PADI Dive Center Pro Photographer Diver, di Dive4photos

archivio – RecensioniPADI Dive Center Pro Photographer Diver, di Dive4photos

REVISIONE DELLA FORMAZIONE
PADI Dive Center Pro Photographer Diver, di Dive4photos

È IL SECONDO GIORNO della mia fotografia subacquea corso a Koh Tao, in Tailandia, e tenendo a mente la lezione del giorno precedente su come fotografare i soggetti frontalmente, ove possibile, inquadro con attenzione il mio primo scatto macro di un nudibranco.
È solo dopo un paio di scatti attentamente composti che il mio istruttore Alex mi mostra gentilmente che in realtà sto puntando la telecamera verso la parte posteriore del nudo!
Ho intrapreso un corso Dive Center Pro Photographer Diver di 15 giorni, una specialità PADI scritta da Alex Tyrrell appositamente per persone come me che mirano a diventare un fotografo di centri immersioni.
L'azienda di Alex, Dive4photos, offre corsi individuali su misura per tutti i livelli, dal principiante assoluto (come me) a coloro che desiderano lavorare su un argomento particolare.
Avevo scelto questo corso perché non sembrava esserci nient'altro adatto a uno come me: qualcuno con zero conoscenze di fotografia, eppure chi voleva molto di più del PADI Digitale Fotografia Subacquea (DUP) potrebbe offrire.
Sono armato di tutta l'attrezzatura: fotocamera compatta Sony RX100; Custodia RecSea; Obiettivo primo piano Inon; Obiettivo grandangolare Inon, dome-port e bracci flottanti, tutto su consiglio del mio amico Steve Warren di Inon.
Tutta l'attrezzatura e, come si suol dire, nessuna idea. Sono diventato esattamente il tipo di subacqueo di cui ridevo in privato...

UN ALTRO AMICO, un fotografo terrestre professionista, mi ha detto di diventare esperto con la fotocamera prima ancora di prendere in considerazione l'idea di portarla sott'acqua. Questo è stato, ovviamente, un ottimo consiglio, ma poiché ho ricevuto la macchina fotografica solo tre giorni prima del viaggio, non era un consiglio che potessi seguire!
I primi cinque giorni sono iniziati con l'utilizzo della fotocamera e della funzione TTL (Through The Lens) del flash. Secondo giorno aggiunto l'obiettivo macro e utilizzo dell'impostazione manuale sul flash.
Ci sono voluti quei due giorni prima che imparassi anche solo le funzioni di base della fotocamera, ma con il paziente aiuto sono riuscito a produrre alcuni buoni scatti. Avevo la sensazione che tutto ciò che mi veniva detto sottolineasse ulteriormente quanto non sapevo!
Ma il terzo giorno, ho sentito che tutto si stava ricomponendo. Invece di concentrarmi sugli scatti, mi concentravo sull'apprendimento e cominciava ad avere senso.
Sono stato un Master Scuba Diver Trainer per 20 anni e ho fatto diverse migliaia di immersioni, quindi naturalmente ho considerato il mio assetto e la consapevolezza della situazione molto buoni.
Tuttavia, stando in bilico vicino a un muro, fotografando un granchio di 1 cm su un corallo frusta da 15 cm di distanza con una fotocamera negativa, mi sono sentito più come uno studente in acque libere!

NELLA PRIMA SETTIMANA, sono riuscito a scontrarmi con un riccio di mare mentre mi contorcevo nella posizione necessaria per sparare, e mi sono anche trovato regolarmente a trascurare di prestare sufficiente attenzione al mio consumo d'aria e ai NDL [limiti di non decompressione] – qualcosa che ho passato anni avvertendo i miei clienti.
Il mantra PADI, come insegnato nel corso DUP, è SEA – Shoot, Examine and Assess. Sembra quasi scontato dirlo, eppure la tentazione è quella di continuare a scattare.
Tuttavia, è solo quando guardi lo scatto e valuti la composizione, la messa a fuoco e l'esposizione che capisci cosa è necessario regolare per migliorarlo.
Un altro buon consiglio da parte di Alex è che stai cercando un buon soggetto, in una buona posizione, di buon umore!
Mi aiutava a trovare gli argomenti, preparandomi per uno e poi andando a cercare il successivo, risparmiandomi così tempo. In modo frustrante, i soggetti spesso non si trovavano in una buona posizione e dovevo andare avanti.
Il buon umore? Quella era un'altra cosa da imparare, per valutare su quali materie non valeva la pena perdere tempo!
Trascorrevo le serate utilizzando Lightroom (anche questo trattato approfonditamente nel corso), modificando, creando portfolio dei miei compiti, ma soprattutto eliminando! In media cancellavo l'80-90% dei miei scatti ogni giorno!
Al quinto giorno mi sentivo abbastanza sicuro e a mio agio, sperimentando di più con aperture e profondità di campo.
Ma poi l'obiettivo macro è stato messo da parte ed è uscito il grandangolo.
I cinque giorni successivi sono stati tutti dedicati all'apprendimento dell'obiettivo grandangolare e dell'oblò a cupola. Qui l'illuminazione è diventata più complessa, poiché ho imparato a illuminare lo scatto utilizzando sia i flash che la luce ambientale. Questo è anche il momento in cui ho iniziato a giocare di più con le impostazioni ISO e della velocità dell'otturatore.
Il corso prevedeva anche due giorni di utilizzo dei filtri magici e di apprendimento del bilanciamento del bianco, un altro di quei termini di cui avevo sentito parlare, ma di cui non avevo idea. Era a metà
la prima immersione con il filtro in cui mi sono reso conto di aver dimenticato di eseguire il bilanciamento del bianco: grazie a Dio per la post-elaborazione!

C'ERA UN'OPZIONE negli ultimi cinque giorni, per concentrarti sulla vita marina o sulla fotografia dei subacquei. Come ha sottolineato Alex, i pesci non acquistano foto, ma ho deciso di concentrarmi sulla vita marina, pensando che i sub non siano così difficili da fotografare (mi sbagliavo, soprattutto quando sono studenti subacquei).
Sono rimasto sorpreso da quanto Alex mi ha insegnato sulla vita marina che mi ha aiutato a scattare foto, come il ghiozzo gamberetto che scuote la coda appena prima di tuffarsi di nuovo nella sua tana.
Il corso è durato tre settimane, con 30 immersioni con un rapporto massimo di due studenti a uno istruttore e 45 ore in aula. Il costo del corso è di 62,500 baht (circa £ 1400) e include l'attrezzatura fotografica di cui uno studente potrebbe aver bisogno.
Alla fine del corso, sono rimasto stupito da quanto avevamo coperto e, dopo così tante immersioni con Alex sulla barca di Dive Point, mi è dispiaciuto dover partire. Mi ero particolarmente affezionato al gatto della barca, Mr White.
Mi sento un fotografo professionista? Forse non ancora del tutto, ma ora ho tutti gli strumenti e le informazioni di cui ho bisogno. Ancora un po’ di pratica e presto mi sentirò abbastanza sicuro da rivendicare il titolo!
Oltre al contenuto del corso, ho anche imparato quanto sia facile ottenere una visione a tunnel. L'attenzione è così grande sulla fotocamera e sullo scatto che è facile (non importa quanto tu sia esperto) dimenticare le nozioni di base, come il controllo degli NDL e del consumo d'aria!
Ho imparato ad essere paziente, ad aspettare lo scatto giusto e, infine, qual è la fine del business di un nudibranco.
Recensione di Lucy Pearson

Dive4Photos, Koh Tao, Tailandia
www.dive4photos.com. Corso di tre settimane, circa £ 1400.


Apparso su DIVER marzo 2017

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x