Un'agenzia statale ne multa un'altra per la morte di uno snorkelista

Wind River, nello stato di Washington
Wind River, nello stato di Washington

La morte di uno snorkeler a Wind River, nello stato americano di Washington, ha portato un'agenzia statale a multare altre migliaia di dollari per violazioni della sicurezza e a chiedere miglioramenti.

Il 13 settembre dello scorso anno, una biologa di 31 anni che lavorava per il Dipartimento di Fish & Wildlife di Washington (WDFW) morì dopo essersi trovato in difficoltà nel piccolo affluente del fiume Columbia, nel sud dello stato.

Aveva preso parte a un'indagine di routine sullo snorkeling per valutare il numero di un pesce chiamato Steelhead presente nelle sue acque. 

L'ufficio dello sceriffo della contea di Skamania ha risposto a una chiamata segnalando che la donna era rimasta intrappolata. I primi soccorritori hanno cercato di raggiungerla, e le squadre di ricerca e soccorso di altre contee vicine e la squadra di sommozzatori dello sceriffo si sono unite alla ricerca, ma quando l'hanno trovata era morta. La sua morte è stata registrata come accidentale.

A seguito di un'indagine, tuttavia, il Dipartimento del lavoro e delle industrie dello Stato di Washington (L&I) ha individuato violazioni della sicurezza da parte di WDFW.

Presentando il rapporto finale sulla fatalità, L&I ha chiesto all'agenzia di pagare una sanzione di 30,800 dollari entro 15 giorni e di implementare una serie di miglioramenti obbligatori entro un mese.

Dispositivi di emergenza

La WDFW è ora tenuta a verificare che ogni dipendente che svolge attività sul campo abbia un dispositivo di emergenza personale e l'agenzia deve aggiornare sia la sua politica di comunicazione sul campo che il manuale delle procedure di snorkeling.

Deve inoltre confermare che tutto il personale che conduce sondaggi sullo snorkeling riceva la formazione necessaria prima di iniziare il lavoro e aggiornare i propri standard e protocolli sulle attrezzature richieste nei kit di pronto soccorso, in base ai potenziali pericoli a cui il personale potrebbe essere esposto.

"Prendiamo sul serio questi risultati e ci impegniamo a collaborare con il nostro personale e L&I per apportare le modifiche necessarie per la sicurezza", ha affermato il direttore della WDFW Kelly Susewind. 

Il dipartimento aveva sospeso tutte le indagini sullo snorkeling in tutto lo stato in seguito all'incidente e si dice che abbia lavorato per affrontare le violazioni da quando si sono verificate.

Le misure già adottate includono la richiesta di dispositivi di galleggiamento personali da utilizzare da parte di tutto il personale che lavora dentro, sopra o intorno all’acqua, compresa la formazione sul loro utilizzo, e il miglioramento di un sistema di check-in/check-out per il personale che lavora da solo o in luoghi remoti.

Un dispositivo di sicurezza Garmin InReach
Un dispositivo di sicurezza Garmin InReach

Si dice anche che sia stata introdotta una maggiore formazione sulla sicurezza. Sono state fornite ulteriori attrezzature di sicurezza, tra cui dispositivi di comunicazione satellitare Garmin InReach, kit di pronto soccorso e dispositivi di galleggiamento personali, mentre è stata effettuata una valutazione di sicurezza a livello statale dei protocolli di sicurezza tra tutte le unità di lavoro.

Anche su Divernet: Bandiere rosse per gli snorkelisti: come fermare le morti silenziose, La mancanza di prove impedisce l’indagine sulla morte dello snorkel di Sharm, Il rapporto sulle morti per snorkeling mette in dubbio i risultati dell'IPO

Il video del subacqueo che tocca lo squalo balena si traduce in una bella #notizia #scuba

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

SEGUICI SU

0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x