Gli squali bianchi si radunano nel nuovo hotspot atlantico

Grande squalo bianco (Elias Levy)
Grande squalo bianco (Elias Levy)

Il più nuovo e potenzialmente più denso hotspot per i grandi squali bianchi è stato identificato – e risulta essere nelle acque dell’Atlantico settentrionale, al largo di Cape Cod nel Massachusetts.

Un team di ricercatori ha condotto un’intensa indagine di “riacquisizione dei segni” per produrre quella che dicono sia la prima stima dell’abbondanza di squali bianchi mai prodotta nell’Atlantico settentrionale occidentale.

Ora, dopo otto anni di lavoro sul campo e di analisi, hanno rivelato che circa 800 singoli squali hanno visitato Cape Cod tra il 2015 e il 2018.

Leggi anche: Operatore di immersioni con gli squali intenta cause per diffamazione contro i clienti

Lo studio a lungo termine è stato condotto da Megan Winton, ricercatrice presso un’organizzazione benefica statunitense Conservazione dello squalo bianco dell'Atlantico (AWSC), lavorando con il Prof Gavin Fay del Università del Massachusetts Dartmouth's School for Marine Science and Technology (SMAST), dove Winton è dottorando, e il noto ricercatore di squali Dr Greg Skomal della Massachusetts Division of Marine Fisheries. 

Cape Cod stava emergendo come sito di aggregazione stagionale per gli squali bianchi, ma il team voleva ottenere dati accurati per orientare le misure di conservazione e gestione.

inizialmente fotografia ed video il filmato è stato utilizzato per identificare le caratteristiche fisiche distintive di 393 singoli squali.

Tuttavia, poiché questo approccio non teneva pienamente conto del comportamento migratorio dei grandi bianchi, i ricercatori hanno intrapreso un'indagine intensiva per la riconquista dei segni. 

Megan Winton (SMAST)
La grande ricercatrice di squali bianchi Megan Winton (SMAST)

Questa tecnica prevede la cattura e l'etichettatura di un certo numero di singoli squali prima di rilasciarli nuovamente nella popolazione.

Man mano che ulteriori gruppi vengono catturati per la marcatura, viene annotata la proporzione già marcata e, quanto più grande è la popolazione, tanto meno è probabile che gli squali marcati vengano catturati nuovamente. 

Sono stati effettuati complessivamente 130 viaggi di ricerca nel processo di sviluppo di un modello affidabile che potesse accogliere i movimenti degli squali dentro e fuori l'area esaminata e le variazioni nella residenza e nell'uso dell'habitat.

Ciò ha ora portato a una stima di “superpopolazione” di 800 individui, con gli squali che tendono ad arrivare quando le temperature del mare sono più calde, in estate e all’inizio dell’autunno.

Le operazioni di marcatura più recenti hanno incluso il collegamento di un accelerometro e di una telecamera per monitorare le attività dello squalo momento per momento.

"Abbiamo scoperto che gli squali bianchi sono più intelligenti, più socievoli e più numerosi di quanto precedentemente noto", afferma Winton.

“Cape Cod è l’unica area nella regione in cui i ricercatori possono monitorare in modo fattibile la popolazione, e le nostre stime suggeriscono che il Capo è tra i più grandi punti caldi degli squali bianchi in tutto il mondo, il che è una buona notizia dal punto di vista della conservazione”.  

L'ultima ricerca sui grandi squali bianchi a Cape Code (AWSC)

Negli ultimi dieci anni sono state espresse preoccupazioni per la sicurezza pubblica intorno a Cape Cod quando è stato avvistato un numero crescente di squali, e soprattutto dopo che nella regione si è verificato un decesso alla fine del periodo di studio nel 2018.

Tuttavia, nel loro rapporto il team sottolinea che il rischio derivante dai grandi squali bianchi per gli utenti ricreativi dell'acqua rimane basso. 

Gli squali arrivano con in mente una dieta ricca di foche e piccoli animali marini.

Si pensa che siano stati sempre più attratti da Cape Cod a causa della sua popolazione di foche grigie e foche comuni, che erano state cacciate quasi fino all'estinzione nella regione prima che il Marine Mammal Protection Act degli Stati Uniti entrasse in vigore nei primi anni '1970.

Si ritiene che la popolazione regionale di queste foche sia oggi compresa tra 30 e 50,000.

Il grande studio sullo squalo bianco è pubblicato sulla rivista Serie di progressi di ecologia marina

Esplora modelli di squali 3D "primi nel loro genere".

Grande squalo bianco (nuovi modelli 3D interattivi ora possono essere trovati sul sito World of Sharks (Byron Dilkes / SOSF)
Grande squalo bianco (Byron Dilkes / SOSF)

La Save Our Seas Foundation (SOSF) con sede in Svizzera ha aggiunto nuovi modelli 3D interattivi di squali bianchi e mante su varie piattaforme sul suo sito Web World of Sharks. I visitatori sono invitati a indagare sulla biologia e sull'evoluzione degli squali e delle razze ruotando quelli che SOSF definisce i suoi modelli "primi nel loro genere" online

I sito web include infografiche, episodi di podcast, schede di specie e pagine di argomenti. "Volevamo che World of Sharks fosse la sezione FAQ definitiva sugli squali, creata per rispondere a tutte le domande che le persone vogliono porre su squali e razze", afferma il CEO Dr James Lea.

“La chiave per comprendere tutta la nostra comprensione degli squali – perché fanno quello che fanno e cosa è necessario per aiutarli a riprendersi – si basa sull’esistenza di una base di informazioni di base e affidabili sulla storia della vita”.

Tecniche avanzate assicurano che i modelli degli squali siano fedeli alla forma e rappresentino anche un movimento autentico, afferma il SOSF
Tecniche avanzate assicurano che i modelli degli squali siano fedeli alla forma e rappresentino anche un movimento autentico, afferma il SOSF

I modelli 3D sono stati progettati in collaborazione con la SOSF dall' Digitale Progetto di vita presso l'Università del Massachusetts. Ad accesso aperto, possono essere visualizzati e scaricati gratuitamente per uso senza scopo di lucro.

Fondata nel 2003, l'obiettivo dichiarato di SOSF è garantire la salute e la sostenibilità degli oceani e delle comunità che dipendono da essi, per le generazioni future.

Il suo sostegno a progetti di ricerca, conservazione ed educazione in tutto il mondo si concentra su squali, razze e razze in via di estinzione e dispone di centri permanenti di ricerca ed educazione alle Seychelles, in Sud Africa e negli Stati Uniti.

Anche su Divernet: Set da immersione in gabbia per squali bianchi per la Nuova Scozia, Come le immersioni in gabbia possono essere positive per gli squali, L’incontro troppo ravvicinato con la balena del subacqueo, Ossa di pirati trovate sul relitto di Cape Cod

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Keith Bolger
Keith Bolger
8 mesi fa

Sembra che dopo tutti questi anni. Il Grande Squalo Bianco è finalmente diventato uno dei favoriti delle acque domestiche rese famose da Jaws The Movies, tanto che si stanno affrettando a stabilirsi nelle acque menzionate nei film.
Ora perché gli scienziati sono così sorpresi.
Per l'amor del cielo, guarda i film

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x