British Airways lascia Sharm el Sheikh

archivio – Notizie sulle immersioniBritish Airways lascia Sharm el Sheikh

British Airways ha abbandonato i suoi piani per riprendere i voli per Sharm el Sheikh in Egitto entro la fine dell'anno.

"La sicurezza e l'incolumità dei nostri clienti saranno sempre le nostre massime priorità e abbiamo sospeso i nostri voli da Gatwick a Sharm el-Sheikh a tempo indeterminato", ha ora affermato.

“I clienti che hanno prenotato qualsiasi servizio annullato per la prossima stagione invernale possono richiedere un rimborso completo o utilizzare il denaro per coprire una nuova prenotazione con noi per una destinazione alternativa”.

Stranamente, stamattina la home page del sito web di BA era ancora dominata dal banner: "FUGA IN EGITTO: in meno di sei ore potresti goderti il ​​sole di Sharm El Sheikh tutto l'anno".

BA e altre compagnie aeree britanniche non volano nella località del Mar Rosso dal novembre 2015, in seguito alla sospensione dei voli da parte del governo britannico in risposta allo schianto mortale di un aereo di linea russo.

Si ritiene che le altre compagnie aeree – easyJet, Monarch e Thomson – sperino ancora di riprendere i voli prima dell’inizio della stagione turistica invernale alla fine di ottobre, ma solo se il governo britannico sarà soddisfatto delle misure di sicurezza aeroportuale e revocherà il divieto.

Nel frattempo, il Consiglio di Stato egiziano ha annullato la recente decisione del suo governo di restituire all’Arabia Saudita due isole strategicamente importanti del Mar Rosso nello Stretto di Tiran.

In risposta a una causa intentata contro il governo dall’attivista per i diritti umani Khaled Ali, un giudice ha annullato un accordo sui confini marittimi e ha dichiarato che Tiran e Sanafir rimarranno sotto la sovranità egiziana. Tuttavia, il suo verdetto sarà giuridicamente vincolante solo se ratificato dall’Alta Corte amministrativa egiziana, e si ritiene che ciò sia improbabile.

Il presidente egiziano al-Sisi ha annunciato due mesi fa la restituzione delle isole disabitate all’imbocco del Golfo di Aqaba, che secondo lui erano state affittate solo dall’Arabia Saudita (Divernet, 14 aprile). La mossa ha innescato diffuse proteste contro quella che veniva definita un’azione incostituzionale.

Accessed by day-boats from Sharm el Sheikh, Tiran and Sanafir lie within the Ras Mohammed National Marine Park. Well-known dive-sites such as Jackson, Woodhouse, Thomas and Gordon reefs lie off Tiran’s western coast.

L’accordo ribaltato aveva posto le basi per la costruzione di un ponte di 10 miglia attraverso il Golfo di Aqaba che collega l’Egitto e l’Arabia Saudita, con Tiran come punto a metà strada. L’industria del turismo ha espresso preoccupazione per il fatto che negare ai subacquei in visita l’accesso allo Stretto di Tiran danneggerebbe ulteriormente le imprese già sotto forte pressione.

DIVERNET – Il più grande Online Risorsa per i subacquei

22-Jun-16

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x