4 subacquei che giurano sull'insegnamento adattivo

Mike squalo (PADI)
Mike Coots ha perso una gamba a causa di uno squalo, ma immergersi con loro ha cambiato la sua vita (PADI)

Mike Coots aveva 18 anni quando fu morso da uno squalo tigre mentre faceva bodyboard alle Hawaii, quasi perdendo la vita nel processo di perdere la maggior parte della gamba destra. Ora è un subacqueo PADI, fotografo subacqueo e sostenitore degli squali, è impegnato a cambiare la percezione degli squali e a fare pressioni per la loro protezione.

"Immergendomi con le stesse specie che mi hanno attaccato, ho potuto attirare l'attenzione sugli squali e sul motivo per cui sono importanti per il nostro oceano", afferma. “Tiger Beach offre anche la bellezza visiva e l'acqua limpida delle Bahamas. 

“Quando vai sott’acqua, il peso del mondo scompare. Sei in questo incredibile mondo 3D; è come fluttuare nello spazio mescolato con un film Disney, e PADI è la chiave per entrare in quel mondo.”

Mike Folaghe (PADI)
Mike Folaghe (PADI)

Oggi è la Giornata internazionale della disabilità (3 dicembre) e il formazione L'agenzia coglie l'occasione per ricordare ai subacquei la sua missione dichiarata di rendere le immersioni subacquee e l'apnea accessibili a tutti attraverso i suoi servizi di livello professionale. Immersione con tecniche adattive PADI e a livello di amico Subacqueo con supporto adattivo specialità.

Il primo di questi corsi porta i professionisti subacquei attraverso laboratori in aula, in acque confinate e in acque libere per aumentare la consapevolezza delle diverse abilità ed esplorare tecniche di insegnamento adattivo da applicare quando formazione subacquei con problemi fisici e mentali. I professionisti imparano ad adattare i contenuti del corso per adattarsi praticamente a qualsiasi studente subacqueo, afferma PADI.

La seconda specialità è progettata per insegnare ad amici e familiari tecniche adattative per immergersi con un compagno disabile, con molti studenti che frequentano il corso per imparare a supportare una persona in particolare. Mike Coots è uno dei quattro esempi di subacquei che, secondo PADI, sono stati potenziati dall'insegnamento adattivo.

Luke Menasco è affetto da paralisi cerebrale dalla nascita, ma è in grado di praticare il surf e le immersioni subacquee. "Ottenere la certificazione PADI è stato uno dei risultati fisici più grandi che ho ottenuto con CP - e qualcosa di cui sono molto orgoglioso", afferma. “Mi piacerebbe che qualcun altro con PC leggesse questo e lo usasse come motivazione per aiutarlo a capire che l'immersione potrebbe essere possibile anche per loro.”

Cody Unser (davanti) (PADI)
Cody Unser (davanti) (PADI)

Cody Unser è un PADI Acqua aperta avanzata Subacqueo affetto da mielite trasversa, disturbo del midollo spinale, e ha fondato la First Step Foundation. Collabora con i centri immersioni PADI statunitensi per aiutare a certificare come OWD le persone con lesioni del midollo spinale e afferma di aver sperimentato in prima persona come le immersioni subacquee possano aiutare le persone a superare qualsiasi sfida mentale o fisica.

"Le persone con disabilità non dovrebbero aspettare che le organizzazioni no-profit come la nostra abbiano i fondi per ottenere la certificazione", afferma. “I centri immersioni PADI hanno il potere di cambiare letteralmente la vita delle persone con semplicità formazione i loro team sulle tecniche di immersione adattiva e incorporandole nella loro offerta di corsi. 

Il triplo amputato Bryan Anderson è diventato un PADI Open Water Subacqueo con il suo compagno di immersione ed ex comandante di battaglione Robert Tardash, con il quale aveva prestato servizio in Iraq nell'esercito americano nel 2005. Quasi due decenni dopo si sono riuniti come subacquei in seguito all'infortunio di Anderson. 

"Sei nell'acqua proprio come tutti gli altri - tutti i pesci e gli animali - anche se ho una tripla amputazione", afferma Anderson. "Essere nell'acqua mi ha fatto sentire parte di esso, e non diverso in alcun modo."

Bryan Anderson si prepara per un'immersione (PADI)
Bryan Anderson si prepara per un'immersione (PADI)
Immersioni sui relitti di Bryan Anderson (PADI)
Immersioni sui relitti di Bryan Anderson (PADI)

"C'è una sorta di alchimia nell'immersione", ha commentato Robert Currer, il direttore del corso PADI che ha supportato il viaggio di immersione adattiva di Anderson e Tardash. “Ci vuole chi lo persegue, indipendentemente dalle capacità fisiche o cognitive, e, attraverso un mix di avventura, pratica e pazienza, lo trasforma in qualcosa di più forte, di più coraggioso. Riaccende lo stupore infantile nei nostri cuori. 

“Bryan aveva molte di quelle qualità in abbondanza ma, seduto sul retro di quella barca, crogiolandosi nella luce del suo trionfo, ho visto anche l'incredibile Bryan Anderson diventare un po' più indomabile. L'ho visto diventare un subacqueo. 

Anche su Divernet: Impara ad immergerti in apnea con Emma Farrell, Wheelsdan rivendica tre record a Stoney, La depterapia chiuderà nel 2023

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Carl
Carl
1 anno fa

PADI sta solo recuperando terreno. SSI e RAID hanno programmi subacquei adattivi da anni.

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x