Ritrovato il corpo del sub: indagini in corso

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Ritrovato il corpo del sub: indagini in corso

Isola di Satang 1

Pulau Satang.

Il corpo di un subacqueo scomparso è stato ritrovato al largo del Borneo malese da pescatori cinque giorni dopo la sua scomparsa, a 32 miglia dalla sua ultima posizione conosciuta. L'incidente mortale aveva suscitato critiche per la presunta lentezza della risposta da parte delle autorità, che ora hanno avviato un'indagine criticando implicitamente le modalità di immersione.

Karen Chong, 31 anni, si era immersa da sola nel nord-ovest del Sarawak il 17 aprile, come riportato su Divernet. Era stata con altri cinque subacquei su una barca a 23 miglia nautiche da Pulau Satang e si era già immersa con due uomini del gruppo, ma alle 4.20:XNUMX avrebbe iniziato un'immersione in solitaria dalla quale non era riuscita a riemergere.

Suo fratello si era unito ad altri sommozzatori quella notte per perquisire la zona, e in seguito accusò la Malaysian Maritime Enforcement Agency (MMEA) di essere stata difficile da contattare e di aver ritardato l'avvio delle ricerche fino a metà del giorno successivo e di aver chiamato solo dopo una conferenza stampa. conferenza. Ha detto che la sua famiglia è stata costretta a organizzare la propria ricerca aerea.

La MMEA ha risposto di aver organizzato un'operazione di ricerca e salvataggio a partire dalle 9.00:XNUMX del giorno successivo e ora afferma che si sta unendo con la polizia reale della Malesia per indagare sulla morte.

"Si ritiene che la vittima si sia immersa da sola senza un compagno di immersione", ha detto il vicedirettore delle operazioni del Sarawak della MMEA, il capitano Yousry Bin Yaali, aggiungendo che l'agenzia e la polizia non hanno escluso che la sua morte sia stata il risultato di "negligenza umana".

25 Aprile 2021

L'indagine dovrebbe verificare se l'imbarcazione avesse una licenza valida per lo svolgimento di attività subacquee e se fossero state osservate le precauzioni di sicurezza richieste.

Ai subacquei è stato consigliato di “non essere troppo appassionati nello svolgimento delle attività al punto da ignorare la propria sicurezza”, ha affermato il capitano Yousry. Dovrebbero scegliere un “centro immersioni certificato e autorizzato”, non immergersi da soli “senza la presenza di una guida subacquea esperta” e utilizzare una boa segnaletica di superficie e anche un localizzatore personale, “che aiuta davvero ad accelerare il processo di salvataggio”.

"La MMEA estende le sue condoglianze alla famiglia della vittima in lutto per l'incidente", ha affermato il capitano Yousry. “Possa la famiglia essere forte in questi momenti difficili”.

maggiore

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x