Sewage Surfer dà il tono alla sostenibilità

PHOTO DIVERTIMENTO

Sewage Surfer dà il tono alla sostenibilità

IL PRIMO FOTOGRAFO DELLA FAUNA SELVATICA Le immagini dei finalisti dell'anno 2017 sono state rivelate a settembre prima dell'annuncio dei vincitori assoluti il ​​17 ottobre e dell'inaugurazione della mostra al Natural History Museum (NHM) di Londra il 20.

Questa è la 53a competizione, voluta dall'NHM per mostrare la migliore natura del mondo fotografia ed foto-giornalismo, “accendendo la curiosità verso il mondo naturale puntando i riflettori sulla fauna selvatica fotografia come forma d’arte”.

Il concorso di quest'anno ha attirato quasi 50,000 iscrizioni da professionisti e dilettanti da 92 paesi, e i finalisti e i vincitori vengono selezionati sulla base di creatività, originalità ed eccellenza tecnica.

Leggi anche: Subacquei, sostengono il SAS per ripulire le acque del Regno Unito

In questa diffusione mostriamo quattro dei finalisti subacquei.

La mostra NHM continuerà fino alla prossima primavera, ma dopo l'inaugurazione le immagini intraprenderanno anche un tour nel Regno Unito e internazionale. L'ingresso è dalle 10:5.15 alle 5.50:14 (aperto fino alle 8:XNUMX), i biglietti per adulti costano £ XNUMX, per bambini £ XNUMX e possono essere prenotati in anticipo su nhm.ac.uk/wpy

Le iscrizioni al concorso 2018 sono aperte dal 23 ottobre al 14 dicembre di quest'anno – per partecipare vai su nhm.ac.uk/visit/wpy/competition.html

Sewage Surfer, di Justin Hofman, USA (The Wildlife Photo-journalist Award: immagine singola)

I cavallucci marini si fanno cavalcare dalle correnti afferrando oggetti galleggianti come le alghe con le loro delicate code prensili. Hofman guardò con gioia mentre questo minuscolo cavalluccio marino dell'estuario "quasi saltava" da un frammento di detriti naturali rimbalzanti all'altro, ballonzolando vicino alla superficie su una barriera corallina vicino all'isola di Sumbawa, in Indonesia.

Ma quando la marea ha iniziato a salire, l’umore è cambiato. L'acqua conteneva oggetti sempre più decisamente innaturali – soprattutto pezzi di plastica – e una pellicola di fanghi di depurazione ne ricopriva la superficie, riversandosi tutti verso la riva.

Il cavalluccio marino lasciò andare un pezzo di alghe e afferrò un lungo pezzo di plastica trasparente. Quando un forte vento in superficie si è alzato, rendendo le condizioni più accidentate, ha approfittato di qualcosa che offriva una zattera più stabile: un batuffolo di cotone di plastica impregnato d'acqua.

Non avere un obiettivo macro per lo scatto si è rivelata una fortuna, sia a causa della corrente in aumento, sia perché ha significato che Hofman ha deciso di inquadrare l'intera scena, pezzi di liquame e tutto il resto. Mentre lui, il cavalluccio marino e il cotton fioc volteggiavano insieme nell'oceano, le onde si infrangevano nel suo boccaglio. Il giorno successivo si ammalò.

L’Indonesia vanta i più alti livelli di biodiversità marina al mondo, ma è seconda solo alla Cina come contributore alla produzione di detriti di plastica marina, che secondo le previsioni supereranno i pesci nell’oceano entro il 2050. D’altro canto, l’Indonesia si è impegnata a ridurre del 70% la quantità di rifiuti di plastica nell’oceano. i rifiuti vengono scaricati nell'oceano.

  • Scattata con un obiettivo Sony Alpha 7R II e 16-35 mm f4; 1/60 di secondo a f16; ISO 320; Custodia Nauticam e Zen 230mm Nauticam N120 Superdome; due flash Sea&Sea con sincronizzazione elettronica.

The Insiders, di Qing Lin, Cina (Under Water)

Le punte bulbose dei tentacoli del magnifico anemone, giustamente chiamato, contengono cellule che pungono la maggior parte dei pesci. Ma il pesce pagliaccio pagliaccio rimane illeso grazie al muco secreto sulla sua pelle, che induce l'anemone a credere che si stia sfiorando.

Entrambe le specie ne traggono beneficio. Il pesce pagliaccio si protegge dai predatori, che non osano rischiare di essere punti, e si nutre anche di parassiti e detriti tra i tentacoli; allo stesso tempo migliora la circolazione dell’acqua (sventolandola fini mentre nuota), spaventa i predatori dell'anemone e può persino attirarlo come preda.

Durante un'immersione nello stretto di Lembeh, nel Nord Sulawesi, in Indonesia, Qing ha notato qualcosa di strano in questo particolare gruppo di conviventi. Ogni pesce pagliaccio aveva un paio di occhi in più all'interno della bocca: quelli di un isopode parassita (un crostaceo imparentato con i porcellini di terra).

Un isopode entra nel pesce come larva, attraverso le branchie, si sposta verso la bocca del pesce e si attacca con le zampe alla base della lingua.

Quando il parassita succhia il sangue del suo ospite, la lingua avvizzisce, lasciando l’isopode attaccato al suo posto, dove può rimanere per diversi anni.

Con grande pazienza e un po’ di fortuna – i pesci guizzavano qua e là in modo imprevedibile come fanno di solito – Qing catturò questi tre curiosi individui momentaneamente in fila, con gli occhi davanti, la bocca aperta e i parassiti che facevano capolino.

  • Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark III e obiettivo 100 mm f2.8; 1/200 di secondo a f25; ISO 320; Alloggi Sea & Sea; due flash Inon.

Romance Among the Angels, di Andrey Narchuk, Russia (Comportamento: invertebrati)

Narchuk era in spedizione nel mare di Okhotsk, nell'Estremo Oriente russo, e quel giorno intendeva fotografare il salmone. Ma non appena si tuffò in acqua, si ritrovò circondato da migliaia di angeli marini accoppiati.

Passando rapidamente alla macro, ha iniziato a fotografare le coppie, lunghe 3 cm, che volteggiavano nella corrente. Gli angeli marini sono molluschi imparentati con lumache e chiocciole, senza conchiglia e con alalobi simili a quelli utilizzati come pagaie per il nuoto. Cacciano le farfalle marine – lumache di mare che nuotano – utilizzando parti di alimentazione specializzate per estrarle dai loro gusci.

Ogni individuo è sia maschio che femmina, e nel foto si preparano a inserire i loro organi copulatori l'uno nell'altro per trasferire lo sperma in sincronia.

Uno è leggermente più piccolo dell'altro, come ha osservato la maggior parte delle coppie Narchuk, e sono rimaste unite per 20 minuti. Entrambi deponevano 30-40 minuscole uova dopo la fecondazione.

Era la fine dell'estate e il periodo di picco del fitoplancton, quindi ci sarebbe stato cibo in abbondanza per le larve risultanti. Per fotografarli mentre si accoppiavano, Narchuk ha dovuto combattere contro forti correnti ed evitare un muro di reti da posta, e quando è stato trascinato nella rete e la sua attrezzatura è rimasta intrappolata, è stato costretto a effettuare una risalita di emergenza, ma non prima di aver effettuato lo scatto. .

Il giorno dopo non si vide un solo angelo.

  • Scatto realizzato con Canon EOS 5D Mark II e obiettivo 100mm f2.8; 1/125 di secondo a f13; iso200; Custodia Nexus e due flash Inon.

Swim Gym, di Laurent Ballesta, Francia (Comportamento: mammiferi)

“Eravamo ancora a pochi metri dalla superficie, quando ho sentito degli strani rumori”, racconta Ballesta. Sospettando le foche di Weddell, note per avere almeno 34 tipi di richiami subacquei, si avvicinò lentamente. Era l'inizio della primavera nell'Antartide orientale; una madre stava introducendo il suo cucciolo all'acqua ghiacciata.

La foca di Weddell, il mammifero riproduttore più meridionale del mondo, partorisce sul ghiaccio e porta il suo cucciolo a nuotare dopo una o due settimane. La coppia, incurante della presenza di Ballesta, scivolò senza sforzo tra le lenzuola del labirinto ghiacciato. Gli adulti sono subacquei esperti, raggiungono profondità superiori a 600 metri e si immergono fino a 82 minuti.

"Sembravano così a loro agio, mentre io mi sentivo così inappropriato", dice Ballesta.

Facendo affidamento sulla luce attraverso il ghiaccio sovrastante, catturò lo sguardo curioso del cucciolo, l'arco del suo corpo che rispecchiava quello della madre vigile.

  • Scattato con un obiettivo Nikon D4S e 17-35 mm f2.8; 1/640 di secondo a f11; iso200; Alloggiamento della videocamera subacquea.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x