AquaEye donato ai volontari di ricerca subacquea del Regno Unito

I subacquei di Beneath The Surface con il loro nuovo ausilio alla ricerca (Ben Montgomery)
I subacquei di Beneath The Surface con il loro nuovo ausilio alla ricerca (Ben Montgomery)

L'unica squadra volontaria di immersioni per le persone scomparse del Regno Unito ha ricevuto in dono uno scanner sonar portatile AquaEye da £ 6,000 dal produttore canadese del dispositivo VodaSafe.

I subacquei hanno anche assunto il ruolo di ambasciatori AquaEye nel Regno Unito e sono impegnati in una nuova missione per dimostrare che l'unità non solo può consentire un recupero più rapido dei corpi, ma potenzialmente anche salvare vite umane.

La consegna è avvenuta alla diga di Gartmorn, Alloa in Scozia, dove i sommozzatori di Beneath The Surface (BTS) hanno localizzato il corpo del pescatore scomparso Greig Stoddard all'inizio di quest'anno. 

A partire dal giorno di Capodanno, i sommozzatori del Lancashire hanno effettuato tre viaggi consecutivi nel fine settimana nel sito scozzese prima di riuscire finalmente a localizzare Stoddard, il storia completa è Divernet.

Sessione di formazione AquaEye (Ben Montgomery)
AquaEye formazione sessione (Ben Montgomery)

I subacquei hanno trovato il corpo utilizzando la propria unità sonar, ma durante la ricerca sono rimasti colpiti dalla possibilità di prendere in prestito per un breve periodo un AquaEye. "Abbiamo ricevuto un'indicazione, ma in quel momento non sapevamo come restringere il campo", afferma Sotto la superficie leader Phil Jones.

Il cugino di Greig, Thomas, grato per la chiusura che i subacquei volontari avevano portato alla famiglia, ha successivamente lanciato un appello di raccolta fondi per aiutarli ad acquistare un AquaEye per un uso futuro.

Phil Jones e Thomas Stoddart - con in mano il rastrello fatto in casa che stava usando per dragare il corpo di suo cugino a gennaio
Vecchia e nuova tecnologia: il subacqueo volontario Phil Jones con l'AquaEye e Thomas Stoddart con in mano il rastrello fatto in casa da 2 metri che aveva usato per dragare il corpo di suo cugino a gennaio (Ben Montgomery)

Il team di Beneath The Surface non addebita alcun costo per i propri servizi e tutti i fondi raccolti tramite le donazioni vengono dedicati all'acquisto di attrezzature per rendere le ricerche più sicure ed efficaci.

Alla fine, poiché non avevano bisogno di pagare per l'AquaEye, le donazioni hanno potuto essere dirottate per fornire a un numero maggiore di subacquei caschi integrali dotati di comunicazioni.

Ultrasuoni e IA

Da sinistra: Phil Jones, Thomas Stoddart e Wylie Spencer di Vodasafe (Ben Montgomery)
Da sinistra: il subacqueo BTS Phil Jones, Thomas Stoddart e Wylie Spencer di VodaSafe (Ben Montgomery)

L'AquaEye impermeabile utilizza la tecnologia a ultrasuoni e AI per identificare i corpi umani sott'acqua, inviando un impulso sonar con una portata di 50 metri e ascoltando gli echi di ritorno.

Il dispositivo è in grado di distinguere i segnali che corrispondono a quelli di un corpo, indicandone la posizione sul display. Si dice che funzioni continuamente per otto ore tra una ricarica e l'altra.

Sebbene AquaEye possa potenzialmente rendere più semplice la localizzazione e l'identificazione dei corpi, anche il suo produttore vorrebbe vederlo utilizzato prevenire morti per annegamento. "È ampiamente utilizzato dai bagnini in America, e in effetti è stata una bagnina a inventarlo perché era frustrata dalla mancanza di attrezzature disponibili", afferma Jones.

Si dice che sia in grado di scansionare un acro d'acqua in meno di due minuti, se utilizzato abbastanza velocemente, il dispositivo ha il potenziale per localizzare qualcuno in difficoltà sott'acqua in tempo per effettuare un salvataggio. 

432540601 394467373291109 323728287659392695 n
La X segna il punto sul display AquaEye: la portata è di 50 m (Ben Montgomery)

I membri della famiglia di Greig Stoddard si sono uniti ai rappresentanti di VodaSafe, il distributore europeo svizzero Vogt-CTE e gli attivisti britannici per la sicurezza dell'acqua Doing It For Dylan per la consegna, che comprendeva dimostrazioni e formazione sessioni nel lago.

"Ne siamo rimasti molto colpiti e, anche se non è una bacchetta magica, sarà uno strumento estremamente utile nel nostro arsenale e potrebbe ridurre significativamente il tempo di ricerca e il tempo del sub in acqua", ha detto Jones Divernet.

“Il nostro ruolo come ambasciatori di AquaEye è semplicemente quello di utilizzarlo nelle nostre numerose ricerche in tutto il Regno Unito e far vedere alle persone cosa può fare.

Lo dimostreremo alle forze di polizia, alle squadre SAR, ai vigili del fuoco e al soccorso, ai bagnini, ai siti di immersione, vacanza parchi, ecc., e istruire le persone su come utilizzarlo in modo efficace. Più questi dispositivi sono presenti nel Regno Unito, meglio è”.

Formazione AquaEye alla diga di Gartmorn (Ben Montgomery)
AquaEye formazione alla diga di Gartmorn (Ben Montgomery)

E dopo aver visto le manifestazioni Beckie Ramsay, che l'ha fondata Lo faccio per Dylan dopo che suo figlio è annegato 17 anni fa, ha commentato: “Se uno di questi dispositivi fosse in tutti i corpi di acqua aperta, le possibilità di ritrovare la vittima in modo rapido ed efficiente aumenterebbero enormemente. Ciò significa più vite salvate.

“Se uno di questi dispositivi fosse presente in ogni paese e città, passeremmo molto meno tempo a cercare di recuperare i corpi. Ieri l’AquaEye ha recuperato un subacqueo in acqua da un pontile a 15 metri di distanza… Tutte le squadre di immersione e le squadre di ricerca e salvataggio dovrebbero averne uno.”

“Vogliamo tutti salvare più vite umane e dobbiamo recuperare meno corpi”, ha concluso Jones. “Più ce ne sono qui, più è probabile che i costi si riducano. 6,000 sterline per un individuo sono molto costose, ma per alcune grandi aziende o organizzazioni finanziate dal governo si tratta di una somma relativamente piccola, soprattutto se possiamo dimostrare che funziona in modo efficace.

“Se si riducono i tempi di ricerca dei servizi di emergenza, le ore salariali risparmiate compenseranno presto i costi”.

Anche su Divernet: Persone scomparse: i subacquei volontari si fanno avanti nel Regno UnitoI subacquei scoprono che la polizia non aveva trovato il corpo dell'adolescenteI subacquei risolvono altri due misteri irrisoltiI subacquei addetti al recupero del corpo risolvono il 20esimo caso irrisolto

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x