Dovresti farlo esaminare

Polpo dagli anelli blu

Sappiamo tutti che un anello blu polipo come questo può causare gravi lesioni, ma che dire degli altri polpi? PAYAL RAZDAN offre un caso clinico stimolante...

Il subacqueo era generalmente sano, donna di 32 anni con 130 immersioni in vita. La sua storia medica non includeva allergie o altri problemi di salute.

Aveva appena completato la sua seconda immersione, il secondo giorno di una serie di immersioni.

L'INCIDENTE

Durante l’immersione, il compagno del sub raccolse quello che pensava fosse un guscio vuoto di lumaca lunare. I subacquei non si erano accorti che si trattava di un giovane gigante del Pacifico polipo (Enteroctopus dofleini) si era insediato nella conchiglia.

Quando il polipo strisciato fuori dopo l'immersione, il sub lo raccolse a mani nude per rimetterlo in acqua.

Prima che potesse rimettere il polipo in acqua, questo l'ha morsa tre volte sul dorso della mano sinistra nello stesso punto. Ha descritto i morsi come sorprendenti e simili a punture di api.

La ferita sanguinava moderatamente e il sub la risciacquava prima con acqua salata e poi, 40 minuti dopo, con acqua dolce e sapone. Il gonfiore è apparso entro 30 minuti ed è diventato grave entro circa un'ora.

Circa quattro ore dopo, il subacqueo ha effettuato un'altra immersione. All'emersione aveva nausea e vomito, sintomi che non aveva mai sperimentato in precedenza dopo l'immersione. La nausea si è risolta rapidamente e nei due giorni successivi ha effettuato altre cinque immersioni, nonostante il notevole gonfiore e la mobilità compromessa che è durata per circa quattro giorni.

Il subacqueo indossava una muta stagna e guanti bagnati in neoprene ad ogni immersione. Quando non si immergeva, teneva la ferita asciutta e vi applicava una pomata antibiotica da banco.

Ha anche preso un antistaminico da banco e ha applicato dell'aspirina triturata sulla pelle circostante il sito della puntura (non direttamente sulla ferita), ma nessuno di questi trattamenti ha fornito alcun sollievo. Prurito e dolore significativi raggiunsero il picco cinque-sei giorni dopo l'incidente.

COMPLICAZIONI

Circa tre giorni dopo il morso, la ferita si infettò e si sviluppò in una lesione scura di un quarto di pollice circondata da un'area rossa in rilievo. Una colorazione nero-verde attorno alla lesione è apparsa circa nove giorni dopo l'incidente. Dolore moderato e prurito e gonfiore significativi sono durati per più di un mese.

La lesione ha impiegato circa sette settimane per guarire, anche se il dolore, la sensibilità al tatto e il prurito sono durati tre mesi, con lievi riacutizzazioni che si verificavano ancora quattro o cinque mesi dopo l'incidente, di solito dopo l'esercizio o la mattina presto.

Sei mesi dopo l'incidente, nel sito del morso era rimasto un nodulo tissutale.

DISCUSSIONE

Sebbene i morsi di polpo dagli anelli blu siano noti per essere potenzialmente mortali, i morsi della maggior parte delle specie di polpi generalmente non sono problematici.

Recentemente, tuttavia, gli scienziati sono giunti alla conclusione che tutti i polpi possono essere, in una certa misura, velenosi. La letteratura medica indica che i morsi di polpi della stessa classe del gigante del Pacifico hanno provocato ulcerazioni.

0817 dan medico polpo gigante del Pacifico
Ora, questo è un polipo gigante del Pacifico: è meglio non toccare neanche quello.

La piccola ferita da puntura si è sviluppata in quella che sembrava essere una lesione ulcerosa, simile a quella che si è sviluppata in seguito a un comune morso di polpo documentato in un caso clinico del 2011.

Il ritardo nella cura adeguata della ferita potrebbe essere stato un fattore complicante. Il DAN raccomanda di lavare immediatamente i morsi marini con sapone e acqua pulita per ridurre al minimo il rischio di infezione, che può compromettere la guarigione e portare a danni significativi ai tessuti.

I subacquei non dovrebbero immergersi con ferite aperte, poiché l’esposizione all’ambiente acquatico può aumentare il rischio di infezione.

Il monitoraggio del sito della ferita è importante, poiché i segni di infezione possono comparire da poche ore a diverse settimane dopo una lesione.

Il gonfiore immediato riscontrato dal subacqueo potrebbe essere stato una conseguenza del trauma iniziale, dell'esposizione a una miriade di antigeni successivi e/o tossine. I sintomi prolungati erano molto probabilmente il risultato di un’infezione.

I muta stagna le guarnizioni dei polsi potrebbero essere state un fattore complicante secondario. Il gonfiore era probabilmente il risultato di una reazione infiammatoria acuta, ma le guarnizioni aderenti potrebbero aver compromesso la perfusione distale o il flusso sanguigno, esacerbando ulteriormente i sintomi.

Oltre all'infiammazione della zona interessata, altri sintomi di infezione comprendono dolore, arrossamento e immobilizzazione. Questi sintomi possono essere ricordati con l'acronimo PRISH: dolore, arrossamento, immobilizzazione (funzionalità compromessa), gonfiore e calore (elevato calore della zona infetta).

La causa della nausea del subacqueo al termine dell’immersione non è chiara.

Un terzo fattore complicante in questo caso potrebbe essere stato il ritardo nelle cure mediche. Il DAN consiglia ai subacquei di trattare le ferite causate dalla vita marina come qualsiasi altro morso di animale e di rivolgersi immediatamente a un medico. In questo caso la ferita è stata valutata 10 giorni dopo l’incidente, ritardando il trattamento che avrebbe potuto limitare la progressione dei sintomi.

Inizialmente il medico aveva prescritto un ciclo di 10 giorni con l'antibiotico levofloxacina, ma l'evoluzione dei sintomi e il progressivo scolorimento hanno portato all'aggiunta per 10 giorni di un altro antibiotico, amoxicillina e clavulanato, insieme a un antistaminico per gestire il prurito.

Questo incidente sottolinea che il trattamento tempestivo delle ferite può ridurre il rischio di infezioni gravi. Quando possibile, i subacquei dovrebbero fotografare le ferite, perché le immagini possono aiutare il personale medico a fornire cure più efficaci ed efficienti.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x