Squali del reef in pericolo più del previsto

A rischio: squalo del reef caraibico (Andy Mann)
A rischio: squalo del reef caraibico (Andy Mann)

La pesca eccessiva sta portando gli squali che vivono nelle barriere coralline verso l’estinzione più velocemente di quanto si pensasse in precedenza, con le cinque specie principali così familiari ai subacquei – squalo grigio, squalo pinna nera, squalo pinna bianca, nutrice e squalo caraibico del reef – che sono già diminuite a livello globale in media del 63%.

Questa è la conclusione preoccupante a cui stanno lavorando gli scienziati FinPrint globale, uno studio internazionale quinquennale sostenuto dalla Paul G Allen Family Foundation. Guidato da ricercatori della Florida International University, prevede lo studio di squali, razze e altri organismi della barriera corallina utilizzando esche subacquee remote video sistemi (BRUVS) su larga scala.

“Queste sono alcune delle migliori stime del declino della popolazione delle specie di squali diffuse a causa del gran numero di barriere coralline e di paesi campionati”, afferma l’autore principale Colin Simpfendorfer, professore a contratto di Scienze marine e acquacoltura presso la James Cook University in Australia. “Questo ci dice che il problema degli squali sulle barriere coralline è molto peggiore e più diffuso di quanto si pensasse”.

La ricerca, che comprende 22,000 ore di video filmati dall'esca sott'acqua video stazioni in 391 barriere coralline in 67 nazioni e territori, indica che la diffusa causa del problema è la pesca eccessiva. 

Poiché le barriere coralline vengono pescate più pesantemente, vengono private sia delle specie di squali che di razze, oppure private delle sole specie di squali per lasciare l’ecosistema dominato dalle razze. La perdita degli squali potrebbe avere un impatto sulla salute generale e sul funzionamento dell’ecosistema della barriera corallina.

Squalo del reef caraibico e BRUV {Andy Mann)
Squalo del reef caraibico e BRUV {Andy Mann)

"Gli squali possono svolgere molti ruoli diversi sulle barriere coralline, compreso influenzare le loro prede e persino trasportare importanti nutrienti dalle acque al largo alle barriere coralline", afferma il coautore Dr Michael Heithaus, ecologo marino della Florida International University. “La perdita di specie specifiche di squali di barriera potrebbe rimuovere ruoli importanti per la salute delle barriere coralline.

“I cambiamenti che vediamo nelle comunità degli squali e delle razze man mano che aumenta la pressione umana sono preoccupanti, perché stiamo perdendo pezzi del puzzle. Fortunatamente, ci sono modi in cui le persone possono fermare e invertire il declino per garantire popolazioni di squali e barriere coralline sane».

Turismo subacqueo

“Sebbene la pesca eccessiva e la cattiva governance siano associate all’assenza di queste specie, esse sono ancora comuni nelle aree marine protette e nei luoghi in cui la pesca degli squali era vietata o altamente regolamentata”, afferma Demian Chapman, scienziato capo di Global FinPrint e direttore di Sharks & Programma di conservazione dei raggi presso la Florida Laboratorio marino Mote

“Gli squali del reef possono essere importanti per il sostentamento umano attraverso il turismo subacqueo e se pescati con attenzione. Un investimento nella conservazione degli squali del reef può quindi essere positivo anche per le persone”.

I primi risultati dello studio sono già stati utilizzati per aggiornare lo status di quattro specie di squali alle categorie più minacciate della Lista Rossa IUCN. Sono stati presentati anche durante l'ultima convenzione CITES, aiutando i governi mondiali a prendere la decisione rivoluzionaria di migliorare la regolamentazione del commercio di queste e di oltre 50 altre specie di squali.

"Ciò significa che nessun commercio dovrebbe provenire da nazioni in cui la cattura della specie ne minaccerebbe la sopravvivenza", ha affermato Simpfendorfer. “Questo studio può essere utilizzato per aiutare a identificare le nazioni in cui tali catture sarebbero dannose. Dobbiamo agire ora per fermare la diffusa estinzione delle specie di squali in molte parti del mondo”.

Più di 150 ricercatori provenienti da più di 120 istituzioni in tutto il mondo hanno contribuito alla ricerca appena stato pubblicato in Scienze.

Anche su Divernet: Pristine Seas dà il via a un'impresa quinquennale nel Pacifico, Meno morsi di squalo significano meno squali?, Zona di cattura: mensa misteriosa per gli squali delle Maldive, Uno studio approfondito rivela profondità sorprendenti delle immersioni con gli squali, Chi dice che gli squali non dormono mai?

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x