"Il capitano ha continuato a dormire, quindi il guardiano notturno è andato a letto"

La nave da crociera Socorro Vortex si è arenata sull'isola
Incagliarsi: il Vortice Socorro (SPA Informa)

Subacquei ed equipaggio della nave da crociera della flotta del Pacifico Vortice Socorro furono costretti a imbarcarsi su una zattera di salvataggio quando la nave si incagliò vicino a Socorro, nel Pacifico orientale, il 9 maggio, come riportato su Divernet. Ma ora sono emersi ulteriori dettagli sull’accaduto.

La nave da crociera aveva effettuato la traversata di 110 km durante la notte da Roca Partida, un'altra delle remote isole messicane di Revillagigedo, ma ha colpito Socorro mentre era ancora a velocità di crociera poiché non solo i suoi subacquei ma, a quanto pare, il capitano e l'equipaggio dormivano tutti. 

Secondo un testimone citato nel periodico americano di immersioni tendenza, si scopre che il turno di guardia notturno era stato abbandonato perché un membro dell'equipaggio non era riuscito a ricevere il cambio a mezzanotte, quindi ha deciso semplicemente di mettersi nella sua cuccetta.

Immersione tecnica istruttore, ha detto la fotografa subacquea e proprietaria di un negozio di immersione Marissa Eckert, che gestisce Hidden Worlds Diving a Tulum tendenza che il capitano aveva impostato la barca sul pilota automatico, con un membro dell'equipaggio assegnato a vigilare dalle 10:12 alle XNUMX:XNUMX.

Tuttavia, come il membro dell’equipaggio avrebbe raccontato ai subacquei “più volte” dopo l’incidente, “nessuno è venuto a dargli il cambio, quindi è andato a letto”.

“Il capitano avrebbe dovuto dargli il cambio ma a quanto pare stava dormendo. Era la prima volta per il membro dell'equipaggio Vortice lavorando, andò a letto a mezzanotte e lasciò la barca che navigava a 16 nodi direttamente verso Socorro”, ha detto Eckert. “Nessuno era sveglio.

“All’1.58:XNUMX ci siamo schiantati a testa in giù contro una parete rocciosa molto alta sul lato dell’isola, gettandoci tutti dai nostri letti. Ha intrappolato almeno una coppia nella loro stanza sul ponte inferiore. 

“Poi la corrente, le forti maree e i venti hanno girato la barca e hanno iniziato a sbatterla contro le rocce. Abbiamo perso energia perché il ponte inferiore si è allagato in meno di 30 minuti. 

Il Capitano stava dormendo: i subacquei soccorsi arrivano alla base dell'ombelico
Gli ospiti e l'equipaggio arrivano alla base navale (ENSAR)

"Tutti e 25 di noi abbiamo abbandonato la nave su una zattera di salvataggio e abbiamo continuato a sbattere contro le rocce nella zattera di salvataggio finché la marina messicana non ci ha salvato."

43m Vortice Socorro La perdita fu totale, così come i beni degli occupanti, ma non ci furono vittime gravi e gli ospiti poi lodarono la “comportamento esemplare” dell'equipaggio dopo l'impatto. 

Il personale della stazione navale locale per la ricerca, il salvataggio e la sorveglianza marittima (ENSAR) ha risposto a una chiamata di emergenza e ha prelevato i 14 ospiti, tra cui due subacquei britannici, e 11 membri dell'equipaggio.

La nave da crociera, un'ex nave della Guardia costiera canadese, si è unita a quella che all'epoca era la flotta Pelagic nel 2019. Rinominata Flotta del Pacifico, l'operatore gestisce anche la Solmar V e la SPOC (Gabbia oceanica semovente). Non è chiaro se sia stata intrapresa alcuna azione disciplinare in seguito all'incidente di Socorro, ma Divernet si è rivolto alla flotta del Pacifico per un commento.

Negli USA le indagini continuano e le ricadute del Design tragedia in California, in cui 34 subacquei sono morti su una nave da crociera ormeggiata nel 2019 mentre il capitano e l'equipaggio dormivano, hanno sottolineato la necessità di avere una guardia itinerante a bordo a tutte le ore della notte.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Karen
Karen
1 anno fa

Se questo è vero, si tratta di una violazione del diritto marittimo, secondo cui una nave passeggeri deve avere un ufficiale in servizio in ogni momento, sia in navigazione che meno. So che questa regola è stata seguita quando ero a bordo del Socorro Vortex sull'isola di Guadalupe nell'ottobre 2021. Sono insonne e sono andato in esplorazione un paio di volte.

Metto in dubbio l'addestramento e la logica del membro dell'equipaggio nelle azioni intraprese. Stiamo parlando di un'ex nave della Guardia Costiera di 140 piedi, che naviga a 16 nodi con il pilota automatico in acque molto trafficate. Oltre a questo, wcosa sarebbe successo se il Capitano fosse caduto in mare o fosse in pericolo di salute? Il membro dell'equipaggio non avrebbe dovuto almeno bussare o bussare alla porta del Capitano? E se il Capitano non avesse risposto, il secondo in comando (un dive master) non avrebbe dovuto essere svegliato nel caso in cui fosse necessario perquisire la barca o il Capitano fosse incapace? La flotta del Pacifico deve disporre di regolamenti che affrontino la catena di comando e gli standard di sorveglianza.

Menzionando ripetutamente la situazione ai passeggeri, sembrerebbe che anche il membro dell'equipaggio stesse mettendo in dubbio le loro azioni dopo l'incidente. Fortunatamente non ci sono state perdite di vite umane e non sono state coinvolte altre navi.

Questo incidente mi ha rattristato moltissimo. Il mio cuore va a tutti coloro che hanno perso tutti i loro averi. E per i dipendenti della flotta del Pacifico (e le loro famiglie), poiché non esiste più una nave su cui possano guadagnarsi da vivere. L'equipaggio che ho conosciuto mentre ero a Guadalupe erano persone fantastiche. Spero che stiano tutti bene.

Jason Robey
Jason Robey
Rispondi a  Karen
1 anno fa

Anch’io sono rattristato nel sentire parlare di questo disastro inutile, soprattutto per le vite non menzionate: quelle creature che devono sopportare l’inquinamento derivante da tali “incidenti”. Pubblicizziamo che portiamo i subacquei negli ambienti più incontaminati della terra e poi ci lasciamo alle spalle disastri ecologici dovuti a estrema negligenza?

SEGUICI SU

2
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x