L'inizio della fine per la caccia alle balene?

Fine della caccia alle balene? Balenottera comune e subacqueo (Danny Kessler)
Balenottera comune e subacqueo (Danny Kessler)

In what looks to be a momentous decision for the survival of large whales, Iceland’s fisheries minister Svandís Svavarsdóttir has decided to postpone the start of the nation’s annual whaling season from late June until 31 August, to allow time for experts to investigate whether the harpooning of fin whales can ever comply with animal welfare legislation.

Leggi anche: Legge britannica “incoerente” che non rispetta balene e delfini

In pratica, è probabile che la mossa significhi che il massacro annuale non avrà luogo affatto quest’anno, se non mai più. La stagione di caccia alle balene termina all'inizio di settembre e la licenza dell'unica compagnia baleniera islandese, Hvalur, scade quest'anno, senza che siano state rilasciate nuove licenze oltre tale periodo. L’unica società rivale di Hvalur ha chiuso tre anni fa dopo aver incontrato difficoltà finanziarie.

Hvalur sperava di arpionare fino a 200 balenottere comuni in questa stagione, anche più delle 148 uccise nel 2022.Balaenoptera physalus) sono classificate come a rischio di estinzione nella Lista Rossa IUCN, e è solo l’Islanda, insieme a Giappone e Norvegia, che ha continuato la caccia commerciale alle balene, a dispetto della moratoria globale del 1986 della Commissione baleniera internazionale.

La caccia era illegale

A maggio un rapporto di ispezione sul benessere delle balene ha concluso che i metodi di uccisione delle balene adottati da Hvalur erano troppo lunghi per essere conformi alla legislazione. L’Autorità alimentare e veterinaria islandese (MAST) ha incaricato un consiglio di esperti che il 19 giugno ha dichiarato illegale la caccia dello scorso anno.

Si è scoperto che il 41% delle balene prese di mira non erano state uccise sul colpo e potevano impiegare fino a due ore per morire. "Le condizioni della legge sul benessere degli animali sono inevitabili nella mia mente", ha detto Svavarsdóttir nella sua rapida risposta al rapporto. “Se il governo e i licenziatari non riescono a garantire i requisiti di welfare, questa attività non ha futuro”.

Il suo ministero esaminerà ora eventuali proposte per possibili miglioramenti nei metodi di caccia, nonché le condizioni legali per imporre ulteriori restrizioni sulla caccia sulla base dell’Animal Welfare Act e del Whaling Act, e chiederà feedback.

Secondo un recente sondaggio indipendente, solo il 29% degli islandesi è ancora favorevole alla caccia alle balene. La maggior parte di questi tendeva ad avere un’età pari o superiore a 60 anni, suggerendo che l’entusiasmo per la pratica si stava spegnendo con le generazioni più anziane.

Stress e paura

“A parte le questioni relative ai metodi di uccisione, il gruppo di esperti del rapporto MAST ha anche concluso che non è possibile determinare il sesso di una balena dalla nave o se stanno per uccidere una femmina incinta o una madre che allatta con un vitello, ", ha commentato l'organizzazione benefica britannica Conservazione di balene e delfini (WDC). 

“Le possibilità di sopravvivenza dei cuccioli di balena senza madre sono trascurabili. Inoltre, non è possibile cacciare senza seguire le balene per un po’ di tempo prima di spararle, il che provoca stress e paura, e ucciderle non è possibile in modo rapido e indolore”.

Il WDC e l'organizzazione partner Hard To Port avevano allertato i funzionari islandesi delle violazioni delle leggi sul benessere degli animali nella caccia alle balenottere comuni, fornendo prove che le cariche esplosive degli arpioni spesso non riuscivano a esplodere, sottoponendo le balene a "un calvario agonizzante". 

“Ciò ha portato il governo a ordinare il monitoraggio obbligatorio delle navi baleniere da parte di veterinari”, ha affermato il WDC, con il rapporto risultante che include “riprese video spaventose che mostrano l’enorme crudeltà della caccia, con alcune balene che soffrono fino a due ore dopo essere state colpite con un arpione".

La decisione del ministro di sospendere la caccia alle balene in Islanda “potrebbe finalmente porre fine al massacro nel paese – inoltre questa decisione potrebbe anche aprire la strada alla cessazione della caccia alle balene in Norvegia e Giappone”, ha commentato l’attivista del WDC Luke McMillan.

Gruppo di campagna contro la caccia alle balene Sea Shepherd was also optimistic following the decision. “After months of protest, Iceland’s minister of fisheries & agriculture has announced her decision to stop Iceland’s hunt for fin whales this summer!” it stated. “Hvalur is the last remaining whaling company in Iceland. Looks like their days are finally numbered!“

Anche su Divernet: I pescherecci da traino per krill tagliano il megapod della balenottera comune, Le balenottere comuni sono tornate in Antartide, Balenottera comune in Cornovaglia – balena assassina in Florida, Morte dell’uomo che “salvò la balena”

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x