Grande prurito: perché il tonno si scontra con gli squali

Il tonno pinna gialla si scontra con uno squalo blu al largo dell'Isola di Ascensione (Christopher Thompson)

Il tonno e altri grandi pesci pelagici che soffrono di prurito causato da parassiti, pelle morta o altre sostanze irritanti non hanno a disposizione stazioni di pulizia – motivo per cui sembra che trovino sollievo strofinandosi contro la pelle abrasiva degli squali.

I ricercatori Christopher Thompson e la professoressa Jessica Meeuwig del Marine Futures Lab dell’Università dell’Australia Occidentale hanno prodotto un nuovo studio basato sul setacciamento di migliaia di ore di fondali marini video registrati negli oceani Pacifico, Indiano e Atlantico. Il filmato che rivela come i pesci hanno risolto il loro fastidioso problema è stato catturato utilizzando telecamere con esca lasciate alla deriva, come indicato in precedenza on Divernet l'anno scorso. 

“Scraping interactions” were found among several fish and shark species and the researchers concluded that fish preferred to scrape on sharks rather than other fish – but only if the shark was not so much bigger that it risked being eaten. The fish tended mostly to scratch their head and sides, because their eyes, nostrils, gills and lateral line were the areas most vulnerable to parasites.

Yellowfin and other tunas were seen to line up in an orderly fashion behind a shark and take turns to brush against its tail, while fish such as rainbow runners would form an unruly school and dart out in turns to bump the back end of the shark’s body. Made up of small “dermal denticles”, shark-skin was at one time used industrially as sandpaper.

Thompson e Meeuwig affermano di aver osservato il comportamento di raschiamento solo in regioni remote con popolazioni relativamente sane di squali e tonni di grandi dimensioni, ma suggeriscono che se il numero di squali in caduta diventasse troppo basso perché i pesci trovassero tiragraffi, ciò potrebbe causare una perdita netta di forma fisica in le specie ittiche. Il loro studio è pubblicato in PLoS ONE.

Anche su Divernet: Gli squali si immergono più in profondità di quanto pensassimo, È ufficiale: gli squali confondono gli esseri umani con le foche, Chi dice che gli squali non dormono mai?, Gli squali tigre spaziano lontano ma non si mescolano

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x