Il tuffatore sul ghiaccio Ballesta colpisce ancora nel WPOTY '22

Ballesta, subacqueo dal ghiaccio
Sotto il ghiaccio antartico (Laurent Ballesta/Fotografo naturalista dell'anno)

Il vincitore assoluto del prestigioso concorso Wildlife Photographer of the Year 2022 potrebbe non essere stato un fotografo subacqueo (il soggetto vincitore era un orso), ma il detentore del titolo dell'anno scorso Laurent Ballesta ha lasciato il segno ancora una volta vincendo il Portfolio Award con il suo Piramide della vita selezione.

Leggi anche: Il concorso sulla fauna selvatica mette in scena il gioco

Il fotografo e biologo subacqueo francese aveva intrapreso una spedizione scientifica durata due anni per la pianificazione e coinvolgendo un team di subacquei utilizzando un kit appositamente sviluppato. Le 32 immersioni di Ballesta in acque con temperature fino a -1.7°C includono l'immersione più profonda e più lunga mai effettuata in Antartide.

La sua immagine sorprendente Sotto il ghiaccio antartico mostra una “torre vivente” di invertebrati marini sul fondale marino profondo 32 metri ad Adelie Land. La spugna centrale a forma di albero era ricoperta di vita, dai giganteschi vermi a nastro alle stelle marine (Nikon D810 + obiettivo 13mm f/2.8, custodia Seacam, 2 flash Seacam, 1/13 di secondo, f/16, ISO 800)

L'anno scorso Ballesta è stato incoronato fotografo naturalista dell'anno coerenti, un'immagine che mostra una cernia mimetica che esce dalla sua nuvola lattiginosa di uova e sperma a Fakarava, nella Polinesia francese.

Quest'anno ci sono state tre immagini subacquee tra le 19 vincitrici della categoria Fotografo naturalista dell'anno concorso, sviluppato e prodotto dal Natural History Museum (NHM) di Londra.

La portata del concorso è illustrata dal fatto che sono pervenute 38,575 candidature da 93 paesi. Sono stati giudicati in modo anonimo da una giuria internazionale di esperti alla ricerca di originalità, narrativa, eccellenza tecnica e pratica etica.

Tony Wu
Stella cadente (Tony Wu/Fotografo naturalista dell'anno)

A trionfare nella categoria Underwater è stata un'altra spettacolare immagine di spawning: Stella cadente di Tony Wu (USA/Giappone), che ha catturato la “danza riproduttiva” di una gigantesca stella marina nella Baia di Kinko, Kagoshima, Giappone. 

Mentre lo descrive, l'acqua intorno a lui nella piccola baia chiusa era piena di una galassia di sperma e uova di stelle marine in fase di deposizione, ma aveva solo un obiettivo macro montato. Dovette fare marcia indietro per far entrare la stella ondulata nel suo campo visivo.

Si ritiene che la postura “danzante” delle stelle marine aiuti a rilasciare gli ovuli e lo sperma o a trascinarli nelle correnti (Nikon D850 + obiettivo 105mm f/2.8, custodia Nauticam; Backscatter Mini Flash 1 + Inon S2000 + flash Z240; treppiede compatto RGBlue, 1/250 di secondo, f/18, ISO 320)

Riccardo Robinson
Nuova vita per i Tohorā (Richard Robinson/Fotografo naturalista dell'anno)

Il terzo vincitore subacqueo è stato Richard Robinson della categoria New Zealand in the Oceans: The Bigger Picture introdotta lo scorso anno, ma non era in immersione quando ha scattato Nuova vita per i Tohorā.

Ostacolato dalla scarsa visibilità, Robinson ha utilizzato una polecam per fotografare le balene mentre si muovevano gradualmente verso la sua barca a Deas Head nelle isole Auckland. Sapeva che stava spingendo la sua macchina fotografica al limite nell'acqua scura, quindi è stato sollevato nello scoprire che l'immagine era nitidissima. 

Quando è pronta per l'accoppiamento, la femmina della balena franca australe si rotola sulla schiena, costringendo il maschio a raggiungere il pene attraverso il suo corpo - un processo conosciuto dai Maori come tohorā. La popolazione della Nuova Zelanda fu cacciata fino quasi all’estinzione nel 1800 quindi, come sottolinea Robinson, ogni nuovo vitello offre una nuova speranza (obiettivo Canon EOS 5DS R + 8–15 mm f/4 a 15 mm, custodia Aquatica, 1/640 di secondo, f/4; ISO 1600).

"I fotografi naturalisti ci offrono scorci indimenticabili della vita delle specie selvatiche, condividendo dettagli invisibili, comportamenti affascinanti e reportage in prima linea sulla crisi climatica e della biodiversità", ha commentato il direttore dell'NHM, il dottor Doug Gurr. “Queste immagini dimostrano il loro stupore e apprezzamento per il mondo naturale e l’urgente necessità di agire per proteggerlo”.

Tuffatore sul ghiaccio
Mostra WPOTY (Fiduciari del Museo di Storia Naturale di Londra)

La mostra di punta riprogettata si apre al museo questo venerdì (14 ottobre), posizionando le fotografie vincitrici tra brevi video, citazioni di membri della giuria e fotografi e approfondimenti di scienziati del museo. 

I esposizione, sponsorizzato dalla società globale di energia verde Ørsted, è attivo a Londra fino al 2 luglio 2023. È aperto tutti i giorni dalle 10 alle 5.50 e i biglietti per adulti costano £ 17. Sarà anche in tournée nel Regno Unito e a livello internazionale in Australia, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Nuova Zelanda, Svizzera, Stati Uniti e altro ancora.

Le iscrizioni del prossimo anno

Il 59esimo concorso Wildlife Photographer of the Year apre alle iscrizioni di fotografi di tutte le età, nazionalità e livelli da lunedì (17 ottobre) fino all'8 dicembre. I partecipanti al concorso per adulti pagano £ 30 per inserire fino a 25 immagini (£ 35 nell'ultima settimana), ma quelli di età pari o inferiore a 17 anni possono inserire fino a 10 immagini gratuitamente. Le tariffe per gli adulti che entrano da 50 paesi verranno cancellate. Maggiori informazioni e voci qui.

Anche su Divernet: Teaser per il fotografo naturalista dell'anno

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x