Sfondi neri e amici felici

archivio – PhotographySfondi neri e amici felici

Come puoi scattare foto memorabili ed essere un buon compagno di immersioni? L'arte alla moda dello snoot-shooting ha portato HENLEY SPIERS lungo un percorso che crede risolva questo enigma: condividendo una macchina fotografica con la sua partner JADE HOKSBERGEN

"Dov'è il tuo amico?" - gridò la guida subacquea. "Giusto qui!" gridò in risposta il sub, sollevando la macchina fotografica affinché tutti potessero vederla.
Questa storia si ripete spesso all'interno della comunità subacquea e contiene una grande quantità di verità. La maggior parte dei fotografi subacquei è interessata al sistema di coppia quanto un gatto è interessato a un bagno freddo.
Francamente, posso essere anch'io un colpevole e, macchina fotografica alla mano, sono spesso sceso a compromessi con una pianificazione irreggimentata delle immersioni nella mia ricerca delle migliori opportunità fotografiche.
Quando anche la mia fidanzata Jade ha iniziato a scattare sott'acqua, siamo stati spesso combattuti tra la ricerca di uno scatto promettente e l'essere buoni amici.
Nel corso del tempo, abbiamo sviluppato una tecnica che consente di ottenere foto macro memorabili senza sacrificare le buone pratiche di gruppo.
Fotografia subacquea è una bestia che ha preso il sopravvento sulla vita di molti subacquei.
Una volta agganciato, passi dallo scattare qualche foto lungo il tuo percorso subacqueo all'immergerti con l'unico scopo di creare immagini.
A chi non lo sapesse sembra assurdo. Certamente mi ha fatto bene ai tempi in cui prendevo in giro le persone con enormi attrezzature fotografiche, inciampando nell'acqua e trascorrendo un'ora sdraiato nello stesso punto.
Quanto mi sembrano lontani quei giorni in cui mi sarei sentita nuda se mi fossi tuffata senza macchina fotografica! È avvincente catturare la bellezza del mondo sottomarino e credo che una volta che inizi a guardare il mare da una prospettiva fotografica, le profondità nascoste emergeranno e inizierai a svelare ancora di più la sua bellezza.
Il subacqueo e il fotografo subacqueo sono due specie distinte nel nostro mondo subacqueo e spesso faticano a convivere. La maggior parte dei subacquei desidera vedere quanto più possibile una determinata posizione, esplorando i vari siti e percorrendo il terreno al loro interno.
Per i fotografi subacquei, invece, il criterio per una buona immersione sono un paio di soggetti con cui lavorare e ai quali, idealmente, tornare e continuare la caccia a quell'inafferrabile “scatto perfetto”.
Non è proprio un buon mix e, purtroppo, molti fotografi continuano a prenotare viaggi con gruppi di subacquei abituali, causando mal di testa e frustrazione a tutto tondo.

UN ALTRO AVVISTAMENTO FREQUENTE è la coppia di tuffatori, metà della quale è a foto-tossicodipendente e l'altro più interessato a fare il turista subacqueo. Di solito è il fotografo a vincere questa battaglia di volontà, lasciando la sua dolce metà a vagare desolata nelle vicinanze mentre l'appassionato di macchina fotografica prepara il centesimo scatto dello stesso soggetto!
Non sorprende che molti fotografi diventino disonesti con le loro abitudini di immersione, fondamentalmente immergendosi in solitaria, con ogni cellula cerebrale di riserva dedicata all'immagine a portata di mano.
Nella maggior parte dei casi ciò avviene senza intoppi e ritornano in superficie sorridendo.
Il rischio aggiuntivo di questo stile di immersione è in parte controbilanciato dal fatto che molti fotografi subacquei sono subacquei esperti che hanno sviluppato forti capacità di risoluzione dei problemi in acqua.
Anch'io a volte sono un subacqueo disonesto e ho amato la libertà che offre. Tuttavia, il sistema degli amici si basa su sani principi e, in quasi tutte le situazioni di emergenza, sarebbe meglio se avessi qualcuno lì ad aiutarti.
Torneremo su come possiamo risolvere questo problema, ma prima facciamo un passo nel mondo delle macro-immersioni e nella ricerca di creature strane e meravigliose lungo i fondali marini.
Questo di solito avviene nei siti di immersione nel letame, dove la maggior parte del terreno è costituito da sabbia e detriti.
La scena macro è dominata dai fotografi come nessun'altra area del mondo della subacquea. La ricerca ha dimostrato che il 75% dei subacquei nei siti di immersione con fango ha una macchina fotografica, una percentuale molto più elevata rispetto alle immersioni sulla barriera corallina.
Questo è il territorio privilegiato per il fotografo e, di conseguenza, suona come una campana a morto per le buone pratiche di gruppo di amici.
Jade e io abbiamo iniziato il nostro fotografia subacquea viaggio mentre lavoravo come professionista subacqueo a St Lucia. Gli avvistamenti pelagici al largo dell'isola erano rari ma le opportunità macro abbondanti. Pertanto, abbiamo sviluppato una grande affinità nello scattare foto di piccole cose e abbiamo trascorso molte serate a discutere su come avremmo potuto migliorare le nostre immagini.
Con la macro, lo sfondo nero è il re. Questo perché i soggetti sono spesso stupendi ma immersi in un caos di sabbia, limo e detriti: questo sfondo scadente si traduce in un'opportunità fotografica sprecata. Il fotografo le cui immagini risaltano mostrerà bellissimi soggetti su sfondi complementari.

PERMETTEMI DI PRESENTARMI il macro-moda più fashion di questa stagionefotografia accessorio: il moccio. Questo si adatta al tuo flash e restringe il raggio di luce che emette, trasformandolo in qualcosa di simile a un faretto.
Negli anni '1990 Keri Wilk prese il fotografia subacquea ha preso d'assalto il mondo quando ha introdotto la pratica, vincendo una serie di premi.
Ora l'illuminazione snoot è tornata di moda e puoi persino acquistare modelli realizzati professionalmente, come quelli realizzati da Retra e 10 Bar.
Abbiamo un profondo affetto per gli sfondi neri e li troviamo uno sfondo perfetto per soggetti macro ultraterreni. Prendi la canocchia pavone dall'aspetto alieno. Fantasticamente colorato e avvolto nelle sue stesse uova, questo piccolo alieno sottomarino fa davvero risaltare il nero!
Ancora meglio dal punto di vista fotografico, la retrodiffusione su uno sfondo nero può essere utilizzata a tuo vantaggio per creare un effetto “cielo stellato”!
Il minuscolo nudibranco a ciambella, una scoperta scientifica relativamente nuova, è una lumaca di mare meravigliosamente strana e sembra ancora meglio su uno sfondo nero stellato.
Ho comprato il mio primo snoot un paio di anni fa e l'ho portato con me con entusiasmo per la mia prossima immersione. Quello che seguì fu uno dei momenti più esasperanti che abbia mai trascorso sott'acqua.
Si scopre che gli snoot sono dannatamente difficili da usare. Stai essenzialmente prendendo un raggio di luce di un pollice o due di diametro e provando a posizionarlo su un soggetto approssimativamente della stessa dimensione. Se la tua mira è sbagliata anche solo di una frazione, ti ritroverai con un'immagine completamente nera e non illuminata.
Nel momento in cui allinei tutto perfettamente, se regoli anche leggermente la posizione della fotocamera, la luce e il soggetto non coincidono più.
L'effetto luminoso quando lo ottieni correttamente attira l'attenzione e ti farà tornare per averne di più. Ma il viaggio verso lo scatto può essere molto frustrante.
L'estate scorsa, Jade e io abbiamo sviluppato un nuovo metodo per ottenere uno sfondo nero utilizzando uno snoot, che comporta molta meno rabbia sott'acqua.
È semplice: ora facciamo squadra e ci dividiamo i compiti di ripresa e illuminazione, scambiandoci i ruoli di "snooter" e "shooter" durante l'immersione.
È meglio decidere in anticipo questo piano d'azione e dedicare l'intera immersione ai tiri snooted. A questo punto, allestisci la fotocamera con bracci minimi e uno snoot collegato a uno o più flash.
Se decidi di portare ciascuno una macchina fotografica, chiunque si occupi delle luci dovrà mettere l'attrezzatura nella sabbia.
Abbiamo iniziato con questo metodo, ma alla fine abbiamo tolto solo una telecamera per aumentare la mobilità.
Durante l'immersione, una volta trovato un soggetto, stacca il flash con uno snoot e metà del buddy team posizionerà manualmente l'illuminazione.
Ti consigliamo di impostare il flash su una potenza elevata e la luce di messa a fuoco accesa per facilitare la mira.
Il fotografo vorrà impostare un'apertura ridotta, una velocità dell'otturatore elevata e un ISO basso per ridurre al minimo la luce ambientale. È quindi possibile ottenere sfondi neri in pieno giorno.
L'amico rimasto con la fotocamera può ora allineare la sua composizione preferita. Dovrai concordare alcuni segnali di base per indicare da quale direzione dovrebbe provenire la luce. Da lì si può scattare lontano, chiedendo piccoli aggiustamenti alla posizione delle luci con un semplice gesto manuale.

COME CRESCE LA TUA ESPERIENZA, scoprirai che è necessaria meno direzione, perché lo snooter conoscerà già l'immagine che stai cercando di ottenere e regolerà l'illuminazione senza che gli venga chiesto. Questa forma di tiro si basa sul lavoro di squadra e se un amico perde la concentrazione, il tiro sarà rovinato.
Abbiamo scoperto che la pressione è in realtà maggiore sul compagno che fa l'illuminazione. Lo snooter deve assicurarsi che il riflettore cada correttamente e un piccolo movimento della mano può rovinare l'immagine.
Inoltre, lo snooter non sa esattamente quando verrà attivato l'otturatore, quindi deve essere sempre pronto. Nel frattempo il tiratore può prendere fiato, rimettere a fuoco e decidere quando è il momento di premere il grilletto.
I fotografi subacquei tendono ad essere un gruppo competitivo, quindi non sorprenderti se provi questa tecnica e, mentre sei impegnato a curiosare, ti ritrovi a desiderare di essere quello dietro la macchina fotografica.
E 'normale. Ricorda solo a te stesso che il tuo atto altruistico sarà completamente ripagato. Potresti finire per passare la metà del tempo dietro la telecamera, ma i risultati che ottieni in un'immersione avrebbero richiesto molto più tempo se avessi lavorato da solo. Maggiore efficienza, illuminazione di alta qualità e immagini più memorabili sono il tuo nuovo mantra.
Come dividere il tempo tra loro è complicato e il modo più ovvio è concedersi a vicenda circa la metà del tempo totale di immersione dietro la fotocamera. Generalmente, se stai scattando, ricorda che il tuo amico desidera essere nella tua posizione, quindi una volta che sei soddisfatto al 99% della tua immagine (i fotografi subacquei non sono mai felici al 100%), consegnagli la fotocamera.
Questo processo potrebbe richiedere uno o 50 scatti. Se sei il snooter, condividi il processo e ricorda che prima l'illuminazione sarà corretta, prima riavrai indietro la fotocamera!
Se siete una coppia di subacquei con obiettivi diversi, che ne dite di ridurre l'aggravamento trascorrendo metà dell'immersione sparando insieme e l'altra metà navigando dolcemente sul sito di immersione?
Una volta che inizi a utilizzare questa tecnica, tu e il tuo amico sarete legati al fianco, incapaci di funzionare l'uno senza l'altro. Torneranno in gioco i buoni allenamenti di squadra e non sembrerà nemmeno un compito ingrato.

CON SICUREZZA SUBACQUEA migliorata, sentirai i vantaggi fotografici di questa tecnica. Il principale è che accelera il puntamento dello snoot sul soggetto, nel modo desiderato, ma c'è di più. Questa tecnica ti consente anche di diventare più creativo con l'illuminazione dello snoot e di affrontare soggetti in movimento più veloce.
La strategia consigliata per utilizzare uno snoot da solo è quella di abbassarsi, trovare una roccia e allineare la messa a fuoco e l'illuminazione dello snoot con quella roccia. Una volta raggiunto, blocca la messa a fuoco e la posizione del flash, quindi vai in giro cercando di trovare soggetti da inserire in quello spazio pre-preparato.
Questo è intelligente, ma limitato. Se adotti la tecnica del buddy-shooting, puoi regolare rapidamente la composizione e l'illuminazione in base alle tue esigenze.
Ad esempio, prima abbiamo ripreso un cavalluccio marino spinoso utilizzando l'illuminazione frontale, per poi passare rapidamente alla retroilluminazione per un diverso effetto in stile "raggi X".
Inoltre, lo snooting è stato tradizionalmente utilizzato esclusivamente su soggetti fissi come i pesci rana e gli osservatori delle stelle. Lavorando come una squadra di amici, ora puoi seguire, curiosare e fotografare soggetti in rapido movimento come imitare i polpi o un falso pesce pagliaccio.
Con il tuo amico responsabile dell'illuminazione, hai creato il tuo studio subacqueo mobile!
Infine, crediamo che se più persone adottassero questa tecnica ciò aiuterà a prevenire l'eccessivo gioco delle creature che affligge la macro-immersione.
Troppo spesso le macro creature vengono posizionate artificialmente su sfondi più gradevoli. Lo snooting può creare un elegante sfondo nero praticamente in qualsiasi luogo.
Infatti, invece di chiedere alle guide subacquee di infilare quel gamberetto arlecchino in un posto migliore, chiedi loro di tenere il moccio.
Le guide armate di bacchette rispondono solo alle pressioni dei fotografi per ottenere lo scatto perfetto.
Se ciò può essere ottenuto coinvolgendoli nell'illuminazione, abbiamo scoperto che rispondono con entusiasmo alla sfida!
Abbiamo scoperto che questa tecnica di scatto garantisce foto migliori, compagni di immersione più felici, maggiore sicurezza ed è migliore per l'ambiente. Ci auguriamo che ci proverai alla tua prossima immersione e ne scoprirai i vantaggi!

Apparso su DIVER aprile 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x