Il tentativo del cacciatore di tesori di recuperare il relitto poco profondo è stato ribaltato

Navi francesi simili a quelle della flotta di Ribault (Service Historique de la Défense / NOAA)
Navi francesi simili a quelle della flotta di Ribault (Service Historique de la Défense / NOAA)

Il relitto poco profondo della galea francese del XVI secolo Trinità è stato oggetto di un'azione legale da parte di un cacciatore di tesori statunitense, ma ora sembra aver perso la sua battaglia con il governo francese, a seguito di una nuova sentenza del tribunale. 

Robert Pritchett e la sua compagnia Global Marine Exploration (GME) aveva scoperto il relitto, descritto dalla National Oceanic & Atmospheric Administration statunitense (NOAA) come "il relitto storicamente più importante del Nord America", nel 2016. Si trova a una profondità di circa 10 metri, non lontano da Cape Canaveral in Florida.

Tuttavia, la rivendicazione del GME sui diritti di salvataggio si è scontrata con il Sunken Military Craft Act del 2004 degli Stati Uniti, che riconosce le pretese degli stati, in questo caso la Francia, di reclamare le loro ex navi da guerra. 

Il tre alberi, 32 cannoni La Trinitàé, spinta sia a remi che a vela, era affondata durante un uragano al largo della Florida con altre tre navi francesi nel 1565, dopo di che i sopravvissuti furono massacrati dai loro rivali coloniali spagnoli.

Dopo aver localizzato il relitto, il GME aveva rivelato che i suoi sommozzatori avevano rinvenuto tre cannoni di bronzo con impressa la scritta francese fleur-de-lis simbolo, 19 cannoni di ferro e 12 ancore, oltre ad una colonna di marmo recante lo stemma del re francese Carlo IX, destinato a segnare la sua sovranità nel Nuovo Mondo.

Tuttavia, il GME aveva sostenuto che quando La Trinitàé affondò mentre trasportava merci e coloni diretti al nuovo insediamento coloniale francese Fort Caroline e, poiché non era coinvolta in un conflitto militare, era di fatto una nave mercantile esente dalla legislazione statunitense. 

Cambiare il corso della storia

Nel giugno 2018, un tribunale federale lo aveva stabilito La Trinitàé era una nave militare francese. Faceva parte di uno squadrone di sette navi al comando del capitano Jean Ribault, inviato dall'ammiraglio Gaspard de Coligny, capo di un gruppo ugonotto francese, per rifornire Fort Caroline. Installato in Florida l'anno precedente, ora è la sede di Jacksonville. 

Galeassa inglese del XVI secolo che avrebbe potuto somigliare a La Trinité, con i portelli dei remi sotto i portelli dei cannoni. (Servizio storico della difesa / NOAA)
Somigliante ad una galea inglese del XVI secolo La Trinitàé, con porte dei remi sotto le porte dei cannoni (Service Historique de la Défense / NOAA)

All'epoca la Francia superava in numero la Spagna in termini di navi, truppe e armi nel Nuovo Mondo e il corso della storia sarebbe potuto cambiare drasticamente se avesse continuato a colonizzare la Florida. Così com'era, la devastante perdita delle quattro navi con tutti i marinai, le truppe e i coloni a bordo decise il re Carlo IX ad abbandonare le sue ambizioni in Florida e spostare invece la sua attenzione sul Canada. 

Fort Caroline fu presto saccheggiata dagli spagnoli, che all'epoca si stavano stabilendo un po' più a sud, in Florida, a St Augustine.

L’odierno governo francese, rappresentato presso il tribunale distrettuale statunitense per il distretto settentrionale della Florida a Tallahassee dall’avvocato americano Jim Goold, ha sostenuto che La Trinitàé all'epoca era considerata una nave militare. Si dice che approfondite ricerche d'archivio abbiano rivelato dettagli specifici sul cannone e sulla polvere da sparo che potrebbero essere associati solo a una nave militare attiva.

Acquaforte di Fort Caroline
Acquaforte dell'insediamento francese Fort Caroline

E sebbene all'epoca non ci fosse stata alcuna dichiarazione di guerra tra Francia e Spagna, la nave era ancora impegnata in un conflitto internazionale derivante dalla disputa fondiaria tra gli ugonotti francesi e la Spagna cattolica. Si dice addirittura che il capitano Ribault avesse detto al comandante di Fort Caroline che intendeva attaccare gli spagnoli.

Il GME ha continuato sostenendo che la Francia aveva beneficiato indebitamente del suo lavoro di localizzazione, registrazione e rilevamento del relitto, ma il giudice distrettuale statunitense Allen Winsor ha ritenuto che difficilmente la Francia potesse essere ritenuta responsabile per le spese per servizi che non aveva richiesto.

“La Francia ha presentato prove sufficienti e incontestabili per stabilirlo La Trinitàé affondato durante il servizio militare non commerciale", ha sentenziato il giudice, il quale ha ritenuto che ciò rendesse il relitto un "nave militare affondata".

Un rappresentante del governo francese ha affermato di sperare che la fine dell'azione legale permetta ora allo Stato di concentrarsi sulla conservazione del proprio patrimonio culturale.

Anche su Divernet: “Troppo facile”: ritrovato in Florida un relitto spagnolo del XVI secolo, La Colombia ha davvero smarrito il “Santo Graal dei naufragi”?, Il ritrovamento da $ 100 di Diver è di famiglia, Muore l'eccezionale cacciatore di relitti Bob Marx

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x