PINNE Atomic Aquatics X1 BladeFin

archivio – Test subacqueiFINS Atomic Aquatics X1 BladeFin

PER RAGGIUNGERE IL MIGLIOR EQUILIBRIO TRA prestazioni, comfort e vestibilità fini, è saggio scegliere con attenzione. Ciò che va bene per un subacqueo può rivelarsi inadatto per un altro ma, non temere, nel mondo della propulsione subacquea abbiamo moltissimi stili, design e dimensioni tra cui scegliere.
Sul mercato sono disponibili versioni ultra rigide, super morbide, lunghe o corte, divise o a lama, leggere o pesanti, a piede intero e con cinturino, e sono disponibili praticamente in tutti i colori sotto il sole.
La scelta più popolare sembra essere quella a lama morbida fini che richiedono poco sforzo per portare il subacqueo da A a B, ma sono facili fini potrebbe non tagliare la senape in situazioni più impegnative.
Rigido fini are often seen as the possible solution. Atomic Aquatics has added just such a pair to its line-up – the new X1 BladeFins.

Il design
Gli X1 BladeFin sono simili nel design ai BladeFin originali del produttore, progettati attorno a un telaio monoscocca e una piastra di potenza. La solida monoscocca interna è costruita utilizzando polimeri ABS di alta qualità e costituisce la struttura scheletrica del pinna, comprese le sponde laterali ribassate e la base del plantare.
I pannelli di riempimento sono realizzati con lo stesso ABS rigido e sono uniti in modo permanente da un polimero gommato flessibile, che forma anche il caratteristico stile a "X" sulla pala e viene utilizzato per il corpo superiore della scarpetta.
Questo nuovo design della tasca è leggermente più alto di quello dei modelli precedenti e presenta sezioni a basso attrito e fori di aspirazione e rilascio destinati a consentire una più facile vestizione e svestizione. Il suo profilo più ampio consente anche più spazio per muta stagna stivali.
Questo è molto rigido pinna, affermato di essere stato progettato per i subacquei che utilizzano calci potenti. Le lame sono leggermente più corte ma molto più solide di quelle della maggior parte degli altri fini e si dice che generino potenza e spinta quando si utilizza qualsiasi stile di pinneggiata.
Gli X1 sono forniti di serie con il sistema di cinturino e fibbia EZ-Lock di Atomic, in cui le fibbie sono fissate e rilasciate direttamente dalle alette di fissaggio su entrambi i lati della scarpetta. C'è una livrea Atomic in rilievo sulla parte inferiore del plantare e una livrea serigrafata sulla parte inferiore pinna-mancia.

In uso
Le pinne su cui sono riuscito a mettere le mani erano, all'epoca, l'unico paio demo disponibile nel Regno Unito. A causa della richiesta di altri tester, ho avuto solo un periodo di tempo limitato per testarli in condizioni reali e ho dovuto accontentarmi di siti di immersione nell'entroterra.
Te lo dico quasi come una dichiarazione di non responsabilità, perché non ho avuto modo di testare queste pinne in qualcosa di simile a una corrente.
Le tasche dei piedi erano un po' grandi quando si indossavano stivaletti in neoprene da 3 mm, e quindi sembravano larghe. Non sto parlando di "lanciare una mela giù per l'Albert Hall", ma non erano così aderenti come avrei voluto. Questo non è stato un problema durante le immersioni in a muta stagna, perché i suoi stivali integrati si adattavano perfettamente alle pinne.
La mia prima impressione sott'acqua è stata che queste pinne non solo erano rigide ma forse le più rigide che avessi mai incontrato, quindi ci è voluto un po' di tempo per abituarsi.
Dopo qualche immersione nel test, avevo imparato che esercitando meno pressione sui colpi verso il basso durante i calci svolazzanti, in realtà mi spingevano più velocemente, con l'ulteriore vantaggio che non stavo punendo i muscoli delle gambe nel processo.
Mi immergo con pinne a pala rigida da quando ricordo, e i muscoli si sono sviluppati durante questo tempo per far fronte facilmente alla richiesta, ma le X1 erano un passo avanti, e sono sicuro di non averlo fatto. Non otterrai il meglio da loro quando pinnerai come un maniaco.
Detto questo, quanto spesso è necessario farlo? pinna in questa maniera? Raramente, sospetto. Un vantaggio delle lame rigide è che l'accelerazione è decisamente nitida quando si utilizzano brevi raffiche di potenza.
Il mio stile preferito di pinna-stroke is the frog-kick, which pushes the displaced water behind the fin and, unlike scissor- or flutter-kicks, doesn’t lift clouds of silt from the seabed when hugging the underwater terrain.
È qui che gli X1 eccellono e, sebbene avessero bisogno di un piccolo sforzo per andare avanti, una volta che mi muovevo mi sentivo senza sforzo.
Pinneggiare all'indietro sembra rischiare di diventare un'arte perduta al giorno d'oggi, ma è un'abilità che i fotografi subacquei utilizzano praticamente in ogni immersione per ottenere un vantaggio con la composizione senza disturbare il soggetto.
Secondo la mia esperienza, per eseguire questa operazione con successo, le pale delle pinne devono essere rigide.
Gli X1 erano perfetti in questo senso, permettendomi di selezionare la retromarcia a piacimento e di spostarmi all'indietro senza sforzo mentre le pale sollevavano l'acqua in avanti.
Una cosa che ho notato, indipendentemente dallo stile di pinneggiata o dalla pressione applicata, è stata la stabilità di queste pinne. Non c'era mai alcun segno di torsione mentre venivano spinti e tirati attraverso l'acqua. Le punte delle pale si chiudevano a coppa durante le corse verso l'alto e verso il basso, raccogliendo l'acqua dall'estremità con le guide laterali che la incanalavano in un'unica direzione.

Test in piscina
Due anni fa abbiamo condotto un test di gruppo sulle pinne (Kickin' Back the Power, giugno 2014). Per confrontare 14 modelli li abbiamo portati in piscina e, scalciando furiosamente contro una linea fissa e una serie di digitale scale, registrarono le letture.
Alcuni risultati sono stati una rivelazione, soprattutto con i modelli a lama divisa. Ciò che non sorprende è che il miglior risultato è stato un modello italiano sempre popolare con una lama rigida (anche una mia scelta personale) che ha prodotto una lettura di 23 kg.
Quando abbiamo sottoposto gli X1 allo stesso test, pensavo che i miei quadricipiti e i miei polpacci sarebbero esplosi. I calci svolazzanti erano un innesto duro, ma il digitale il display è salito rapidamente a 22 kg.
Sfortunatamente, le mie gambette non sono riuscite a sostenere lo sforzo necessario per sostenere a lungo questo livello e ho dovuto interrompere a causa dei crampi.

Conclusione
Le pinne rigide non sono per tutti. Innanzitutto, hai bisogno della potenza muscolare per ottenere il meglio da loro e, in secondo luogo, hai bisogno della resistenza. Ma per coloro che amano impiegare una gamma completa di stili di calcio e hanno le gambe per farlo, generalmente prevale la pala più rigida.
Atomic sostiene che gli X1 BladeFin sono progettati per kicker potenti, ma ho scoperto che c'è di più dietro questo. Si tratta di una pinna molto stabile che, se utilizzata in modo rilassato, sembra effettivamente richiedere meno sforzo per la propulsione.
È quando applicano un po' di muscoli che si trasformano in bestie, fornendo prestazioni nitide e formidabili.
La migliore analogia che mi viene in mente è che questa pinna è come un'Audi RS6 di fascia alta. Guidare in città è come qualsiasi altra station wagon familiare con una buona economia, ma quando premi il piede sei in prestazioni da supercar con consumi di carburante da supercar.

SPECS
PREZZI £88
COSTRUZIONE Telaio monoscocca
CINTURINI Gomma composita, sistema di fibbia EZ-Lok
MISURE S, M, L, XL
COLORI Nero, blu, giallo, argento e rosso
CONTATTI www.atomicaquatics.com
GUIDA SUBACQUEA 9/10

Vedi più pinne in Divernet Showcase

Apparso su DIVER ottobre 2016

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x