Cacciatori di ombre: perché i pesci trombetta fanno l'autostop

Pesce tromba dei Caraibi (Steve Weinman)
Pesce tromba dei Caraibi (Steve Weinman)

Potrebbe non essere una sorpresa per i subacquei più attenti, ma ai pesci trombetta spesso piace nuotare in modo innaturale vicino a pesci più grandi. Se quei subacquei immaginavano che stavano usando i pesci come “cavalli da caccia” per fornire loro copertura durante la caccia, ora hanno avuto ragione – e i pesci trombetta sono l’unico animale non umano noto ad adottare una tale strategia.

L’astuta procedura predatoria è stata testata in un nuovo studio condotto nell’isola caraibica meridionale di Curaçao, dal ricercatore associato sul comportamento marino Sam Matchette e dal suo team dell’Università di Cambridge.

Un pesce tromba che segue un pesce pappagallo a Curaçao (Università di Cambridge)
Un pesce tromba che segue un pesce pappagallo a Curaçao (Università di Cambridge)

Un tempo i cacciatori umani utilizzavano animali domestici o repliche in legno per accovacciarsi dietro quando si muovevano a distanza ravvicinata dalla loro preda, e pesci trombetta (Aulostomus maculatus) impiegano una strategia simile quando inseguono piccoli pesci, afferma Matchette.

Seguono specie come i pesci pappagallo erbivori o i pesci chirurgo che sanno essere percepiti come meno minacciosi dalle potenziali prede, sebbene abbiano anche altri trucchi di caccia, come restare librati a testa in giù per confondere i pesci più piccoli.

Sfilata di modellini di pesci

Il lavoro sul campo ha comportato ore di immersioni subacquee per gli scienziati, che hanno allestito una linea di nylon con una puleggia in modo che i modelli di pesci trombetta e pesci pappagallo stampati in 3D e dipinti a mano potessero essere fatti sfilare davanti a un ritrovo di castagnole sulla barriera corallina.Stegastes partitus). Sono state riprese le reazioni della castagnola, preda popolare dei pesci trombetta video per successive analisi.

pesci tromba e pesci pappagallo (Università di Cambridge)
Modelli di pesci trombetta e pesci pappagallo stampati in 3D utilizzati in tandem (Università di Cambridge)

Quando un modello di pesce trombetta veniva trascinato da solo, la castagnola nuotava verso il pesce artificiale per ispezionarlo prima di ritirarsi nel suo rifugio: la sequenza di azioni standard per la specie quando rileva un possibile predatore. 

Con un modello di solo pesce pappagallo, le castagnole si avvicinavano ma avevano molte meno probabilità di ritirarsi (come spesso accade quando le castagnole vedono i subacquei). E questo comportamento si è rivelato più o meno lo stesso quando un modello di pesce tromba è stato attaccato al lato di un modello di pesce pappagallo, perché in quella situazione la castagnola non è riuscita a rilevare il pesce trombetta.

Anche i piccoli pesci trombetta potrebbero trarre vantaggio dal comportamento d'ombra perché li rende meno visibili ai loro stessi predatori e alle prede, dice Matchette. Lo shadowing potrebbe anche ridurre il numero di incontri aggressivi che i pesci trombetta potrebbero avere se entrano nel territorio di un'altra specie.

L'esperimento della castagnola di Curaçao (Università di Cambridge)

Si ritiene inoltre che il comportamento d'ombra sia più probabile che sia favorito quando la copertura dell'habitat naturale non è disponibile, come nelle barriere coralline che sono irregolari piuttosto che abbondanti. Poiché le barriere coralline in tutto il mondo si stanno degradando, a causa del cambiamento climatico, dell’inquinamento o dell’acidificazione degli oceani, gli scienziati si aspettano che l’ombreggiamento venga adottato più frequentemente. 

"Questo è l'unico esempio conosciuto di un animale non umano che ne usa un altro come forma di occultamento", afferma Matchette. Lo studio è stato finanziato dalla Fisheries Society delle Isole Britanniche e dall'Associazione per lo studio del comportamento animale ed è pubblicato sulla rivista Current Biology.

Anche su Divernet: Le seppie non dimenticano mai un pasto o un compagno, Le seppie speccy visitano il cinema 3D, Gli spuntini di seppia dipendono da cosa c'è per cena

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x