Il reclamo contro l'operatore della barca per immersioni scade

Debbie Warner ha intentato una causa per negligenza dopo che suo marito Lex, 50 anni, è morto al largo di Cape Wrath a Sutherland nell'agosto 2012. Faceva parte di un gruppo di immersioni che aveva noleggiato la nave mv Jean Elaine da Scapa Flow Charters per una settimana.

Secondo un rapporto di Scottish Legal News, Lord Boyd di Duncansby ha emesso la sua sentenza presso la Court of Session, la corte civile suprema scozzese a Edimburgo. Il giudice ha accolto la richiesta di Scapa Flow Charters secondo cui, ai sensi della Convenzione di Atene sul trasporto di passeggeri via mare, qualsiasi azione per danni derivanti dalla morte o dalle lesioni del passeggero dovrebbe essere prescritta dopo due anni.

Lex Warner era vestito e si stava muovendo dal suo posto per entrare in acqua quando cadde e subì quella che in seguito si rivelò essere una grave lesione al fegato. Gli istruttori subacquei gli hanno poi dato il via libera per entrare in acqua, dove ha incontrato gravi difficoltà.

Gli avvocati di Debbie Warner hanno scritto a Scapa Flow Charters il 17 aprile 2013 intimando una richiesta di risarcimento danni "per gli errori del vostro skipper, Andrew Cuthbertson" - ma la sua azione non è stata registrata fino al 14 maggio 2015, più di due anni dopo l'evento .

L'avvocato della Warner ha sostenuto che lei non avrebbe potuto sapere che la morte di suo marito era dovuta a un atto o un'omissione imputabile fino a quando il Marine Accident Investigation Branch (MAIB) non ha pubblicato il suo rapporto durante l'inchiesta nel dicembre 2013 - quindi il periodo di due anni avrebbe dovuto iniziare alle quel punto.

Tuttavia, il giudice ha stabilito che, ai sensi degli articoli della Convenzione di Atene, l'azione è prescritta il 18 agosto 2014 e deve essere respinta.

Durante l'inchiesta originale, alla corte del coroner di Birmingham fu detto che Warner, un subacqueo esperto e istruttore, si era tuffato a circa 88 metri dopo la caduta. Quando aveva cominciato a sentirsi male, aveva tentato di ritornare in superficie.

Aveva smesso di respirare quando è stato trascinato sulla barca dallo skipper e, nonostante i tentativi di rianimarlo, è stato dichiarato morto prima di raggiungere l'ospedale. La causa della morte fu data come annegamento combinato con una lesione epatica traumatica e fu raggiunto un verdetto di morte accidentale.

Un ispettore del MAIB aveva detto all'inchiesta che non c'erano prove di una valutazione formale del rischio per un subacqueo equipaggiato che si spostava tra il posto e il punto di ingresso. Tuttavia, lo skipper ha dichiarato di essere soddisfatto delle misure di sicurezza a bordo della barca e di non ritenere che si potesse fare qualcosa diversamente.

Il MAIB ha inoltre affermato che l'infortunio di Warner era abbastanza grave che le sue condizioni avrebbero comunque raggiunto il livello di emergenza anche se non si fosse immerso.

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x