Il mistero delle morti legate allo snorkeling hawaiano

Snorkeling a Kona, Hawaii.
Snorkeling a Kona, Hawaii.

SUBACQUEO CON SNORKELING

Il lavoro investigativo seguito a una serie di strani incidenti mortali nel Pacifico al largo delle Hawaii suggerisce che una nuova consapevolezza del rischio – e ottenere il design dell’umile tubo per lo snorkeling azzeccato – potrebbe essere una questione di vita o di morte. STEVE WEINMAN rapporti

"L'acqua era alta marea e mossa. A circa 50 metri dalla costa, faticavo a riprendere fiato. Non pensavo di poter tornare indietro, quindi mi sono aggrappato a un palo sulla barriera corallina. Non ero in grado di chiamare o salutare.

"Cominciai a nuotare di nuovo. Le mie braccia erano di piombo; Non potevo fare freestyle. Le mie braccia erano completamente morte. A 10 metri dalla riva il cuore mi batteva nelle orecchie così forte da essere assordante. Sentivo che stavo per morire.

"Un'onda mi ha spinto a riva. Una donna sulla spiaggia ha notato la mia angoscia e ha chiamato aiuto. Il bagnino mi ha applicato l'ossigeno, che mi ha rianimato. Quando è stato rimosso, ho perso conoscenza. Sono stato portato all'ospedale. "

Sentiremo di più da questa esperta snorkelista e forte nuotatrice più tardi. Lei è stata una delle fortunate.

Dopo un po’, l’enorme numero di persone che annegavano mentre facevano snorkeling al largo delle spiagge delle Hawaii non poteva più essere liquidato come “solo una di quelle cose”.

Le circostanze di così tante di queste morti – una resa apparentemente tranquilla al mare, spesso in acque calme, non minacciose e calde vicino alla riva, subito dopo l’ingresso e senza alcun accenno di coinvolgimento della vita marina – erano decisamente strane.

In molti casi la morte delle vittime non sarebbe stata notata immediatamente dagli astanti. Senza segni di sofferenza, sarebbero stati trovati a faccia in giù in superficie, come se stessero ancora facendo snorkeling ma in bilico immobili per ammirare il panorama sottostante.

L’esame medico dimostrerebbe che erano annegati, ma come è potuto accadere?

Molte delle vittime erano di mezza età o anziane, definite “over 50”. Spesso erano maschi, ma non necessariamente inadatti.

Condizioni mediche preesistenti legate all’età potrebbero aver spiegato alcuni casi, ma non tutti.

Un'altra cosa: la stragrande maggioranza delle vittime erano visitatori delle Hawaii.

Gli isolani erano propensi ad attribuire l’elevato numero di vittime a fattori quali ansia, panico, stanchezza, inesperienza o mancanza di familiarità con le condizioni, le attrezzature o le tecniche dell’oceano. Eppure, in almeno un quarto dei decessi, gli snorkelisti non mancavano di esperienza.

Le morti hanno coinciso anche con la tendenza all’uso di maschere integrali per lo snorkeling, del tipo che è tornato utile quando riproposto durante la pandemia di Covid per aiutare ad aspirare i pazienti ospedalizzati.

Di conseguenza, alle Hawaii questi progetti furono presto trattati con sospetto.

Eppure molte delle vittime utilizzavano i tradizionali tubi per lo snorkeling o, forse, le nuove varianti apparse nel tempo mentre i produttori lottavano per ottenere un vantaggio nel marketing.

Cinque anni fa, un articolo della stampa locale ha chiarito cosa stava succedendo. I decessi tra i turisti che praticano snorkeling alle Hawaii sono stati 13 volte superiori alla media nazionale e 10 volte superiori a quelli dei residenti.

Ma è possibile che l’abilità difficilmente scientifica di nuotare mentre si respira attraverso un tubo sia davvero così lontana dai limiti dei turisti?

Nel corso degli anni gli hawaiani devono essersi abituati stancamente a leggere le notizie sulle morti individuali legate allo snorkeling, ma viste collettivamente le cifre erano crudeli. Tra il 2009 e il 2018 ci sono stati 206 morti legati allo snorkeling, di cui 189 turisti.

Confrontatelo con il numero delle vittime in quel periodo di subacquei (28), apneisti (46) o nuotatori (80).

Nell’ottobre 2017, per volere del dipartimento sanitario statale, è stato formato un sottocomitato per affrontare la crescente preoccupazione dell’opinione pubblica. Questo rappresentava le autorità sanitarie, turistiche e dei servizi di emergenza delle Hawaii e l’ufficio del medico legale dello stato, e ha richiesto un’analisi approfondita del problema.

Da sinistra a destra: ricercatore principale Dott. Philip R Foti MD; la project manager Carol Wilcox, lei stessa sopravvissuta all'annegamento con il boccaglio.
Da sinistra a destra: ricercatore principale Dott. Philip R Foti MD; la project manager Carol Wilcox, lei stessa sopravvissuta all'annegamento con il boccaglio.

Il pneumologo Dr Philip Foti esercita la sua attività alle Hawaii da oltre 50 anni. Nominato investigatore principale, lui e il resto del team hanno preparato un rapporto preliminare chiamato Snorkel Safety Study. È stato pubblicato, anche se il rapporto completo è ancora in attesa di revisione paritaria.

Lo studio è una lettura avvincente, perché punta fermamente il dito contro una condizione non precedentemente associata agli snorkelisti e controversa tra i subacquei: l’edema polmonare da immersione o IPO, noto anche come “annegamento dall’interno”.

Nel rapporto L'IPO viene chiamato ROPE (edema polmonare a rapida insorgenza) o SIROPE (ROPE indotto dallo snorkeling), ma ciò di cui stiamo parlando è essenzialmente lo stesso: l'infusione non di acqua di mare ma di fluidi corporei nei polmoni, riducendo la loro capacità di fornire ossigeno al sangue.

È un processo insidioso. Il rapporto lo descrive come un disturbo respiratorio rapido e silenzioso che può essere innescato dallo snorkeling.

Nel Regno Unito le IPO sono state collegate a una serie di morti inspiegabili legate ai subacquei e sono diventate motivo di contesa nelle richieste di indennizzo assicurativo in cui viene contestata la causa esatta della morte di un subacqueo.

Le IPO tra i subacquei sono state collegate anche all’eccessiva idratazione, ancora una volta controversa per uno sport in cui una buona idratazione è sostenuta come precauzione primaria contro la malattia da decompressione.

Sebbene inizialmente i compilatori del rapporto hawaiano fossero riusciti a trovare solo un singolo esempio documentato di morte per IPO dovuta allo snorkeling (a partire dal 2017), ora non hanno dubbi che l'edema polmonare sia la principale spiegazione del numero inaccettabile di snorkelisti che finiscono i loro giorni nell'oceano. isole.

"Questo fenomeno, sebbene identificato in altre attività come le immersioni subacquee e il nuoto, non era mai stato associato allo snorkeling, ma le prove sono indiscutibili", conclude lo studio. “Ciò è confermato dalla fisiologia, studi di casi, cartelle cliniche e resoconti di prima mano”.

È possibile per Le vittime dell'IPO devono essere salvate se la sequenza tipica dei sintomi viene riconosciuta abbastanza presto.

Questi progrediscono attraverso un'improvvisa mancanza di respiro, debolezza, perdita di forza, confusione/senso di sventura e incoscienza fino alla morte.

Il dottor Foti e i suoi colleghi hanno ascoltato in prima persona le esperienze di numerosi sopravvissuti che erano stati salvati o, rendendosi conto della loro situazione difficile, erano riusciti ad autosoccorrere. A marzo di quest’anno erano pervenute 90 risposte e continuano ad arrivare e a essere prese in considerazione.

Rilevante è stato il fatto che 75 di questi snorkeller erano fuori dalla loro profondità quando si sono trovati in difficoltà, e il 70% si è trovato in difficoltà entro 20 minuti dall'inizio della nuotata, rendendo meno probabile la stanchezza o il freddo come fattori.

Il rapporto descrive l’ipossia indotta da un’IPO come “la causa di alcuni, probabilmente della maggior parte, di annegamenti mortali e quasi fatali legati allo snorkeling”. Ma perché gli snorkelisti dovrebbero essere soggetti a questa condizione?

Il team ritiene che qui due fattori principali lavorino in tandem: l'atto di sdraiarsi orizzontalmente nell'acqua, in modo che l'effetto della pressione dell'acqua esercitata sul torace debba essere superato per poter respirare; e la resistenza all’inalazione creata respirando attraverso un tubo stretto e resistente, che secondo loro può provocare “pressione transtoracica negativa”.

La posizione prona ridistribuisce il sangue intravascolare, accumulandone 500-700 ml davanti al cuore e ai polmoni e aumentando la pressione ambientale, dicono gli esperti. E anche utilizzando i boccagli meno resistenti si ottengono ulteriori 3-5 cm di pressione negativa dell’acqua per respiro.

In teoria gli snorkel dovrebbero offrire una resistenza aggiuntiva relativamente minore, ma possono verificarsi aumenti sostanziali della pressione negativa richiesta senza che gli snorkelisti se ne rendano conto, soprattutto se iniziano a pinneggiare un po' più forte.

Per lo studio 49 boccagli – 16 tubi semplici, 29 tubi con apparato umido/asciutto aggiuntivo e quattro maschere a pieno facciale – sono stati testati per la resistenza utilizzando un’invenzione del dottor Foti, uno Snorkel Airway Resistance Analyser (SARA).

In generale, quanto più semplice è il design dello snorkel, tanto minore è la resistenza generata, e maggiore è lo sforzo da parte dello snorkelista, maggiore è la resistenza.

La conclusione sembra essere che gli snorkelisti debbano essere selettivi nella scelta di un respiratore, proprio come i subacquei devono fare attenzione nella scelta di un erogatore. Tuttavia, come i ricercatori scoprirono presto, provare a determinare la resistenza di un prodotto attraverso una superficiale ispezione visiva si rivelò inaffidabile.

Potrebbe essere la dimensione del tubo nel punto più stretto, nella curva vicino al bocchino o il design di una valvola a causare il problema.

Il rapporto che per primo ha attirato l'attenzione sulle potenziali insidie ​​​​per gli snorkelisti.
Il rapporto che per primo ha attirato l'attenzione sulle potenziali insidie ​​​​per gli snorkelisti.

Lo studio ha sottolineato che, basandosi esclusivamente su questi esperimenti, le maschere integrali da snorkeling non presentavano alcun vantaggio o svantaggio intrinseco in termini di resistenza.

Questo non vuol dire che fossero fuori dai guai. I ricercatori hanno attirato l'attenzione su altri inconvenienti inerenti ai modelli integrali, e sembrerebbero essercene abbastanza da indurre i potenziali acquirenti almeno a riflettere.

Non potevano essere rimossi facilmente in caso di emergenza, compresi quelli con funzionalità di “sgancio rapido”; il bocchino non poteva essere sputato; non è possibile eliminare l'acqua dal tubo soffiando con forza; l'utente non può immergersi sotto la superficie in sicurezza; e il malfunzionamento della valvola potrebbe portare a gravi conseguenze per la respirazione.

Nei test non è stato possibile trovare la prova del presunto accumulo di CO2, che in precedenza era stata avanzata come possibile spiegazione almeno per alcuni annegamenti legati allo snorkeling.

Ma vale la pena notare che tra i sopravvissuti che hanno contribuito al sondaggio, non meno del 38% utilizzava maschere a pieno facciale – e il 90% di loro credeva che questo fosse stato un fattore nella loro esperienza.

Nel rapporto iniziale gli snorkel wet/dry non sono stati oggetto di particolari critiche. Questi hanno una valvola a galleggiante per sigillare il tubo se viene sommerso, quindi sono progettati per le persone che potrebbero avere difficoltà a far uscire l'acqua dal tubo, per qualsiasi motivo. Ma la valvola potrebbe rappresentare un fattore di rischio se provocasse una costrizione nel tubo.

Il team ha esaminato i rapporti dei coroner sulle vittime dello snorkeling e ha scoperto che non era possibile distinguere tra annegamento per aspirazione di acqua e per IPO. In entrambi i casi i polmoni finirono col riempirsi di liquido, provocandone la morte per ipossia.

Ma dei 32 decessi analizzati attentamente tenendo conto di tutti gli altri fattori, non meno di 15 sono stati giudicati “molto probabili” come risultato dell’ipossia dovuta a un’IPO, e 14 considerati probabili dovuti a entrambe le cause.

I rapporti post mortem indicavano anche una strada promettente da esplorare ulteriormente. Hanno sottolineato una “correlazione significativa” tra gli annegamenti e le malattie cardiache, in particolare la pressione diastolica finale del ventricolo sinistro (LVEDP), che è più comune nelle persone anziane. Spesso non ci sono sintomi con questa condizione.

Tra i sopravvissuti, dei 31 intervistati che avevano una condizione preesistente, l'84% aveva pressione alta o problemi cardiaci.

Quindi la trama si infittisce e lascia la questione del perché della preponderanza di turisti tra le vittime – e perché le Hawaii? Dopotutto, non è l’unica parte del mondo in cui gli snorkelisti scendono in mare in gran numero.

Quando ho posto questa domanda al dottor Foti, è tornato subito con una serie di spiegazioni. "Abbiamo troppi turisti nei gruppi ad alto rischio e sembra che più turisti facciano snorkeling alle Hawaii che altrove", mi ha detto.

In modo preoccupante, ha anche sottolineato “la scarsa tenuta dei registri e l’archiviazione dei dati in molte delle altre aree popolari del mondo – abbiamo controllato”. Potrebbe essere che le morti dovute allo snorkeling per IPO siano più comuni in tutto il mondo di quanto si sospettasse in precedenza?

Il dottor Foti ha aggiunto che per legge le Hawaii richiedono esami post mortem completi su tutti gli annegamenti, in modo che “la raccolta dei dati sia ragionevolmente facile attraverso l’ufficio del medico legale”.

Infine, ha indicato la quarta possibile spiegazione per la percentuale di morti tra i turisti nello studio del suo team – e questa è un’altra spiegazione interessante, sia per i subacquei che per gli snorkelisti.

"Il viaggio aereo è un'ipotesi, ma a mio avviso potrebbe rappresentare un significativo fattore di rischio subclinico", mi ha detto.

Con questo intende dire che la maggior parte dei turisti che arrivano alle Hawaii, volando nel Pacifico dal Nord America o dall'Asia, avrebbero recentemente trascorso almeno cinque ore in quota.

Lo studio conclude che questo può essere considerato un “fattore fattibile”, perché

potrebbe alterare la permeabilità dei meccanismi polmonari che normalmente bloccherebbero lo sviluppo di un'IPO.

“La nostra teoria è che la ragione dell’elevato livello di morte dei visitatori alle Hawaii sia spiegata dai recenti viaggi aerei prolungati, che possono stabilire una certa base di edema”, mi ha detto la responsabile del progetto dello studio Carol Wilcox. Lei stessa è una sopravvissuta all'annegamento con il boccaglio, quella il cui account ha introdotto questo articolo.

"Molti turisti fanno snorkeling lo stesso giorno, o entro un giorno o due dall'arrivo", ha detto. “Molti di loro, soprattutto quelli provenienti dall’Asia, sono in volo da più di nove ore. Molti aerei sono pressurizzati a più di 8000 piedi, anche se gli aerei più recenti sono più simili a 6000.

“Detto questo, non siamo riusciti a trovare le risorse per testare questa teoria”.

Con tutto questo in mente, cosa dovrebbero fare gli snorkelisti per proteggersi? Il consiglio emesso nel rapporto include di prendere spunto dal manuale della subacquea e di non agire mai da soli: pinneggiare con un amico. Dovresti scegliere con attenzione gli snorkel al momento dell'acquisto o del noleggio, prestando particolare attenzione a evitare eventuali costrizioni nel bocchino o nel foro.

Evita lo snorkeling se ci sono dubbi sulla tua salute cardiovascolare e, per precauzione, aspetta qualche giorno dopo l'atterraggio da un volo.

E una volta in mare, al primo segno di un’insolita mancanza di respiro, mettiti in piedi ed esci dall’acqua il più velocemente possibile.

Alla richiesta di commentare il rapporto provvisorio dello Snorkel Safety Study, il dottor Doug Watts, direttore medico di DDRC Healthcare, ha sottolineato che sarebbero necessari più dati per spiegare come sono state raggiunte le conclusioni del rapporto quando lo studio è stato sottoposto a revisione paritaria.

Tuttavia, “la portata del problema è significativa”, ha riconosciuto. "Un numero scioccante di visitatori delle Hawaii è morto facendo snorkeling."

Ha sottolineato che finora l'indagine si è concentrata sulla resistenza dello snorkel e sulle differenze dei prodotti, come evidenziato dai dati SARA.

"La maggior parte dei subacquei considera lo snorkeling un'attività benigna e probabilmente non considererebbe che la scelta del boccaglio abbia implicazioni sulla sicurezza, cosa che potrebbe essere", ha affermato. “Il consiglio fornito sulla selezione dello snorkeling sembra buono.”

Ha anche sottolineato che la malattia cardiovascolare preesistente come fattore di rischio per l'IPO era qualcosa che gli snorkelisti condividevano con i subacquei - evidenziando il valore di un medico subacqueo - e ha ritenuto che il concetto di cambiamenti nel polmone che si verificano con l'altitudine della pressione della cabina potrebbe anche essere un fattore rilevante per i subacquei e dovrebbe essere ulteriormente studiato.

Il medico subacqueo Ian Sibley-Calder, consulente medico di DIVER, è d’accordo con questo.

“Il meccanismo della pressione negativa suona vero, e la teoria del viaggio aereo prolungato che dà luogo a cambiamenti nella permeabilità merita ulteriori ricerche, se non è già stata fatta”, ha detto.

“Anche la resistenza degli snorkel deve essere esaminata: forse è tempo per una produzione più regolamentata, in linea con le misurazioni della pressione quando si osservano i secondi stadi delle immersioni.

"I parallelismi con l'IPO nel settore subacqueo sono sorprendenti", ha affermato il dottor Sibley-Calder. “Sarebbe stato interessante esaminare anche l’incidenza dell’ipertensione tra i decessi”.

"Evidentemente c'è un problema enorme, ma per me la causa non è ancora chiara", ha riassunto il dottor Watts. “Come tutte queste cose, è probabile che sia multifattoriale”.

Potrebbe essere informativo condurre studi simili sull’incidenza in altre parti del mondo ma, come ha sottolineato, il problema con tali studi sta nell’ottenere dati affidabili sul numero complessivo di partecipanti. “Potremmo conoscere il numero di morti, ma non possiamo calcolare il rischio se non conosciamo il denominatore: il numero di subacquei”.

Insorgenza improvvisa L'edema polmonare da immersione negli snorkelisti può essere altrettanto comune, o più, dell'aspirazione accidentale, conclude lo studio preliminare sulla sicurezza dello snorkeling.

In tal caso noi subacquei, che spesso facciamo snorkeling anche durante gli intervalli in superficie o durante le nuotate in superficie, compresi quelli che possono essere incontri ad alta velocità con mante o squali balena, dobbiamo essere consapevoli che esistono dei rischi.

Dovremmo riconoscerlo anche da parte dei familiari o degli amici che in vacanza scelgono la “opzione più soft”.

Immersioni con snorkeling alle Hawaii
Immersioni con snorkeling alle Hawaii

Lo snorkeling è solitamente considerato l’alternativa “più sicura” alle immersioni subacquee, quindi sarebbe una svolta crudele se l’atto di respirare attraverso un tubo mal progettato si rivelasse più rischioso di quanto si sospettasse in precedenza.

La conclusione è comunque una buona notizia. Se le IPO degli snorkeller vengono accettate come un rischio, è almeno un rischio che, attraverso la progettazione e la consapevolezza del prodotto, possiamo risolvere.

I risultati dello studio sulla sicurezza dello snorkeling sono disponibili per il download gratuito e, per estendere la ricerca, il team apprezzerebbe ricevere notizie da altri snorkelisti che hanno riscontrato problemi.

Rispondi al sondaggio su Studio sulla sicurezza dello snorkeling

Presentazione del *NUOVO* computer subacqueo Shearwater Peregrine TX Air Integrated Recensione Unboxing #scuba #shearwater #scuba #scubadiving #scubadiver LINKS Scuba.com: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-computers https://shearwater. com Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join Acquisti attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear ---------------- -------------------------------------------------- ----------------- I NOSTRI SITI Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, recensioni di attrezzatura subacquea Sito web: https:// www.divernet.com ➡️ Sito web di notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio: https://www.godivingshow.com ➡️ Sito web dell'unico spettacolo subacqueo nel Regno Unito: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi --------------------------------------------- -------------------------------------- SEGUICI SUI SOCIAL FACEBOOK: https://www .facebook.com/scubadivermag TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore .com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale. 00:00 Introduzione 04:37 Unboxing di Peregrine TX 07:25 Prova pratica di Peregrine TX 19:53 Recensione di Peregrine TX 23:57 Ora dell'annuncio 24:59 Ci vediamo!

Ti presentiamo il *NUOVO* computer subacqueo Shearwater Peregrine TX con aria integrata. #scuba #shearwater

#scuba #scubadiving #scubadiver
COLLEGAMENTI
Scuba.com:
https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-computers

https://shearwater.com

Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join
Acquisti di attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear
-------------------------------------------------- ---------------------------------
I NOSTRI SITI

Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni attrezzatura subacquea
Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio
Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo di immersioni nel Regno Unito
Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi
-------------------------------------------------- ---------------------------------
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA

FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag
TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine

Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale.
00: Introduzione a 00
04:37 Unboxing di Peregrine TX
07:25 Peregrine TX, pratico
19:53 Recensione di Peregrine TX
23:57 Ora dell'annuncio
24:59 Ci vediamo!

YouTube Video UEw2X2VCMS1KYWdWbXFQSGV1YW84WVRHb2pFNkl3WlRSZS5BNTZDRUVBRkUwRDU3N0FF

Recensione unboxing del computer subacqueo Shearwater Peregrine TX #scuba #shearwater

Link affiliato Scuba.com: https://imp.i302817.net/AWm4d7 #scuba #scubadiving #scubadiver Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join Acquisti attrezzatura: https://www.scubadivermag.com /affiliato/attrezzatura subacquea -------------------------------------------- --------------------------------------- I NOSTRI SITI Sito web: https://www.scubadivermag .com ➡️ Sito web di immersioni subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, recensioni di attrezzatura subacquea: https://www.divernet.com ➡️ Sito web di notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio: https://www.godivingshow. com ➡️ L'unico Dive Show nel Regno Unito Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi ----------------------- -------------------------------------------------- ---------- SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag INSTAGRAM: https://www.instagram.com /scubadivermagazine Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale. 00:00 Introduzione 00:52 Ora dell'annuncio 01:51 Metodi di segnalazione 04:07 Segnali manuali di base 09:56 Segnali manuali per il numero di immersione 11:09 Segnali manuali per le cose 14:14 Segnali manuali delle vie aeree 16:16 Segnali manuali di superficie

Link di affiliazione di Scuba.com:
https://imp.i302817.net/AWm4d7

#scuba #scubadiving #scubadiver

Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join
Acquisti di attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear
-------------------------------------------------- ---------------------------------
I NOSTRI SITI

Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni attrezzatura subacquea
Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio
Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo di immersioni nel Regno Unito
Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi
-------------------------------------------------- ---------------------------------
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA

FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag
TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine

Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale.
00: Introduzione a 00
00:52 Ora dell'annuncio
01:51 Metodi di segnale
04:07 Segnali manuali di base
09:56 Segnali manuali del numero di immersione
11:09 Segnali manuali per le cose
14:14 Segnali delle vie aeree
16:16 Segnali manuali in superficie

YouTube Video UEw2X2VCMS1KYWdWbXFQSGV1YW84WVRHb2pFNkl3WlRSZS42MzE1QTJBMEI3NjI4Rjk5

Segnali manuali essenziali per le immersioni #scuba #signal

@dekkerlundquist5938 #ASKMARK Ciao Mark, recentemente durante un'immersione ho parlato con un subacqueo esperto che si stava immergendo con dei gemelli ma non aveva alcun collettore, cioè ogni bombola aveva un primo stadio con un primario e un SPG. Una bombola aveva il gonfiatore a bassa pressione per il suo GAV. Quali sono i pro e i contro di una configurazione molteplice rispetto a gemelli indipendenti? #scuba #scubadiving #scubadiver LINK Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join Acquisti attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear ---------- -------------------------------------------------- ----------------------- I NOSTRI SITI Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni di attrezzatura subacquea Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo subacqueo nel Regno Unito Sito web: https:// www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi --------------------------------------- -------------------------------------------- SEGUICI SUI SOCIAL FACEBOOK : https://www.facebook.com/scubadivermag TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine Collaboriamo con https://www.scuba.com e https ://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale. 00:00 Introduzione 00:40 Qual è lo scopo dei gemelli indipendenti? 01:06 Risposta

@dekkerlundquist5938
#ASKMARK Ciao Mark, recentemente durante un'immersione ho parlato con un subacqueo esperto che si stava immergendo con dei gemelli ma non aveva alcun collettore, cioè ogni bombola aveva un primo stadio con un primario e un SPG. Una bombola aveva il gonfiatore a bassa pressione per il suo GAV. Quali sono i pro e i contro di una configurazione molteplice rispetto a gemelli indipendenti?

#scuba #scubadiving #scubadiver
COLLEGAMENTI

Diventa fan: https://www.scubadivermag.com/join
Acquisti di attrezzatura: https://www.scubadivermag.com/affiliate/dive-gear
-------------------------------------------------- ---------------------------------
I NOSTRI SITI

Sito web: https://www.scubadivermag.com ➡️ Immersioni subacquee, Fotografia subacquea, Suggerimenti e consigli, Recensioni attrezzatura subacquea
Sito web: https://www.divernet.com ➡️ Notizie subacquee, fotografia subacquea, suggerimenti e consigli, resoconti di viaggio
Sito web: https://www.godivingshow.com ➡️ L'unico spettacolo di immersioni nel Regno Unito
Sito web: https://www.rorkmedia.com ➡️ Per la pubblicità all'interno dei nostri marchi
-------------------------------------------------- ---------------------------------
SEGUICI SUI SOCIAL MEDIA

FACEBOOK: https://www.facebook.com/scubadivermag
TWITTER: https://twitter.com/scubadivermag
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/scubadivermagazine

Collaboriamo con https://www.scuba.com e https://www.mikesdivestore.com per tutti gli elementi essenziali della tua attrezzatura. Considera l'utilizzo del link di affiliazione sopra per supportare il canale.
00: Introduzione a 00
00:40 Che senso hanno i gemelli indipendenti?
01:06 Risposta

YouTube Video UEw2X2VCMS1KYWdWbXFQSGV1YW84WVRHb2pFNkl3WlRSZS44QjI0MDE3MzFCMUVBQTkx

Qual è lo scopo dei gemelli indipendenti? #chiedimarco

TENIAMOCI IN CONTATTO!

Ricevi una raccolta settimanale di tutte le notizie e gli articoli di Divernet Maschera subacquea
Non facciamo spam! Leggi il nostro politica sulla riservatezza per maggiori informazioni.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
I più votati
Nuovi Arrivi il più vecchio
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Walter Dudley
Walter Dudley
anni fa, 2

Che dire del blackout in acque poco profonde?

SEGUICI SU

1
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x