Hvaldimir, il beluga “spia”, corre per la Svezia

Hvaldimar, la celebrità beluga, ha fatto una corsa inaspettata nelle acque svedesi (OneWhale)
Hvaldimar, la celebrità beluga, ha fatto una corsa inaspettata nelle acque svedesi (OneWhale)

Una balena beluga avvistata per la prima volta nell'aprile 2019 all'Hammerfest, nel nord della Norvegia, con indosso un'imbracatura contrassegnata con "Attrezzatura San Pietroburgo“ è riapparso – nelle acque più calde al largo delle coste svedesi.

Si ritiene che abbia fatto parte di un programma militare russo sui mammiferi marini per diversi anni prima della sua apparizione sui giornali, gli è stata rimossa l'imbracatura e i suoi progressi, principalmente intorno alla Norvegia settentrionale, sono stati monitorati da un'organizzazione no-profit dedicata chiamata OneWhale.

Leggi anche: La Russia rafforza la squadra anti-delfini

Si sapeva che il beluga che i suoi membri hanno chiamato Hvaldimir aveva iniziato a spostarsi verso sud lungo la costa norvegese, ma i suoi progressi avevano subito un'accelerazione negli ultimi mesi. La squadra si è preoccupata per la sicurezza della balena quando sembrava diretta verso la capitale norvegese Oslo, con il suo intenso traffico di barche, ma ha costeggiato le sue acque e ha continuato a dirigersi rapidamente verso sud.

La squadra di OneWhale, con Hvaldimir vicino (OneWhale)
La squadra di OneWhale, con Hvaldimir vicino (OneWhale)

Il 28 maggio è stato avvistato a Hunnebostrand, al largo della costa sud-occidentale della Svezia, e il Team Hvaldimir di OneWhale si è preoccupato di garantire la sua sicurezza.

"La situazione di Hvaldimir rimane estremamente vulnerabile, poiché la Svezia è un paese altamente popolato, ma siamo molto grati che le autorità svedesi abbiano rapidamente agito per prendersi cura della balena", ha affermato il presidente di OneWhale Rich German. 

"Ci hanno immediatamente contattato al suo arrivo e hanno persino chiuso un ponte per proteggerlo", ha detto la fondatrice dell'organizzazione Regina Haug.

OneWhale descrive Hvaldimir come una “balena amichevole, addomesticata, sfollata, precedentemente prigioniera, che fa affidamento sugli esseri umani per l’interazione sociale”, e ha espresso preoccupazione per il fatto che un mammifero altamente sociale avrebbe dovuto vivere da solo per almeno quattro anni.

Vista subacquea (OneWhale)
Vista subacquea (OneWhale)

Ma ora sono in corso i piani per riportare Hvaldimir nelle acque artiche, dove Una Balena ha collaborato con la città di Hammerfest, dove è arrivato per la prima volta, per creare una riserva di balene norvegese.

Una volta completata, quest’area di 200 ettari fornirebbe un rifugio sicuro per il beluga, in attesa di un tentativo di rilasciarlo in una popolazione beluga selvatica. Ospiterà anche altre balene liberate dalla prigionia.

Anche su Divernet: I delfini sorvegliano le navi da guerra russe dai subacquei, Beluga non riesce a sopravvivere nonostante i tentativi di salvataggio, Beluga parla con i delfini per adattarsi

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x