non sono più profonde di circa 15 metri e sulla sabbia. Piccole oasi costituite magari da un'unica piccola roccia sul fondo del mare, un metro quadrato di corallo o addirittura dei rifiuti possono fornire una casa a una vasta gamma di piccoli esseri, e ognuno di essi mi riserva vere sorprese.

Potrei vedere un singolo cavalluccio marino aggrappato a un pezzo di legno affondato delle dimensioni di una pinta, circondato da nient'altro che sabbia fino al limite della visibilità, e poi, a diversi calci di pinna di distanza, il ghiozzo più sorprendente rintanato in una bottiglia. E così va avanti.

Guardandomi intorno, posso vedere coppie di concorrenti con i loro osservatori che esaminano i soggetti più piccoli, uno con una grossa macchina fotografica e l'altro con una guida di metallo. Confrontando le mie esperienze di immersione nella zona con Jun più tardi quel giorno, mi sorprende dicendo che ha avuto pochissimi colpi di fortuna con le creature trovate dal suo osservatore.

Anche con la conoscenza locale, immagino che ci sia anche una buona dose di fortuna.

ERO STATO SOTTO l'impressione che prima dell'inizio della gara Jun avesse in mente uno scatto particolare, invece non sembrava essere così.

So, tuttavia, che i concorrenti più esperti o abituali spesso non solo pianificano in anticipo uno scatto, ma entrano anche in acqua con un soggetto specifico in mente.

I rifiuti giocano il loro ruolo nelle immersioni nel fango e questa competizione non è diversa, con una forchetta di plastica che spunta dalla sabbia qui e un'infradito smarrita là che definisce il tema. Abbiamo trovato una coppia di pesci pagliaccio che avevano fatto di un pacchetto di patatine il loro anemone artificiale, il tipo di scena che sembra comune, persino normalizzata, nei luoghi di immersione nel fango.

I cocktail vengono serviti durante la serata di apertura ufficiale, con un discorso programmatico tenuto dalla tuffatrice della Women's Hall of Fame Lynn Funkhouser. Le sue visite regolari nel paese dal 1975 l'hanno resa un'ambasciatrice del turismo delle Filippine e ha fatto immersioni e fotografato circa 260 isole del paese.

Vengono presentati i giudici e i concorrenti si mescolano e ispezionano l'attrezzatura subacquea esposta dagli sponsor dell'evento.

TEMPI DI CORDA ULTERIORI sono previste per la mattina seguente e sono felice di visitare i siti di immersione circostanti la vicina isola di Sombrero, che prende il nome dalla sua apparizione.

Oltrepassiamo due pescherecci locali con circa 100 metri di rete tesa tra loro su un lato dell'isola, e ci dirigiamo verso il lato sottovento, abbastanza lontano dalla grande trappola per pesci.

La barriera corallina è ricca di vita, soprattutto di pesci pagliaccio pomodoro, una varietà di colore rosso intenso grande quanto la mano di un uomo e un tesoro per ogni concorrente alla ricerca di uova macrogeniche.

I concorrenti in generale sembrano riuscire a distanziarsi durante le immersioni settimanali e, anche se di solito sono presenti diverse barche per le immersioni in ogni sito, tutti sembrano trovare il proprio spazio sott'acqua.

In questo tipo di competizione, una volta che un fotografo ha trovato un soggetto, potrebbe trascorrere lì i successivi 20 minuti circa, quindi immagino che lo spazio sia inferiore. problema che uno stress prolungato sull'argomento. Il grandangolo porrebbe sfide diverse.

La penultima serata mi permette di accedere al briefing dei giudici. Vengono aggiornati sul nuovo software progettato per aiutarli a iniziare il processo di eliminazione una volta inviate tutte le foto. Il sistema semiautomatico sta sostituendo un processo

Mi è stato detto che si era rivelato un po' laborioso negli anni precedenti.

Per la competizione sono state previste nove immersioni in tre giorni e il

L'immersione finale si rivela la più interessante per me – e in effetti per uno o due concorrenti che si trovano in zona.

UN PAIO DI Di recente sono stati avvistati pesci cardinale dalla coda ad anelli in un sito che abbiamo scelto di esplorare e il nostro osservatore Dexter riesce a localizzarli per noi.

Ciò che rende questi ragazzi particolarmente interessanti e davvero fotogenici è che sono allevatori di bocca.

Molto spesso è il maschio a covare, con centinaia se non migliaia di uova tenute in bocca durante il processo di incubazione.

Di tanto in tanto il pesce apre la bocca ed espelle parzialmente le uova simili a gioielli per mantenerle pulite e aerate.

Solo una volta che si saranno schiusi, le uova verranno rilasciate. È uno scatto ricercato, e ci vuole pazienza per riuscire a vedere le uova, poiché il maschio le aera solo ogni due o tre minuti.

Trascorriamo la maggior parte delle nostre immersioni con questa coppia di pesci e la scoperta sembra stile Blue Planet. Riuscire a fotografare questo evento richiede abilità, ma uno o due subacquei riescono a ottenere dei buoni risultati mentre guardiamo.

Al termine del concorso viene imposto ai partecipanti un giorno di riposo, consentendo ai giudici di svolgere il compito di selezionare le loro scelte tra diverse centinaia di proposte, prima della cerimonia di premiazione.

Questo mi dà appena il tempo sufficiente per tirare fuori il mio meno piegato

Maglietta e pantaloncini prima di essere portati via per la serata che ospita l'evento all'interno del parco di un sontuoso resort.

L'evento è più un gran finale di quanto mi aspettassi, e con l'ingresso in stile tappeto rosso sembra più una serata degli Academy Awards che la fine di un concorso fotografico.

Una vivace banda tradizionale supporta compagnie di ballerini, mentre mangiamo e beviamo ai nostri tavoli e ascoltiamo una serie di discorsi.

Vengono annunciati i vincitori e i secondi classificati e il loro lavoro lampeggia sul grande schermo mentre, tra applausi, applausi e fischi, si dirigono sul palco per ritirare premi che ammontano a decine di migliaia di sterline, da computer e alloggi per voli verso destinazioni subacquee.

Il vincitore della sezione Fotocamera del telefono/GoPro fa piazza pulita, essendo il migliore di un brutto gruppo di soli due partecipanti, e vincendo con una foto standard di un pesce leone (non gli dispiacerà se lo dico). Quindi, un ottimo consiglio per chiunque stia pensando di partecipare al concorso Anilao 2018: partecipa a questa categoria per avere maggiori possibilità di vincere premi enormi!

IL MIO AMICO JUN non riesce ad intascare alcun premio, ma poi, mi ha detto che “affilando il suo fotografia subacquea competenze” era comunque il suo obiettivo principale.

Alla fine, il vero vincitore è sicuramente chi si è divertito di più. Non è vero?

• Will ha viaggiato con la Cathay Pacific da Londra Gatwick a Manila su un volo di cortesia che normalmente costerebbe £1100. I pacchetti da quattro notti/nove immersioni per i partecipanti partono da US $ 550 a persona, inclusi trasferimenti e noleggio dell'attrezzatura. La registrazione anticipata per l'Anilao Photo Shoot-Out 2018 (27 novembre - 1 dicembre) costa $ 25 o $ 30 successivamente, anilaoshootout.ph

VINCITORE DELLA CATEGORIA – Johan Sundelin (Svezia), Isola di Santa Fe, Galapagos, Ecuador

“Mentre facevo snorkeling con una colonia di leoni marini, ho subito notato due particolari fotografia sfide. Il primo era come evitare l'attenzione del grande maschio alfa, aggressivo e protettivo. La seconda era l'enorme velocità degli animali nell'acqua. Stare immobile nell'acqua e utilizzare ISO elevati ha risolto i problemi. Ciò mi ha permesso di congelare questo momento di tenerezza utilizzando solo la luce naturale”.

Scatto realizzato con una Nikon D600 con obiettivo Nikkor 16-35mm a 16mm, ISO 1600, 1/180sec @ f/13, custodia Sea&Sea.

0817 foche fotografiche all'aperto

Jim Catlin (Isole Cayman), Isla Mujeres, Yucatan, Messico

“I punti bianchi e la pelle scura di uno squalo balena si prestano immediatamente a un'immagine in bianco e nero. Riprendere questo squalo balena dall'alto mi ha permesso di catturare l'animale nel suo insieme. Perché lo scatto funzionasse, lo squalo doveva trovarsi sotto di me e parallelo alla superficie e alla mia macchina fotografica; fortunatamente si è riunito.

Scatto realizzato con una Olympus OMD-EM5II con obiettivo Olympus 7-14mm a 7 mm, ISO 320, 1/100sec @ f/6.3, custodia Nauticam NA-EM5II

0817 foto all'aperto dello squalo balena

Isabella Maffei (Italia), Isola Pescador, Moalboal, Cebu, Filippine

“Era un’immersione mattutina e quello che sembrava un grosso animale nero si muoveva sotto la barca. Sott'acqua tra le sardine, era come trovarsi in un tifone dal movimento vorticoso. Il problema era come ottenere la giusta esposizione; i pesci si muovono così velocemente e la luce del sole entra ed esce costantemente dalla scena. I movimenti del branco erano abbastanza prevedibili, poiché non c'erano predatori in giro, quindi ho deciso di restare e aspettare che la scena giusta e la giusta esposizione si riunissero.

Ho deciso di utilizzare un tempo di posa lungo per enfatizzare il movimento della scuola; stare sul fondale per stabilizzare il mio corpo è stato fondamentale per permettermi di concentrarmi sul punto giusto.”

Scatto realizzato con una Nikon D5000 con obiettivo Nikon 10-24mm f/3.5-4.5 a 10mm, ISO 200, 1/30sec @ f/13, custodia Ikelite, due flash Ikelite DS-51

0817 foto sardine all'aperto

Pasquale Vassallo (Italia), Capo Miseno, Napoli, Italia

“Quest’inverno, la costa al largo del Golfo di Napoli ha registrato una forte presenza di meduse Rhizostoma pulmo. Con un po' di fortuna e un buon occhio, è possibile scorgere un piccolo ospite, un granchio Liocarcinus vernalis, su alcune meduse. Si lasciano trasportare dalle meduse verso nuove destinazioni. Dopo molti giorni di immersioni sono riuscito a trovare un granchio in una posizione sufficientemente comoda per poterlo fotografare”.

Scatto realizzato con Canon EOS 5DS R con obiettivo 8-15mm a 14mm, ISO 200, 1/60sec @ f/11, custodia Seacam con porta macro fisheye, due flash Inon Z-240

0817 granchio fotografico all'aperto 1

Brett Lobwein (Australia), Parco marino Jardines de la Reina, Cuba

“Nuotare con i coccodrilli americani è sicuramente qualcosa che ti fa battere il cuore. Dopo aver trascorso alcune ore in acqua mi sono sentito molto più a mio agio in loro presenza, permettendomi di concentrarmi sullo scatto. Volevo davvero un'immagine che mostrasse gli occhi e i denti del coccodrillo; la linea di galleggiamento in questa immagine li incornicia perfettamente e, si spera, cambia la prospettiva delle persone su questi splendidi animali”.

Scatto realizzato con una Nikon D7200 con obiettivo fisheye Tokina 10-17 mm a 10 mm, ISO 100, 1/160 sec @ f/9, custodia Seacam, cupola Seacam 9 pollici, due flash Ikelite DS161

0817 coccodrillo fotografico all'aperto

Pier A Mane (Sudafrica/Italia), Protea Banks, Sud Africa

“Mentre mi immergevo in acque libere a Protea Banks alla ricerca di banchi di squali martello, i miei occhi si posarono su una figura considerevole e animata. Non riuscendo a identificarla da lontano, mi sono avvicinato lentamente e ho visto che era la più grande medusa corona che avessi mai visto. Senza oggetti sullo sfondo o subacquei presenti per fornire prospettiva, e desiderando esaltare questa medusa in tutti i suoi splendidi colori, le sue dimensioni maestose e la sua danza elegante, ho optato per uno scatto alla testa ritagliato per amplificarne la presenza.

Scattata con una Olympus E-M1 con obiettivo 9mm, ISO 400, 1/250sec @ f/16

0817 meduse fotografiche all'aperto

Massimo Giorgetta (Italia), Stretto di Lembeh, Sulawesi, Indonesia

“Questa immagine è stata catturata su uno sfondo misto di sabbia nera e barriere coralline a una profondità di circa 8 metri. Durante l’immersione ho incontrato questo bellissimo cavalluccio marino pigmeo, lungo solo circa 2 cm, su un corallo rosso.”

Scatto realizzato con una Nikon D800E con obiettivo Nikkor 105mm f/2.8, ISO 100, 1/160sec @ f/36, custodia Seacam, SubSee +10 diottrie, due flash Subtronic Pro 160

0817 cavalluccio marino fotografico all'aperto

Candidatura al premio Fotografo Outdoor dell'anno 2017 aprirà in autunno, ma i subacquei interessati possono registrarsi su opoty.co.uk per avvisare in anticipo della data. I fotografi subacquei sono invitati a inserire le loro immagini nella categoria Under Exposed, ma possono anche prendere in considerazione l'iscrizione alla categoria Wildlife Insight.

La tariffa per l'iscrizione a ciascuna delle categorie per adulti è di £ 8 per un massimo di otto immagini.

0817 Portafoto da esterno

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x