Il team di immersioni rimuove l'olio dal Prinz Eugen

NOTIZIE SULL'IMMERSIONE

Il team di immersioni rimuove l'olio dal Prinz Eugen

Prinz Eugen alta risoluzione

Immagine: Marina americana.

In quella che la Marina degli Stati Uniti descrive come un'operazione subacquea senza precedenti, una squadra di salvataggio ha rimosso più di 850,000 litri di olio combustibile dal famoso relitto della Seconda Guerra Mondiale, il Principe Eugenio, nell'atollo di Kwajalein nelle Isole Marshall.

Lo scopo dell'operazione era quello di rendere sicuro il famoso relitto al largo dell'isola di Enubuj per continuare le immersioni ricreative, salvaguardando allo stesso tempo l'atollo dalla minaccia di una significativa fuoriuscita di petrolio. Il pericolo di un evento meteorologico grave come un tifone che rompesse i serbatoi di petrolio a bordo era stato messo in guardia da più di 40 anni.

18 novembre 2018

L'incrociatore pesante tedesco, che un tempo si impegnò con il Bismarck le navi da guerra britanniche HMS Cappuccio ed Prince of Wales, si arrese alle forze britanniche nel 1945 e successivamente fu ceduto agli Stati Uniti.

Dopo la guerra, carica di petrolio e merci, fu utilizzata per valutare la sopravvivenza delle navi da guerra durante i test della bomba atomica dell'Operazione Crossroads sull'atollo di Bikini.

I Principe Eugenio sopravvisse a due esplosioni nucleari prima di essere rimorchiata nell'atollo di Kwajalein, dove si capovolse e affondò nel dicembre del 1946. La prua della nave da guerra, lunga 212 metri, si trova a circa 33 metri d'acqua.

Quasi due dozzine di sommozzatori della Marina americana della Mobile Diving Salvage Unit (MDSU) sono riusciti a recuperare la maggior parte del petrolio rimasto sul relitto.

"Non ci sono più perdite attive, con il 95% del potenziale volume di petrolio che è stato rimosso", ha riferito il tenente comandante Tim Emge, ufficiale responsabile delle operazioni di salvataggio. “Tutto il petrolio rimanente è racchiuso in pochi serbatoi interni senza perdite e ben protetto da molteplici barriere di costruzione navale.

"Dei 173 serbatoi totali di petrolio, i 159 serbatoi esterni sono stati pompati di tutta la quantità apprezzabile di petrolio o sono stati trovati vuoti."

È stato riferito che l'operazione ha richiesto due anni per la ricerca, la pianificazione e l'esecuzione. Una petroliera era posizionata direttamente sopra il relitto accanto alla nave USNS salvor per raccogliere l'olio per il riciclaggio.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x