Octopus Garden è un acceleratore di uova di acque profonde

Aggregazione di femmine di polpo perlato (© 2022 MBARI)
Aggregazione di femmine di polpo perlato (© 2022 MBARI)

Sono passati cinque anni da quando sono state scoperte molte migliaia di polpi che nidificavano insieme nelle profondità della costa della California, la più grande aggregazione di questo tipo conosciuta sulla Terra.

Poi, tre anni fa, un team scientifico guidato dal Monterey Bay Aquarium Research Institute (MBARI) ha iniziato a monitorare quello che ha chiamato il "Giardino dei polpi" per scoprire cosa rendeva il sito così attraente per i cefalopodi, solitamente considerati solitari - e ora ha prodotto il suo rapporto.

Octopus Garden si trova a 3.2 km di profondità su una piccola collina vicino alla base del Davidson Seamount, un vulcano sottomarino spento a 80 miglia a sud-ovest di Monterey. In una singola sezione sono stati contati più di 6,000 polpi, e si ritiene che almeno 20,000 fossero presenti contemporaneamente.

(Illustrazione Madeline Go/MBARI, mappa di base creata tramite ArcGIS Online)
Posizione del sito (Illustrazione Madeline Go/MBARI, mappa di base creata tramite ArcGIS Online)
Una telecamera time-lapse sviluppata dagli ingegneri di MBARI ha permesso ai suoi ricercatori e collaboratori di monitorare i polpi che nidificano nell'Octopus Garden per più di sei mesi (© 2022 MBARI)
Una telecamera time-lapse sviluppata dagli ingegneri MBARI ha permesso ai suoi ricercatori e collaboratori di monitorare i polpi che nidificano nell'Octopus Garden per più di sei mesi (© 2022MBARI)

E ora il sito è stato confermato come uno dei pochi vivai di polpi di acque profonde, dove il calore proveniente dalle sorgenti idrotermali profonde aumenta il metabolismo delle femmine e delle loro covate e riduce drasticamente il tempo necessario per l'incubazione.

I ricercatori ritengono che questo periodo di covata più breve riduca notevolmente il rischio di sviluppare embrioni di polpo che vengono feriti o mangiati dai predatori. 

Riprese time-lapse di un gruppo di polpi perlati covanti. La telecamera è stata utilizzata da marzo 2022 ad agosto (© MBARI)
Riprese time-lapse di un gruppo di polpi in cova (© MBARI)

Gamba per i polipetti

I polpi lo sono Musoctopus robustus, soprannominati polpi perlati dai ricercatori MBARI a causa della comparsa di individui che nidificano a distanza. 

Il ROV per acque profonde di MBARI Dottor Ricketts hanno effettuato 14 immersioni nelle quali sono stati osservati solo polpi adulti maschi e femmine che sviluppavano uova e piccoli. Senza prove della presenza di individui di taglia intermedia o di polpi che si nutrivano, il team è stato in grado di concludere che i polpi perla si aggregavano nel sito esclusivamente per accoppiarsi e nidificare.

Polpo perlato maschio all'Octopus Garden (© 2019 MBARI)
Polpo perlato maschio all'Octopus Garden (© 2019 MBARI)
Aggregazione di femmine di polpo perlato (© 2022 MBARI)
Femmina che cova le uova all'Octopus Garden (© 2020 MBARI)

I nidi sono raggruppati in fessure bagnate da sorgenti idrotermali che emettono un fluido a 11°C – in contrasto con la temperatura dell'acqua ambiente di 1.6°C. Se venissero deposte in acqua più fresca, ci si potrebbe aspettare che le uova di polpo perlato impiegassero 5-8 o anche più anni per schiudersi. 

Filmando le madri che nidificavano utilizzando una telecamera 4K, gli scienziati sono rimasti sorpresi nello scoprire che le uova dei singoli polpi identificati attraverso cicatrici e altre caratteristiche distintive si sono schiuse in meno di due anni. 

“Il mare profondo è uno degli ambienti più difficili sulla Terra, eppure gli animali hanno sviluppato modi intelligenti per far fronte alle temperature gelide, all’oscurità perpetua e alla pressione estrema”, ha affermato Jim Barry, scienziato senior del MBARI e autore principale dello studio.

“Periodi di cova molto lunghi aumentano la probabilità che le uova della madre non sopravvivano. Nidificando nelle sorgenti idrotermali, le mamme dei polpi danno un vantaggio alla loro prole. 

Predatori e spazzini

Polpi femmine nidificanti (© 2019 MBARI)
Polpi femmine nidificanti (© 2019 MBARI)

La massiccia concentrazione di polpi in un’unica area attira anche predatori e spazzini, consapevoli che, come la maggior parte dei cefalopodi, i polpi perlati muoiono dopo essersi riprodotti. Si diceva che una “ricca comunità” di invertebrati vivesse accanto alle femmine nidificanti per trarre beneficio da eventuali uova non schiuse, piccoli vulnerabili o polpi adulti morti.

Il team dice che rimangono delle domande su dove vanno i polpi delle perle dopo la schiusa, su come le specie si sono adattate alla riproduzione nelle sorgenti idrotermali, su come i polpi adulti trovano le sorgenti in primo luogo e quale vantaggio hanno gli individui allevati lì rispetto ad altri allevati altrove. 

Davidson Seamount è protetto come parte del Santuario marino nazionale di Monterey Bay. “Hotspot biologici essenziali come questo vivaio di acque profonde devono essere protetti”, afferma Barry. “Il cambiamento climatico, la pesca e l’estrazione mineraria minacciano le profondità del mare.

“Proteggere gli ambienti unici in cui gli animali delle profondità marine si riuniscono per nutrirsi o riprodursi è fondamentale, e la ricerca di MBARI sta fornendo le informazioni di cui i gestori delle risorse hanno bisogno per il processo decisionale”. 

Lo studio è stato condotto da MBARI con Santuario marino nazionale di Monterey Bay della NOAA, Moss Landing Marine Laboratories, Università dell'Alaska Fairbanks, Università del New Hampshire e Field Museum, e finanziato dalla David & Lucile Packard Foundation. È pubblicato in Anticipi Scienza.

Un'altra scoperta vulcanica: uova di razza da 1 milione

Più a nord, al largo della costa pacifica del Canada, all’inizio di quest’anno, un team scientifico sta lavorando Spedizione nelle acque profonde del Pacifico nord-orientale stavano esplorando quello che pensavano fosse un vulcano estinto delle profondità marine solo per scoprire che stava ancora ribollendo e coperto da quelle che si stima fossero fino a un milione di uova coniche giganti. 

Il vulcano, soprannominato NEPDEP 58, si trova a 1.5 km di profondità ma si eleva fino a 400 metri dalla superficie ed era uno degli oltre 45 nuovi monti sottomarini mappati dalla spedizione. Le uova erano state deposte dalla razza bianca del Pacifico (Bathiraja spinosissima). L'unico altro vivaio per questa specie precedentemente conosciuto si trovava alle Galapagos, anche se lì erano state trovate non più di poche dozzine di uova.

Una razza catturata nell'atto della deposizione delle uova (ROPOS / NEPDEP)
Una razza catturata nell'atto della deposizione delle uova (ROPOS / NEPDEP)

Per coronare questa scoperta, il team è stato il primo a testimoniare e documentare una razza di acque profonde che scende in picchiata per deporre un uovo, un'azione catturata dalle telecamere del ROV. ROPOS. Credono che, anche con l’aiuto del riscaldamento vulcanico, probabilmente ci vorranno circa quattro anni prima che quelle uova si schiudano.

Anche su Divernet: Vivai di polpi profondi ai “confini dell’immaginazione umana”, Negli inferi: nuovo ecosistema trovato sotto i fumatori caldi, Alieni? Granchi? Bizzarri buchi nelle profondità marine sconcertano gli scienziati!, Frontiera che scompare

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x