Shark viveva fin dai tempi dei Tudor/Stuart

Si è scoperto che una femmina di squalo nel loro studio ha vissuto tra quell'età minima e 512 anni, dando una media di 400 anni per farla nascere all'inizio del 1600.

Leggi anche: Cosa ci fa uno squalo della Groenlandia nei Caraibi?

È stato un biologo danese il primo a dimostrare che la specie, che vive nelle acque fredde e profonde dell'Oceano Artico e del Nord Atlantico e può raggiungere i 5 metri di lunghezza, cresce solo di pochi centimetri nell'arco di diversi anni.

Tuttavia, la sua durata è rimasta un mistero fino a quando il team internazionale di ricercatori guidati da Julius Nielsen ha deciso di adattare un metodo di invecchiamento solitamente associato all'archeologia e ha utilizzato la datazione al carbonio 14 delle lenti degli occhi degli squali.

"Come con altri vertebrati, le lenti sono costituite da un tipo unico di tessuto metabolicamente inattivo", ha affermato Nielsen. "Poiché il centro della lente non cambia dal momento della nascita di uno squalo, consente alla composizione chimica del tessuto di rivelare l'età dello squalo." Il metodo è impreciso in termini di anno di nascita, ma fornisce un intervallo affidabile.

È stato scoperto che gli squali raggiungono la maturità sessuale intorno ai 150 anni, quando sono lunghi circa 4 metri.

“Gli squali della Groenlandia sono tra i più grandi squali carnivori del pianeta e il loro ruolo di predatore nell’ecosistema artico è totalmente trascurato”, ha affermato Nielson. “A migliaia, finiscono accidentalmente come catture accessorie nel Nord Atlantico, e spero che i nostri studi possano aiutare a focalizzare maggiormente l’attenzione sullo squalo della Groenlandia in futuro”.

In collaborazione con il Greenland Institute of Natural Resources, l’Università Artica della Norvegia e l’Università di Aarhus per la loro esperienza nella datazione al carbonio, il progetto di dottorato triennale ha studiato 28 esemplari di squali provenienti principalmente da catture accessorie accidentali. Il documento del team è stato pubblicato in Scienze.

*   L'annuncio sulla longevità degli squali ha coinciso con quello di una scoperta avvenuta nella stessa epoca lontana: resti di una o più navi coloniali, probabilmente francesi, al largo di Cape Canaveral in Florida.

La società di indagini marine Global Marine Exploration ha trovato tre cannoni di bronzo decorati e quello che si ritiene essere un monumento in marmo scolpito a mano con l'emblema del giglio francese, insieme a zavorra, munizioni e molti grandi oggetti incrostati.

"Il significato storico e archeologico di questi manufatti non può essere sopravvalutato", ha affermato Jim Sinclair, capo archeologo del GME. Ulteriori analisi in situ, nonché il recupero e la conservazione sono stati pianificati il ​​prima possibile, perché si diceva che le dure condizioni nelle acque poco profonde vicino ai siti di lancio dei razzi di Cape Canaveral stessero causando un rapido deterioramento dei resti.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x