Morsi di danni ai denti per le orche in cattività

archivio – Notizie sulle immersioniMorsi danneggiati dai denti per le orche in cattività

Molti subacquei sono fermamente convinti che le orche non dovrebbero essere tenute in cattività, ma nuove prove di danni ai denti delle orche hanno rafforzato le richieste di porre fine a questa pratica.

Le orche hanno circa 48 grandi denti e si ritiene che un dente dolorante non sia meno doloroso o debilitante in un'orca assassina che in un essere umano.

La nuova ricerca su 29 orche in cattività tenute da una singola azienda in strutture statunitensi e spagnole ha scoperto che i danni ai denti causano gravi problemi agli animali fin dalla tenera età.

"Ogni balena aveva qualche forma di danno ai denti", ha detto il dottor John Jett, ex addestratore di orche, ora professore e primo autore dell'articolo, una collaborazione tra scienziati statunitensi e neozelandesi.

“We found that more than 65% possessed moderate-to-extreme tooth wear in their lower jaws, mostly as a result of chewing concrete and steel tank surfaces.”

I ricercatori hanno anche scoperto che oltre il 61% delle orche era “stato dal dentista” per farsi forare i denti, con il tessuto molle all’interno estratto in una procedura chiamata pulpotomia modificata.

Negli esseri umani il buco verrebbe riempito o tappato, ma nelle orche viene lasciato aperto per il resto della vita e quindi è necessario un lavaggio quotidiano con sostanze chimiche per prevenire l'infezione.

"Il danno ai denti è la conseguenza più tragica della cattività, poiché non solo provoca morbilità e mortalità nelle orche in cattività, ma spesso porta a una terapia antibiotica cronica che compromette il sistema immunitario della balena", ha affermato il coautore Dr Jeff Ventre, un altro ex addestratore che aveva in passato hanno forato i denti delle orche e hanno visto le balene "rompersi i denti sui cancelli d'acciaio mentre facevano schioccare le mascelle".

La maggior parte delle singole orche potrebbe essere identificata dalle fratture dei denti e dall'usura da sola.

Ventre ha aggiunto che il lavaggio quotidiano dei denti rende le orche compromesse “poveri candidati per il pieno rilascio”, qualora tale possibilità dovesse mai presentarsi.

“We know that confining them in tanks is bad for the animals, and this research now gives us some hard numbers to illustrate just how their health and welfare is compromised,” said co-author Dr Ingrid Visser, an Orca Research Trust scientist who has studied orcas in the wild for more than three decades and advocates ending all orca captivity.

"Considerando quanto è grande la radice del dente di un'orca e considerando che l'orca ha un sistema nervoso simile al nostro, queste lesioni devono essere estremamente dolorose", ha affermato il dottor Visser.

"Semplicemente non vedi questo tipo o livello di danno in natura."

“Danni ai denti nelle orche in cattività (Orcinus orca)” è pubblicato negli Archivi di Biologia Orale.

Divernet – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

16-Ott-17

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x