L'aviatore della Seconda Guerra Mondiale è stato identificato dopo che i subacquei hanno trovato i resti

Il relitto del Liberator (Timmy Gambin / Università di Malta)
Il relitto del Liberator (Università di Malta)

Un aviatore della Seconda Guerra Mondiale disperso in azione per 2 anni è stato rimosso dalla lista di ricerca della Defense POW/MIA Accounting Agency (DPAA) degli Stati Uniti, dopo che i sommozzatori sono riusciti a localizzare i suoi resti su un relitto di un aereo al largo dell'isola di Malta.

Nel 2018 l'archeologo subacqueo Prof Timmy Gambin ha guidato la Università di MaltaLa squadra di subacquei tecnici di e una compagnia privata hanno localizzato l'attentatore a una profondità di 58 metri vicino a Benghajsa Point, sulla costa meridionale di Malta. 

Supportati dagli archeologi della DPAA, i subacquei sono riusciti a recuperare prove sotto forma di apparecchiature di supporto vitale e quelli che si sospettavano fossero resti umani dal luogo dell'incidente, attraverso scavi effettuati nel corso di due stagioni di lavoro sul campo. 

Il ventiduenne sergente Irving Newman dell'aeronautica americana di Los Angeles era scomparso il 6 maggio 1943. Serviva in Europa con la 9a Air Force, faceva parte dell'equipaggio di nove uomini di un Consolidated B-24D Bombardiere pesante Liberator in rotta verso il porto siciliano di Reggio di Calabria.

Sommozzatori sul relitto dove furono rinvenuti i resti di un aviatore della Seconda Guerra Mondiale (Università di Malta)
Sommozzatori sul relitto del bombardiere (Università di Malta)

Problemi al motore costrinsero i piloti a separarsi dal gruppo principale di bombardieri e a volare direttamente nel fuoco antiaereo nemico. L'aereo ha preso fuoco ed è precipitato vicino a Benghajsa Point con cinque membri dell'equipaggio feriti, incluso il sergente Newman, ma tutti i suoi compagni sono sopravvissuti e sono stati successivamente salvati

Sei anni dopo, a seguito delle indagini militari sul sergente Newman e su altri 81 membri del personale di servizio scomparsi nell'area del Mediterraneo, era stato dichiarato "non recuperabile".

Mura dei dispersi

I DPAA, parte del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, si dedica al recupero del personale militare indicato come prigioniero di guerra o disperso in conflitti passati. I suoi scienziati hanno utilizzato l’“analisi antropologica” per identificare i resti del sergente Newman, mentre altri dell’Armed Forces Medical Examiner System hanno applicato tecniche di analisi del DNA mitocondriale e dentale.

Il nome del sergente Newman sulle Mura dei dispersi (DPAA)
Il nome del sergente Newman sulle Mura dei dispersi (DPAA)

Il nome dell'aviatore è registrato sui "Muri dei dispersi" presso il cimitero americano Sicilia-Roma a Impruneta, in Italia, e una coccarda sarà ora posizionata accanto ad esso per indicare che è stato contabilizzato, prima che gli venga data una sepoltura.

“Avere avuto la fiducia del DPAA per eseguire questa missione è un grande onore per l’Università di Malta e il suo programma di ricerca sull’archeologia marittima”, ha affermato il professor Gambin. “Attraverso la nostra partnership con la DPAA possiamo dare un piccolo contributo per portare la chiusura alle famiglie che hanno perso i loro cari nei conflitti passati”.

Anche su Divernet: I sub recuperano i resti del pilota della Seconda Guerra Mondiale, Bombardiere da immersione, Individuati 5 relitti di bombardieri, mentre l'IA impara a trovarne altri, Individuati i relitti di tre aerei Truk, Domande e risposte: Gemma Smith sulle immersioni tecniche

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x