MUTA Beuchat Focea 5 Collare generale comfort


deprecato: la conversione automatica di false in array è obsoleta /home/837581.cloudwaysapps.com/gcahrcedfn/public_html/wp-content/plugins/link-whisper-premium/core/Wpil/Settings.php on line 3073

archivio – Test subacqueiMUTA Beuchat Focea 5 Comfort Collare generale

L'etichetta sul petto annuncia con coraggio Beuchat, Francia, 1934. Beuchat è un'azienda con una ricca storia che precede l'Aqualung di Cousteau, avendo le sue origini negli anni tra le due guerre degli occhiali, resi famosi dall'americano Guy Gilpatrick di Antibes e dalle immersioni del parigino Yves Le Prieur club, fondato sulla sua invenzione di un piccolo cilindro ad aria accoppiato con un flusso libero regolatore.
Ma Beuchat sarebbe poi diventato il sarto del celebre capitano, fornendo i caratteristici abiti neri con bordini gialli per gli spettacoli che, alla fine degli anni '1960 e '70, resero Cousteau un nome familiare.
Dopo una serie di cambi di concessionario nel Regno Unito nel corso dei decenni, con risultati contrastanti, Beuchat è ora distribuito da Midland Diving Equipment. La storia di MDE risale agli anni '1950 e vanta una solida esperienza nella commercializzazione di alcuni iconici marchi subacquei.

Il design
La Focea 5 è una tuta monopezzo con ingresso posteriore con guarnizioni su polsi e caviglie, che la rende semistagna. Fa parte di una gamma disponibile negli stili da uomo e da donna, con spessori di 5 mm o 7 mm (solo il 5 mm testato qui è venduto nel Regno Unito) e con o senza cappuccio incorporato.
Beuchat offre un sopra-cappuccioShorty come extra opzionale per il collare generale Focea 5 Comfort, ma è il modello senza cappuccio ad essere recensito qui.
Le mute non generano tanto calore quanto una lenta perdita di calore. Il neoprene è un cattivo conduttore di calore e quindi ritarda la perdita del calore corporeo nell'acqua, che assorbe il calore circa 20 volte più velocemente dell'aria. Quindi più spesso è il neoprene, più a lungo potrai immergerti comodamente. Più ti immergi in profondità, più il neoprene si comprime e meno è efficiente, quindi ti raffreddi più velocemente, non aiutato dal fatto che l'acqua solitamente è più fresca in profondità.
Flushing o movimento dell'acqua attraverso il tuo muta, è il modo più veloce per perdere il calore corporeo. In passato i produttori britannici spesso realizzavano mute su misura, scolpendole attorno al subacqueo ed eliminando virtualmente lo scarico, in modo tale che potresti rimuoverlo e sarebbe solo umido all'interno. Quei sarti per lo più se ne sono andati da tempo.
“Designed in France”, dice con orgoglio un logo Focea – made in Cambogia, ne ammette un altro. È più economico realizzare mute al di fuori dell’Europa e la maggior parte dei grandi marchi di immersione lo fanno. Ma senza la possibilità di una vestibilità personalizzata, come si può ridurre al minimo il rossore in un abito di serie?
Essendo semi-secco, Focea dipende da guarnizioni, deflettori e struttura delle giunture per ridurre al minimo il flusso d'acqua attraverso i principali punti di entrata e di uscita. Vuoi quanta meno acqua possibile nella tua muta e, una volta dentro, mantenerla lì.
Polsi e caviglie hanno polsini lunghi con neoprene rivestito in gomma progettato per essere risvoltato, in modo che la gomma sia a contatto con la pelle. Si "attacca" alla pelle e garantisce una tenuta molto migliore rispetto alla fodera in nylon, progettata per aiutarti a indossare facilmente la tuta e aggiungere resistenza.
Per proteggere le guarnizioni, gli avambracci e i polpacci hanno maniche ripiegabili. Questi sono dotati di cerniera, per facilitare l'inversione dei sigilli.
La guarnizione del collo è progettata per agganciarsi a una corrispondente sul giogo del cappuccio e il cappuccio è dotato di guarnizione per il viso.
Ha anche un deflettore che consente all'aria di penetrare dal tuo mask durante gli schiarimenti o le salite per uscire attraverso piccoli fori posti nella parte superiore, e funziona per impedire l'ingresso di acqua fredda.
La cerniera posteriore ha una patta sottostante, scanalata e scanalata per sigillare la parte posteriore e ridurre al minimo il flusso attraverso la cerniera.
Infine, le cuciture vengono eseguite a secco: dopo che i bordi della tuta sono stati incollati insieme, vengono cuciti due volte, una da ciascun lato, ma l'ago non penetra mai nella tuta.
La cucitura a secco aumenta il tempo e il costo della realizzazione di un muta, ma impedisce la perdita di calore attraverso le cuciture. Questo è importante nel Focea 5 perché, con più di 40 pannelli singoli che consentono di utilizzare 20 diversi gradi di neoprene in vari luoghi, ha molte cuciture.
Alcune aree della tuta, come le articolazioni, necessitano di molta flessibilità mentre altre, come le ginocchia, devono essere resistenti all'abrasione. La priorità è il calore attorno al busto e la facilità di movimento attorno alle spalle. Ma i numerosi pannelli consentono anche di modellare meglio la tuta per una vestibilità più aderente, eliminando virtualmente gli spazi vuoti che invitano l'acqua.
Sospendi Focea 5 a una gruccia e vedrai che i gomiti e le ginocchia sono piegati e la schiena segue la curva della colonna vertebrale.
Il taglio anatomico aumenta anche il comfort. Ad esempio, le articolazioni pre-piegate aiutano a evitare che il neoprene si accumuli dietro le ginocchia mentre nuoti, causando abrasioni.
Le ascelle sono di tipo raglan per evitare che le cuciture debbano incontrarsi sotto l'ascella, una zona che può essere vulnerabile agli strappi.
Oltre alle ginocchia e ai gomiti rinforzati, aree come le spalle, che possono essere graffiate dalle cinghie del GAV, o il sedere, che può usurarsi stando seduti, hanno un rivestimento sintetico antiscivolo.
Il cappuccio è dotato di moschettone integrato che può essere riposto quando non viene utilizzato. Si aggancia a un anello a D sul fianco destro, così puoi portarlo in giro per il sito di immersione fino al momento del bisogno.
Il Focea 5 include anche un universale computer-supporto: una toppa in neoprene in cui infilare il cinturino da polso.
Un pannello con chiusura a sfioramento si attacca all'avambraccio sinistro per fermare la computer muoversi mentre la tuta si comprime e la cinghia si allenta.

In uso
Ho testato il Focea 5, con una certa trepidazione, nel lago del Wraysbury Dive Center vicino a Heathrow, un luogo ideale per testare attrezzature che non richiedono acque profonde.
All'arrivo mi sono trovato di fronte un gruppo di subacquei che girovagavano con le mute stagne, per ricordarmi la triste realtà di testare una muta: si tratta di vedere se hai freddo!
Ad aumentare la mia preoccupazione c’era il fatto che MDE non aveva fornito la quantità eccessiva diShorty, quindi affronterei l'acqua a 15° con una tuta considerevolmente più sottile di quelle da 7 mm in cui mi sono precedentemente congelato a temperature di 24°.
È molto facile entrare nel Focea 5 senza assistenza e i polsini ripiegabili rendono semplice l'inversione delle guarnizioni. La chiusura touch del colletto ti consente di regolare la vestibilità e trattiene la cerniera per evitare che si apra durante l'immersione. È una tuta molto comoda da indossare in superficie, e anche questo è importante.
Durante l'immersione ho indossato i guanti e si adattavano bene, nonostante lo spessore combinato del polsino del guanto e della guarnizione del polso e della manica superiore raddoppiate sul retro del Focea.
Inizialmente avevo diffamato l’Universale computer Supporto come espediente, ma comodamente conteneva il mio computer-watch in place while I fastened the strap. Nice touch, Beuchat.
Entrando in acqua, mi sono reso conto subito di un problema: non con la Focea, ma con me. Questo è importante, perché avevo richiesto un abito medio, e questo mi è risultato un po' grande. Quindi durante l'immersione mi sono accorto che l'acqua si spostava attorno alla muta mentre nuotavo.
Questo lavaggio ha ingiustamente sovrapposto i miei criteri di test a quelli della Focea. Ha inoltre sottolineato che il posto migliore per acquistare a muta è in un negozio, dove puoi provarlo.
Per testare la guarnizione del collo, nel punto in cui si aggancia alla guarnizione del cofano, ho eseguito una serie di folli movimenti della testa di breakdance per cercare di far scorrere l'acqua fredda oltre. Non una possibilità.
Ho anche testato le prese d'aria nel cappuccio tirando via la guarnizione facciale (la guarnizione, almeno su di me, si adattava molto bene, arrivando in alto sul mento, ma senza interferire realmente con la gonna del cappuccio). mask Stavo anche valutando) e soffiarci dentro aria. L'aria fuoriuscì all'istante.

Cuffie antirumore
Il cappuccio contiene misteriosi fori accanto alle orecchie. Beuchat li chiama equalizzatori, anche se la scheda tecnica non ne spiega lo scopo. Consentono all'acqua di passare attraverso il cappuccio e di entrare nel condotto uditivo esterno.
Perché? Un cappuccio che sigilla bene il collo e il viso non si allagherà necessariamente a meno che tu non rompa deliberatamente la guarnizione del viso. È facile dimenticare di farlo, soprattutto se si effettuano discese veloci o con le mani occupate dalle telecamere, e quindi il cappuccio può chiudersi sull'orecchio esterno come un tappo per le orecchie.
Mentre scendi, l'aumento della pressione nei tessuti del corpo causerà il rigonfiamento del condotto uditivo esterno e il rigonfiamento del timpano. Si chiama orecchio inverso e una volta ho fatto un micro-lettura nel mio timpano in questo modo.
Il massimo dei voti a Beuchat per una soluzione semplice.
Funziona sicuramente, anche se forse il produttore dovrebbe far sapere alla gente il motivo per cui lo ha fatto! I fori potrebbero anche migliorare l'udito attraverso il cappuccio, ma non ho controllato.
My computer stayed firmly in place, too – I’d like a holdfast on the other wrist for my compass.
Wraysbury mi aveva fornito un subacqueo e una guida di sicurezza, e Jon Calloway mi ha portato con sé a un ritmo di nuoto medio. L'elasticità della Focea ne faceva un abito molto facile con cui nuotare.
Il ritmo fa un'enorme differenza sulla temperatura corporea ed è uno dei tanti fattori che rendono il test a muta oggettivamente difficile.
Non solo la predisposizione individuale al freddo varia enormemente (lo sento), ma anche la profondità, la corrente, il numero di immersioni precedenti quel giorno o viaggio e così via.
Rimanere statico, come faccio spesso come fotografo subacqueo, può rilassarti velocemente.
Dopo 45 minuti stavo appena iniziando a sentire un po' di freddo, ma non avevo neanche lontanamente bisogno di emergere e avevo ancora i brividi.
Quando siamo usciti, l'acqua in eccesso che era penetrata a causa della vestibilità si è accumulata nelle gambe, trattenuta dalle guarnizioni delle caviglie. Per cercare di determinare l'efficacia della Focea nel ridurre al minimo il rossore avevo usato un semplice trucco: avevo versato un po' di shampoo diluito nella muta prima dell'immersione. Quando mi sono spogliato era ancora lì.
Ha fornito un indicatore del fatto che la tuta mi adattava bene attorno al busto, ad esempio, e la Focea non arrossisce davvero. Ho i peli del petto senza forfora!

Conclusione
Estrapolando un po' dal momento che la vestibilità ampia ha reso complicato un test del tutto corretto, questo è un superbo semi-asciutto. Ha ampiamente superato le mie aspettative. E ne sono stato felice, mentre tornavo indietro superando tutti quei ragazzi con le loro mute stagne.

SPECS
TESTER: Steve Warren
PREZZO: £ 275, cofano £ 43
TAGLIE: M e F: S, M, L, XL, XXL
PESO: 3 kg (lunghezza)
COLORI: Nero con finiture rosse
CONTATTO: midlanddiving.com
GUIDA SUBACQUEA 9/10

Apparso su DIVER dicembre 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x