Domande e risposte: Ivana Orlovic

Ivana Orlović

La modella subacquea Ivana Orlovic è apparsa in alcune delle immagini più riconoscibili degli ultimi tempi, ma dall'altra parte dell'obiettivo la tuffatrice serba è una fotografa di talento a pieno titolo. Abbiamo parlato con lei di modellismo, riprese e viaggi. Fotografie per gentile concessione di Ivana Orlovic e Janez Kranjc

D: Come hai iniziato a dedicarti alle immersioni?

R: Avevo solo otto anni quando ho iniziato ad immergermi perché mio zio era uno dei titolari di un club di immersioni subacquee. Da allora non ho più smesso. Le immersioni sono diventate la mia passione, la mia carriera e la più grande avventura della mia vita.

D: Cos'è venuto prima: fare la modella o essere un fotografo?

R: In qualche modo, sono accadute entrambe le cose nello stesso momento. Tuttavia, crescendo come modella, sono diventata anche una fotografa migliore. Come fotografo, ho iniziato a percepire meglio dove e come dovrei posizionarmi nello spazio, come dovrebbe apparire l'inquadratura, da dove dovrebbe provenire la luce...

Ivana Orlović
(Janez Kranjc)

D: Le fotografie che ti ritraggono sono tra le più immediatamente riconoscibili in circolazione. Hai uno stile molto particolare e gli scatti sono sempre incredibilmente chiari e nitidi. Qual è il tuo segreto per curare il tuo “look”?

R: Grazie per queste belle parole! Ogni modello sa che l'equilibrio è la chiave per ottenere risultati chiari foto. Se il limo sale, non c'è alcuna possibilità di avere un buon risultato foto. Dopo tanti anni di immersioni, ho imparato a galleggiare perfettamente e a congelarmi semplicemente all'interno di una cornice, soprattutto quando scattiamo foto con creature marine come protagoniste principali.

Ivana Orlović
(Janez Kranjc)
Ivana Orlović
(Janez Kranjc)

D: Cosa preferisci: fare la modella o fare il fotografo?

R: Qualcuno penserebbe che essere una modella sia facile: basta stare in un posto e farsi fotografare. Sfortunatamente, è molto più complicato. Spesso ci si immerge in condizioni di forte corrente, acqua fredda o con scarsa visibilità… Tuttavia, abbiamo sempre lo stesso obiettivo, produrre un buon lavoro da ogni immersione. Ecco perché abbiamo bisogno di molta pazienza e impegno. Considerando tutto ciò, a volte preferisco prendere una macchina fotografica e usarla per fotografare io stesso modelli o ambienti sottomarini.

Ivana Orlović
(Janez Kranjc)
Ivana Orlović
(Janez Kranjc)

D: In passato hai lavorato con diversi grandi marchi e attualmente scatti per Mares. Qual è la sfida più grande quando scatti immagini per i produttori?

R: In qualità di Brand Ambassador Mares, Janez Kranjc e io dobbiamo utilizzare il nostro fotografia per lanciare un messaggio su un determinato prodotto e, allo stesso tempo, evitare di renderlo troppo invadente, ma creativo e originale. Questa è la parte più difficile. Il mondo è inondato di magnifiche foto subacquee e di modelle molto più belle di me.

D: Trascorri molto tempo in viaggio visitando luoghi esotici. Quali sono alcune delle tue destinazioni preferite e perché?

R: Raja Ampat – la migliore esperienza come fotografo grazie all'immersione notturna in acque nere; Cuba – immersioni con i coccodrilli; e il Sud Africa, dove ho avuto la possibilità di immergermi con i grandi squali bianchi. Tuttavia, oltre a questi bellissimi siti in giro per il mondo, adoro anche le immersioni nel mio paese, nel cristallino fiume Drina o in un lago di fronte al nostro centro immersioni a Belgrado. Anche se a volte la visibilità è scarsa, questo lago è pieno di adorabili abitanti, che mi piace realizzare nelle mie foto. Piccole meduse d'acqua dolce, tartarughe, lucci... semplicemente mi piace immergermi, quindi ogni volta che vado sott'acqua, improvvisamente appare un sorriso sul mio viso.

Ivana Orlović
(Ivana Orlović)
Ivana Orlović
(Ivana Orlović)
Ivana Orlović
(Ivana Orlović)

D: Qual è stata la tua esperienza subacquea più memorabile?

R: Il momento in cui lo squalo del reef caraibico ha deciso di assaggiare il mio piede mentre facevo la modella con un vestito, senza mask.

D: D'altro canto, qual è il tuo peggior ricordo subacqueo?

R: Ogni lavoro ha i suoi rischi. Ho molte ore di immersione alle spalle, quindi si sono verificate alcune situazioni spiacevoli. Uno di questi è stato quando in Spagna, durante il formazione giornata agli Europei Fotografia Subacquea Campionati, sono stato portato in una direzione sconosciuta da una corrente. Fortunatamente, sono riuscito ad afferrare una roccia e ad aggrapparmi ad essa, tenendo allo stesso tempo al sicuro la mia macchina fotografica. Dopo un po' apparve una barca e mi prese a bordo.

Ivana Orlović
(Janez Kranjc)
Ivana Orlović
(Janez Kranjc)

D: Cosa riserva il futuro a Ivana Orlovic?

R: Spero sinceramente di immergermi per molto più tempo perché sono affascinato dalla scarsa conoscenza che possediamo sugli abitanti sottomarini. Mi piace esplorare e imparare. Se avessi una vita in più, farei sicuramente il biologo marino.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x