Tour del relitto 50: L'Hinrich Ehi

L'Hinrich Ehi
L'Hinrich Ehi

Per essere un peschereccio a vapore, questo relitto tedesco parcheggiato nella Manica era armato fino ai denti. JOHN LIDDIARD ritiene che tutte quelle armi possano essere una distrazione. Illustrazione di MAX ELLIS

Devi viaggiare un po' fuori mano per vedere il relitto di questo mese, un peschereccio armato tedesco della Seconda Guerra Mondiale. Il V210 Hinrich Ciao si trova tra Jersey nelle Isole del Canale e St Malo sulla costa settentrionale della Bretagna, comodamente nel raggio d'azione di Jersey in barca, anche se mi sono immerso dalla crociera Maureen di Dartmouth.

verricello dell'ancora
Verricello dell'ancora

Lo skipper Mike Rowley aveva sparato al relitto a poppa, con il rampino agganciato a una piastra accanto al grande verricello da traino di poppa (1). C'è un'enorme escursione delle maree in questa parte del mondo. La profondità del fondale marino può raggiungere i 36 metri o i 26 metri, a seconda dell'alta o della bassa marea e delle maree primaverili o di marea. La mia immersione è avvenuta in acque basse, ma appena fuori dalle sorgenti per raggiungere una profondità massima di 35 m.

I resti della poppa poggiano sul lato sinistro con l'elica e il timone in posizione (2). C'è solo una piccola sezione della poppa e dell'albero dell'elica prima che i rottami si rompano nel punto in cui si sarebbe dovuto trovare il motore (3).

Un banco apparentemente infinito di bavaglini oscura la linea del relitto
Un banco apparentemente infinito di bavaglini oscura la linea del relitto

Con una visibilità generalmente buona, il resto del relitto dovrebbe essere facilmente visibile dalla rottura a meno che, come è successo a me, un enorme banco di pettorali non si intrometta. Seguendo la linea della poppa lungo il fondale, il fumaiolo (4) segna il punto in cui svoltare a destra per la caldaia e la parte prodiera del relitto (5).

Quando viene silurato, il Hinrich Ciao era rotto in due nella sala macchine. Come già accennato, la poppa si è posizionata a sinistra e la parte anteriore si è posizionata quasi ad angolo retto rispetto alla poppa sul lato di dritta.     

La cosa strana è che, in mezzo a tutta questa distruzione, anche la caldaia (5) ruotato in posizione verticale, forse quasi fluttuante in posizione verticale a causa dell'aria intrappolata. Ho l'impressione che il Hinrich Ciao venne letteralmente fatto saltare in aria e affondò molto rapidamente.

Sul lato di tribordo della caldaia c'è una piccola pila di munizioni e una piattaforma per armi che sarebbe stata sollevata sopra di essa (6). Rimanendo sul fondale da questa parte del relitto, si può osservare un piccolo ammasso di catene, poi due piccoli arpioni caduti sui fianchi (7) davanti a una piattaforma per cannoni più grande e a un cardine (8), nuovamente appoggiato sul lato perpendicolare al relitto.

Vicino alla base di questa piattaforma c'è una cassa di munizioni, e appena davanti a voi c'è un altro piccolo cardine per pistola. IL Hinrich Ciao doveva essere irto di cannoni antiaerei.

Poi arriva un paio di tamburi (9). All'epoca pensai che fossero dei tamburi per cavi, ma riflettendoci avrebbero potuto facilmente essere piccole bombe di profondità. Non riesco a distinguere una cosa o l'altra da una fotografia che ho scattato, e ora mi prendo a male per non aver guardato più da vicino mentre mi immergevo. Ero troppo preso dall'eccitazione di tutte le armi.

Proprio di fronte a questi ci sono la culatta, la canna e lo scudo di un cannone da 20 mm, con una manciata di altre munizioni (10).

Più avanti, i detriti sul fondale diventano più casuali e vale la pena spostarsi fino alla linea centrale del relitto. Ora, avvicinandoci a prua, c'è prima un verricello dell'ancora (11), seguito da un cannone da 88 mm intatto (12) punta leggermente verso la superficie.

Cannone da 88 mm a prua
Cannone da 88 mm a prua

L'88 era uno dei cannoni tedeschi più famosi, servendo con grande successo sia come cannone antiaereo che anticarro. Le forze alleate non avevano un'arma adeguata, anche se è un po' piccola rispetto ai grandi cannoni navali ed è stata ovviamente trovata carente come arma anti-MTB.

A prua il ponte di legno è marcito, lasciando scoperte le cubie (13), senza alcuna ancora in posizione. Una delle ancore è sotto la chiglia (14), sebbene l'ancora più grande e la catena agganciata lungo la chiglia siano chiaramente quelle che si sono scontrate con il relitto e sono andate perse da una nave più grande in un secondo momento.

Tornati in coperta è possibile entrare a prua (15), anche se non riuscivo a vedere una via libera attraverso il ponte. Dietro il salpa-ancora lo scafo si apre (16), con una piattaforma per armi capovolta nell'apertura. Guardando avanti, sotto il ponte di prua, nella piccola stiva sono sparse munizioni da 88 mm.

Il ponte principale riprende appena a prua della caldaia, dove una solida sezione in acciaio avrebbe sostenuto la timoneria, anch'essa in legno e marcita, anche se sul ponte si possono ancora distinguere le fondamenta (17).

Questo riassume la parte principale del relitto, anche se c'è ancora una cosa da vedere. È ben lontano dalla poppa (18), quindi anche in condizioni di buona visibilità potrebbe essere saggio attaccare un mulinello per coordinare una ricerca a pendolo e ritrovare successivamente la via del ritorno al relitto.

Munizioni da 88 mm
Munizioni da 88 mm

A circa 25-30 metri dalla poppa si trovano i resti del motore (19). È parzialmente sommerso dalla sabbia e sospetto che sia semplicemente caduto attraverso la fessura Hinrich Ciao fu fatto a pezzi dal siluro canadese: il resto del relitto affondò velocemente, ma non abbastanza velocemente da evitare di andare alla deriva di qualche metro con la corrente invece di affondare sopra il motore.

Il V210 Hinrich Ciao non fu l'unica scorta ad essere affondata quando il convoglio fu attaccato dalle torpediniere canadesi, Mike Rowley ha recentemente localizzato il relitto del V208 Walter Darré a soli 350 metri (vedere il pannello della cronologia).

I CANADESI FANNO PRIMA LA TRAPPOLA MORTALE

Sorprendentemente, ci sono voluti solo quattro minuti per affondare il robusto peschereccio a vapore da 55 metri Hinrich Ciao. Era stata costruita ad Amburgo nel 1934 appositamente per resistere agli urti della pesca tra i ghiacci delle acque artiche, con scafo rinforzato e prua rompighiaccio, ma non poteva resistere ai siluri, scrive Kendall McDonald.

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, i suoi giorni di pesca erano finiti e fu requisita dalla Marina tedesca, trasformata in una nave pattuglia armata con l'aggiunta di cannoni da 2 mm e 88 mm, e numerata V210. Di base a Saint Malo con la 2a flottiglia di motovedette, fu utilizzata principalmente come scorta per le navi mercantili.

Entro la fine di giugno 1944, tutte le navi tedesche lungo la costa della Francia settentrionale ricevettero l'ordine di salpare col favore dell'oscurità a causa dei sempre crescenti attacchi aerei. Si trattava di una sentenza che godeva del pieno appoggio dei vecchi riservisti e anche dei pescatori più anziani che componevano gli equipaggi delle motovedette tedesche.

Il 5 luglio 1944, seguendo quegli ordini, un convoglio di cinque piccole navi lasciò il Jersey poco prima di mezzanotte e si diresse a St Malo. Hinrich Ciao fece strada, la sua nave pattuglia gemella Walter Darré allevando la parte posteriore.

Delle cinque barche, la Minotauro trasportava 468 schiavi, per lo più russi, che furono costretti a lavorare per i nazisti e stavano costruendo fortificazioni nelle Isole del Canale. A bordo c'erano anche alcuni bambini e un gruppo di prostitute francesi. All'una di notte, quando il convoglio era a circa otto miglia da St Malo, si scatenò l'inferno.

Le navi tedesche avevano subito un'imboscata da parte di cinque torpediniere a motore della 65a flottiglia canadese, che lanciarono razzi per illuminare il convoglio e poi lanciarono quasi tutti i siluri che trasportavano. Le esplosioni dei siluri furono seguite da accurati colpi di arma da fuoco.

I Hinrich Ciao affondò immediatamente. Due minuti dopo il Walter Darré colpire il fondale marino a soli 350 metri di distanza. Il fuoco delle MTB si è poi concentrato sui Minotauro, che ha ricevuto tre colpi diretti. La sua prua era quasi volata via, ma il suo capitano è riuscito a mantenerla a galla andando a tutta poppa.

Anche così, molti di quelli a bordo del Minotauro era stato ucciso quando i canadesi interruppero l'azione e scomparvero di nuovo nell'oscurità. In totale, più di 250 persone morirono in soli quattro minuti di azione.

ARRIVARCI: Dalla fine della M5, proseguire verso sud sulla A38. Girare a sinistra sulla A384 per Totnes, poi la A3122 per Dartmouth, dove Maureen riprende dal pontile galleggiante solo nel sistema a senso unico. Dopo aver scaricato, il parcheggio per sosta lunga più vicino è il park-and-ride in cima alla collina, anche se potresti essere abbastanza fortunato da trovare un posto più vicino in una strada laterale.

MAREE: Con un'escursione di marea di 10 metri, il margine di allentamento è essenziale e inizia 20 minuti dopo l'acqua alta e 30 minuti dopo la bassa marea a St Helier. Nelle sorgenti, la marea non si allenta in caso di acqua alta e l'allentamento dura meno di 15 minuti in caso di acqua bassa.

COME TROVARLO: La posizione GPS è 48 45.639N, 002 01.856W, circa 6 miglia a NNE di St Malo

IMMERSIONI, ARIA E ALLOGGIO: mv Maureen, Mike Rowley.

QUALIFICHE: Adatto a qualsiasi subacqueo sportivo, a una profondità adatta per sfruttare al massimo il nitrox.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Carta dell'Ammiragliato 3659 Da Cap Frehel a Iles Chausey.

PRO: Doveva essere un vero e proprio riccio di cannoni antiaerei. Un'ottima scusa per visitare le Isole del Canale o St Malo.

CONS: Maree forti e acqua breve e stagnante.

Grazie a Mike, Penny e Giles Rowley e agli istruttori BSAC assortiti sulla barca per la settimana.

Apparso su Diver, aprile 2003

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x