Legno norvegese: relitto lacustre intatto dopo secoli

Legno norvegese: immagine sonar di un AUV che mostra la struttura in legno di una nave medievale costruita con clinker (FFI / NTNU)
Immagine sonar da un AUV che mostra la struttura in legno di una nave medievale costruita in clinker (FFI / NTNU)

Gli archeologi marini ritengono che un relitto scoperto a 410 metri di profondità nel lago più grande della Norvegia, Mjosa, abbia almeno 700 anni.

Quello che potrebbe rivelarsi uno dei più antichi relitti sopravvissuti della Norvegia è stato trovato da un AUV con scansione sonar alla ricerca di ordigni vivi scaricati nel lago, che si trova a 100 km a nord di Oslo. 

Le scansioni hanno rivelato lo scafo di una nave in legno “costruita in clinker” lunga 10 metri e larga 2.5 metri, che si ritiene sia stata costruita intorno al 1300, in seguito al passaggio dalle navi in ​​stile vichingo, che avevano un timone a tribordo, ai progetti medievali. con prua e poppa distintive e timone centrale.

Il legname può rimanere ben conservato nelle profondità di un lago d'acqua dolce fredda. Le navi costruite in clinker presentano assi dello scafo sovrapposte e i legni sciolti sulla scansione suggeriscono che i chiodi di ferro che le tengono insieme si sono arrugginiti, il che lascerebbe fragile la struttura. 

L'archeologo marino Oyvind Odegard dell'Università norvegese di scienza e tecnologia (NTNU) stava guidando un team in collaborazione con l'istituto norvegese di ricerca sulla difesa (FFI), utilizzando il suo Hugin AUV per localizzare e mappare centinaia di tonnellate di munizioni in eccesso scaricate nel lago da una fabbrica tra gli anni Quaranta e Settanta. Odegard ha detto che sperava anche di individuare manufatti più interessanti dal punto di vista archeologico.

Circa 20 relitti sono stati precedentemente trovati nel lago Mjosa a profondità comprese tra 20 e 30 metri, ma prima non erano mai stati indagati oltre le profondità delle immersioni subacquee ricreative. Copre più di 360 kmq, anche se finora ne sono stati mappati solo circa 40 kmq. 

Il relitto è stato ritrovato solo l'ultimo giorno dell'esercitazione, che riprenderà l'anno prossimo. NTNUIl progetto di ricerca di nel lago è destinato a continuare per i prossimi cinque anni.

Relitto di Skafto

Scavo del relitto di Skafto nel 2009 (Staffan von Arbin/Museo Bohuslans)
Scavo del relitto di Skafto nel 2009 (Staffan von Arbin/Museo Bohuslans)

In Svezia, nel frattempo, nuove tecniche hanno consentito ai ricercatori del Università di Göteborg per scoprire di più sul carico di un'altra nave mercantile medievale, ma marittima, conosciuta come il relitto di Skafto.

La nave pesantemente carica è stata scoperta da un subacqueo vicino all'isola di Skafto nel 2003, e i sommozzatori del Museo Bohuslans avevano raccolto campioni di carico durante le indagini archeologiche subacquee nel 2009, ma solo ora le nuove tecniche di analisi del carico hanno permesso agli archeologi di fare una svolta. 

"Le analisi che abbiamo effettuato ci danno un quadro molto dettagliato dell'ultimo viaggio della nave e ci dicono anche le origini geografiche del suo carico", ha detto l'archeologo marittimo Staffan von Arbin, capo del gruppo di ricerca. “Molte di queste sono conoscenze completamente nuove per noi.”

La nave era diretta a quella che si pensa fosse Bruges in Belgio quando affondò per ragioni sconosciute nell'arcipelago Lysekil nel Mare del Nord intorno al 1440. Si sa ora che parte del carico era ossido di calcio, o calce viva, proveniente dalle navi svedesi isola di Gotland, anche se non esisteva alcuna prova precedente di un simile commercio.

Lingotti di rame sul relitto di Skafto (Jens Lindstrom / Museo Bohuslans)
Lingotti di rame sul relitto di Skafto (Jens Lindstrom / Museo Bohuslans)

Erano inclusi anche il rame, estratto in due aree nell'attuale Slovacchia; tegole; e quercia, mattoni e probabilmente catrame provenienti dalla Polonia, portando i ricercatori a concludere che probabilmente la nave aveva caricato questo carico per il suo ultimo viaggio nel porto di Danzica. Loro lo studio è pubblicato nel Giornale internazionale di archeologia nautica.

Anche su Divernet: Relitto di Atlanta identificato nel Cold Lake Superior, I sommozzatori trovano un bombardiere della Seconda Guerra Mondiale nel lago Terranova, Cosa gira: il sub trova ruote storiche

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x