Un subacqueo trova la più grande pepita d'oro mai vista in Gran Bretagna

archivio – Diving News Un subacqueo trova la più grande pepita d'oro mai vista in Gran Bretagna

Un cercatore d'oro professionista che si immergeva al largo di Anglesey, nel Galles settentrionale, ha scoperto la più grande pepita d'oro mai trovata in Gran Bretagna.

Vince Thurkettle, 60 anni, ha avvistato la pepita da 23 carati mentre si immergeva in 5 metri d'acqua, a circa 40 metri dal relitto del clipper a vapore vittoriano Carta Reale. Il reperto, grande quanto un uovo, pesava 97 g; il secondo ritrovamento più grande in Gran Bretagna pesava 59 g ed è venuto alla luce più di 200 anni fa.

La nuova scoperta è stata fatta nel 2012 ma Thurkettle, che sperava di trovare solo scaglie d'oro, è rimasto zitto mentre continuava la sua ricerca. Ora, sicuro che non ci sia più oro nella zona, si è quotato in borsa.

Aveva già avvisato il curatore del relitto, quindi l'oro ora è di proprietà della Corona.

L'oro sarebbe stato a bordo Carta Reale quando affondò durante una tempesta nella baia di Dulas, sulla costa nord-orientale di Anglesey, il 26 ottobre 1859. La nave veloce era salpata dall'Australia per Liverpool trasportando principalmente passeggeri, inclusi molti minatori d'oro con i loro reperti portati con sé come beni personali e carico - vale circa 120 milioni di sterline ai prezzi odierni.

Si ritiene che circa 450 passeggeri e membri dell'equipaggio siano morti nell'affondamento, rendendolo il più disastroso al largo delle coste del Galles. Si ritiene che circa 200 navi siano affondate nella stessa tempesta.

Thurkettle ha detto ai giornalisti che si stava immergendo in una giornata soleggiata quando ha visto l'oro luccicare in una fessura, ingrandito dall'acqua. Era rimasto sorpreso da quanto fosse pesante quando lo aveva raccolto.

Cacciatore di tesori fin dai vent'anni e cercatore d'oro a tempo pieno dal 20, ha cercato l'oro in Europa, Australia, Nuova Zelanda e Canada, ma nomina le sue località preferite Irlanda e Regno Unito. Ha imparato a immergersi con ScotSAC all'inizio degli anni '2005 e per sette anni ha cercato pazientemente le acque al largo del villaggio di Moelfre prima di fare la sua scoperta.

Ora si prevede che la pepita d’oro verrà esposta in un museo e Thurkettle riceverà un compenso per la ricerca.

12-mag-16

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x