La cocaina viene ritrovata vicino al relitto petrolifero di Tobago

La chiatta abbandonata subito dopo il ritrovamento (Ufficio del Primo Segretario)
La chiatta abbandonata subito dopo il ritrovamento (Ufficio del Primo Segretario)

Una borsa contenente più di 1 kg di cocaina, per un valore stimato di circa 400,000 sterline, è stata ritrovata su una spiaggia di Tobago vicino al Gulfstream relitto di una chiatta, da cui il petrolio ha iniziato a fuoriuscire nel Mar dei Caraibi il 7 febbraio.

La polizia della popolare isola di destinazione per le immersioni ha riferito che la droga sigillata è stata scoperta il 18 febbraio durante gli sforzi di bonifica nell'area di Canoe Bay, sulla costa sud-occidentale. 

Non è stato stabilito alcun collegamento ufficiale tra la cocaina e il relitto della chiatta, ma è stato suggerito che gli alti livelli di attività ufficiale lungo la costa di Tobago mentre le operazioni di pulizia continuavano potrebbero rendere difficile per i trafficanti di droga effettuare raccolte programmate di pacchetti di narcotici di contrabbando. .

Trinidad e Tobago si trova lungo uno dei più grandi “corridoi della cocaina” del mondo, tra le regioni andine del Sud America, dove viene prodotta la maggior parte della droga, e i mercati degli Stati Uniti e dell'Europa.

Il relitto mentre veniva eretta la barriera petrolifera. La cocaina è stata ritrovata su una spiaggia vicina (Ufficio del Segretario capo)
Il relitto mentre veniva eretta la barriera petrolifera (Ufficio del Primo Segretario)

Le Gulfstream La chiatta si è ribaltata ed è stata trascinata vicino alla riva dalle maree il 7 febbraio, anche se non era stata ricevuta alcuna chiamata di emergenza prima che affondasse e non c'erano segni di vita nelle vicinanze. 

La successiva fuoriuscita di petrolio ha interessato circa 15 km della costa meridionale di Tobago, tra Canoe Bay e la capitale Scarborough a est. L'11 febbraio è stata dichiarata l'emergenza nazionale e la bonifica ha coinvolto un gran numero di volontari. 

Intorno al relitto è stata eretta una barriera nel tentativo di contenere quella che è stata descritta come una "sostanza simile al petrolio", probabilmente un olio combustibile o un diesel marino. Tuttavia, si dice che cercare di individuare e tappare la perdita senza sapere quanto carburante contenesse la chiatta si sia rivelato impegnativo. 

Barriera attorno al relitto della chiatta (TEMA)
Barriera attorno al relitto della chiatta (TEMA)

Il livello di minaccia è tuttavia rimasto al livello 2, che non richiede la ricerca di assistenza internazionale.

Siti di immersione inalterati

Si dice che i famosi siti di immersione di Tobago a ovest e nord-est non siano stati colpiti dalla fuoriuscita. "Per fortuna, nessuna delle famose spiagge a ovest come Store Bay o Pigeon Point è stata colpita e il Buccoo Marine Park è stato risparmiato", ha commentato Philip Robinson, capo del Agenzia del turismo di Tobago. “Inoltre, non sono interessati i principali siti di immersione intorno all’isola.” 

Questi siti si trovano principalmente intorno allo Speyside, nel nord-est, mentre i relitti più popolari sono quelli Maverick e altri siti di immersione si trovano più a ovest, a nord di Buccoo. 

Tuttavia, è stato riferito che parte della chiazza di petrolio è entrata nelle acque di un'altra importante destinazione caraibica per le immersioni, Grenada, a circa 140 km a nord-ovest.

Le immagini satellitari hanno mostrato che il petrolio si è inizialmente spostato a sud e sud-ovest di Tobago verso il Sud America prima di spostarsi in direzione di Grenada.

Operazioni di pulizia sulla costa meridionale di Tobago (TEMA)
Operazioni di pulizia sulla costa meridionale di Tobago, gran parte della quale, secondo quanto riferito dal governo, è stata ripulita dal petrolio (TEMA)

Le agenzie di gestione delle emergenze di Tobago e Grenada sono state in contatto per monitorare la situazione, con la Guardia aerea di Trinidad e Tobago che monitora l'avanzamento della chiazza di petrolio dall'alto.

Non ci sono state segnalazioni di petrolio che ha raggiunto le coste di Grenada, ha riferito la sua Agenzia nazionale per la gestione dei disastri il 18 febbraio, ma ha affermato di rimanere vigile perché il suo progresso dipende dalle condizioni meteorologiche e del mare. 

La chiatta, identificata dalle indicazioni sommerse come Gulfstream dai sommozzatori che lavoravano per tappare la perdita, si pensa sia stato rimorchiato da un rimorchiatore che nel frattempo è scomparso. 

Il Ministero della Sicurezza Nazionale di Tobago ha affermato che una nave sospetta, identificata (anche se non confermata) come la nave da 11 milioni registrata in Tanzania Credo Solo, aveva lasciato Aruba il 4 febbraio, trainando una chiatta e pensava di dirigersi a est verso la Guyana, che l'avrebbe portata oltre Tobago. Non è inoltre confermato che la chiatta trasportasse 5,000 tonnellate di carburante.

Anche su Divernet: La caccia al segnale telefonico ha portato alla fuoriuscita di petrolio nelle Mauritius, I siti di immersione di Puerto Galera hanno dato il via libera, Risposta lenta mentre si diffonde la marea nera nelle Isole Salomone, I sommozzatori confermano che la fuoriuscita di gasolio alle Galapagos è stata arrestata, Indagine sul contrabbando di coca: la storia di 3 subacquei

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x