Immersione virtuale sul sottomarino giapponese della Seconda Guerra Mondiale

sottomarino giapponese
La I-124 come potrebbe apparire senza i 50 metri di mare sopra di essa. CREDITO: John McCarthy

Una nuova esperienza di realtà virtuale è stata sviluppata dagli archeologi marittimi per fornire l'accesso al relitto del primo sottomarino giapponese affondato da una nave da guerra della Royal Australian Navy durante la seconda guerra mondiale.

Il 20 gennaio ricorre l'ottantesimo anniversario dell'affondamento della I-124 durante una missione segreta nelle acque settentrionali dell'Australia. Circa 80 membri dell'equipaggio morirono quando la nave affondò a 65 km da Darwin nel 1942.

Leggi anche: Individuato il luogo del naufragio più tragico d'Australia

Lo storico relitto, considerato uno dei più importanti nelle acque australiane, giace in piedi a una profondità massima di 50 metri ed è una tomba di guerra protetta del Commonwealth, quindi i subacquei ricreativi normalmente non sono in grado di visitare il sito.  

Tuttavia, lo scorso ottobre il Northern Territory Government Heritage Branch ha intrapreso un progetto congiunto con l'Australian Institute of Marine Science (AIMS) per mappare il relitto, utilizzando apparecchiature di telerilevamento della nave da ricerca AIMS Solander.

Sottomarino giapponese
Digitale datasets combined to recreate I-124 includono piani storici, dati di indagini sonar e prove di sottomarini tedeschi di progettazione simile. CREDITO: John McCarthy

"Attingendo ai nostri dati, ai piani storici delle navi e alle fotografie, abbiamo creato un'esperienza di immersione virtuale in cui il video takes the viewer through the data-gathering process, and then takes you down into the deep, to experience the wreck first-hand,” says the creator of the digitale experience, Dr John McCarthy, a maritime archaeologist at Flinders University’s  College of Humanities, Arts & Social Sciences.

"L'indagine archeologica mostra che il relitto è in buone condizioni, ma con alcuni segni di degrado dello scafo esterno che richiedono ulteriori indagini."

Affondamenti

I-124 era un sottomarino posamine della Marina imperiale giapponese costruito dalla Kawasaki Heavy Industries nel 1926-1928. Secondo l'Australasian Underwater Cultural Heritage Database, la nave da 1383 tonnellate e lunga 85 metri entrò in servizio attivo nel 1937 durante la seconda guerra sino-giapponese e nella seconda guerra mondiale fu assegnata al Philippine Submarine Group. 

Nel dicembre 1941 condusse pattugliamenti e operazioni di posa mine attraverso il Mar Cinese Meridionale e le venne attribuito il merito di aver affondato il piroscafo britannico Hareldawin, la nave statunitense Sindaco e il piroscafo battente bandiera panamense diurna

All'inizio del 1942 fu riassegnata a operare nel Mare di Flores e nello Stretto di Torres, con il compito di assistere nelle invasioni, interrompere le linee di comunicazione e i movimenti della flotta alleata e depositare mine al largo dell'Australia nordoccidentale.

On 20 January in the Beagle Gulf, Japanese 6th Squadron submarines launched a torpedo attack against the Darwin-bound US fleet oil-tanker Trinità, scortato dalla USS Edsall e USS Alden. I due cacciatorpediniere risposero con bombe di profondità come corvetta dragamine australiana HMAS Deloraine è stato ordinato sulla scena, dove I-124 lanciò siluri contro la nave in avvicinamento. 

Deloraine evitò l'attacco e rispose con bombe di profondità. COME I-124 è stata costretta a riemergere per un breve periodo ed è stata caricata in profondità Deloraine e altre corvette in arrivo e bombardate da un idrovolante statunitense, che alla fine affondarono sul fondo del mare.

Il progetto VR è stato intrapreso con l'assistenza finanziaria del Commonwealth. Vivi un'immersione virtuale su I-124 on YouTube utilizzando un visore VR, uno smartphone o un tablet qui.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Nick Herbert
Nick Herbert
anni fa, 2

Weinman, vecchio cane (di mare)...!
È bello vedere che tieni ancora le mani (le pinne) dentro con le attrezzature subacquee: continua così.
Rimanga sicuro,
Nick.

seme
seme
1 anno fa

molto bello, informativo e un segreto del fondale marino ben tenuto, grazie per il lavoro che ci hai dedicato

SEGUICI SU

2
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x